Blia.it NON utilizza cookie proprietari (v. informativa)
Blia.it


Oggi è venerdì 17 settembre 2017, il sole sorge (a Roma *) alle ore 5 e 49 minuti e tramonta alle ore 18 e 19 minuti (l'almanacco di domani lo trovate qui, l'archivio invece è qui)

Ricorrenze (da Wikipedia)

Nati

Le prime pagine dei quotidiani CORRIERE DELLA SERA, GIORNALE, MESSAGGERO, REPUBBLICA, SOLE 24 ORE, STAMPA, UNITA`, del giorno 17/09 del 2010 2011 2012 2013

Un piatto al giorno (dal Televideo RAI)

* * INSALATA DI CANNELLINI E FINOCCHI Dosi per 4: 200g di fagioli cannellini, 2 finocchi, 1/2 limone, prezzemolo, 2 spicchi d'aglio, aceto balsamico, olio e.v. d'oliva, sale, peperoncino. Cuocere i fagioli dopo averli messi qualche ora in ammollo.Mondare i finocchi, metterli in acqua acidulata, scolarli e tagliarli a fettine. Brasare per 10' i fagioli ormai cotti con olio, aglio e peperoncino, bagnando con un po' d'acqua di cottura. In una insalatiera i fagioli ancora caldi ai finocchi, aggiustare di sale, condire con aceto e prezzemolo tritato.

Cinque voci scelti a caso dall'enciclopedia


cyclette, sf. invar. Attrezzo da camera che permette di eseguire lo stesso esercizio fisico di chi va in bicicletta. 
gittàta, sf. Distanza che può essere raggiunta da un proiettile di un'arma da fuoco. ~ lancio, portata. 
macadàm, sm. invar. Pavimentazione stradale costituita da pietrisco e materiale collante compresso. 
Nièvo, Ippòlito (Padova 1831-mar Tirreno 1861) Scrittore e patriota. Si laureò in legge a Padova nel 1855 e partecipò alla seconda guerra d'indipendenza. Fu tra i Cacciatori delle Alpi di G. Garibaldi in Trentino e prese parte alla spedizione dei Mille con il grado di colonnello. Morì nel naufragio della nave Ercole, in rotta da Palermo a Napoli. Le principali opere sono le poesie Versi (1854-1855), Le lucciole (1858), Gli amori garibaldini (1860), i racconti della raccolta Novelliere campagnolo (1855-1856), i romanzi Angelo di bontà (1856) e Il conte Pecoraio (1857) e il suo capolavoro Confessioni di un italiano (1867, pubblicato postumo con il titolo Le confessioni di un ottuagenario). Nel romanzo narrò le vicende, in parte autobiografiche, di Carlo Altoviti e del suo amore per la cugina Pisana, negli anni a cavallo tra il 1700 e il 1800, con le rivoluzioni politiche e sociali del tempo. 
Rasputin (Pokrovskoe 1871-Pietrogrado 1916) Pseudonimo di Grigory E: Novych. Avventuriero russo molto potente alla corte della zarina Alessandra per sedicenti doti taumaturgiche. Per molto tempo influenzò la vita politica russa. Venne assassinato da un congiura di palazzo. Proveniente da una famiglia contadina, dopo una giovinezza dissoluta, si scoprì un'improvvisa vocazione alla vita mistica. Rozzo e illetterato, grazie alla sua personalità acquisì fama di santone e guaritore, suscitando l'interesse di alcuni alti prelati ortodossi che videro in lui un possibile strumento per influenzare lo zar e lo presero sotto la loro protezione. Nel 1907, durante un soggiorno a San Pietroburgo, fu introdotto alla corte dell'imperatrice Alessandra Feodorovna, con il pretesto di vegliare sulla cagionevole salute dello zarevic Alessio, affetto da emofilia; dopo l'apparente guarigione di quest'ultimo, acquistò la pressoché illimitata fiducia dello stesso zar Nicola II, che tramite la moglie prese l'abitudine di consultarlo nelle sue più importanti decisioni. La situazione critica nella quale la Russia venne a trovarsi alla fine del 1916 rese sempre meno tollerabile l'ingerenza di Rasputin negli affari di governo, suscitando forti pressioni presso lo zar perché fosse allontanato da corte. Un gruppo di congiurati, nell'estremo tentativo di salvare il prestigio della Corona e di sottrarre Nicola II all'influenza di Rasputin, attirarono quest'ultimo in un tranello e, dopo averlo avvelenato, lo finirono a colpi di pistola e di pugnale (1916). Il suo corpo, ripescato nella Neva fu fatto tumulare dalla zarina, poi venne bruciato e le ceneri furono disperse dai bolscevichi dopo la rivoluzione russa del 1917. 

indice

* gli orari di alba e tramonto di altre città li puoi trovare alla pagina calendario solare