Blia.it NON utilizza cookie proprietari (v. informativa)
Blia.it

dóve, avv., cong. e sm. avv. 1 In quale luogo. ~ laddove. 2 In cui (preceduto da un sostantivo). 3 Nel luogo in cui. ~ ove. 4 Il luogo in cui. questa la casa dove sono nato
cong. Nel caso. dove io non potessi arrivare, andate pure avanti senza di me
sm. Luogo. giungevano fischi da ogni dove
Dove, Arthur (Canandaigua 1880-Geneva 1946) Pittore statunitense. Tra le opere Musica sentimentale (1917, New York, Metropolitan Museum of Art). 
Dover Città della Gran Bretagna (35.000 ab.), della contea di Kent, si affaccia sullo stretto omonimo (detto pas-de-Calais), alla base di imponenti scogliere a falesia. È porto di traffico tra il continente e la costa. In cima alla scogliera si trova il castello, la torre romana, la Maison Dieu Hall. 
Stretto di Dover 
Punto più stretto del canale della Manica, i cui porti principali sono Dover, Folkestone, Calais, Dunkerque, Ostenda, Zeebrugge. 
Dovèra Comune in provincia di Cremona (3.197 ab., CAP 26010, TEL. 0373). 
dovére, sm. e v. sm. 1 Ciò che si è tenuti a fare secondo la legge, la morale e simili. ~ obbligo. <> scelta. 2 Ciò che è giusto, conveniente. 3 Ossequi. ~ saluti. 4 Compito. ~ mansione. 
v. intr. 1 Avere l'obbligo, la necessità, la convenienza. 2 Essere probabile. 3 Essere debitore. 4 Essere in procinto. 
doverosaménte, avv. 1 Per dovere. ~ obbligatoriamente. 2 Come si deve, a dovere. 
doveróso, agg. 1 Che è di dovere. ~ dovuto. <> arbitrario. 2 Obbligatorio. ~ necessario. <> volontario. 
dovìzia, sf. Grande abbondanza, opulenza. ~ ricchezza. <> povertà. 
dovizióso, agg. 1 Abbondante, opulente. ~ copioso. 2 Facoltoso, benestante. ~ ricco. <> povero. 
Dovrefjell Massiccio montuoso della Norvegia, nelle Alpi Scandinave. Vetta più elevata il Monte Snohetta (2.286 m). 
dovùnque, avv. e cong. avv. In qualunque luogo. ~ dappertutto. <> in nessun posto. 
cong. In qualunque luogo in cui. 
dovùto, agg. e sm. agg. 1 Che spetta di diritto. ~ legittimo, giusto. <> immeritato, regalato. 2 Conveniente, necessario. ~ adeguato. <> inadatto, inadeguato. 
sm. Ciò che è dovuto. 
Dovzenko, Aleksandr Petrovic (Sosnici, Cernigov 1894-Mosca 1956) Regista sovietico. Di umili origini, alla fine della guerra civile si dedicò alle arti figurative. Approdato al cinema nel 1926, divenne ben presto uno dei maggiori esponenti del cinema rivoluzionario, sia prima che dopo l'inizio dell'assolutismo sovietico. Tra le sue realizzazioni cinematografiche, Arsenal (1927), La terra (1930), Ivan (1932), Aerograd (1935), e La vita in fiore (Micurin) (1948). 
Dowland, John (Dublino 1562-Londra 1626) Compositore inglese. Autore di composizioni in stile madrigalistico e per liuto. 
Down Distretto (57.000 ab.) della Gran Bretagna, nell'Irlanda del Nord. 
down, agg. e sm. invar. Di persona affetta da sindrome di Down. 
Down, Longdon (Londra 1828-1896) Medico inglese. Prese il suo nome l'omonima sindrome, malattia congenita (uno ogni 800 nati) causata da anomalia genetica, ovvero dalla presenza di tre copie del cromosoma 21. Si rivela per uno sviluppo fisico e psichico assai ridotto. La diagnosi può essere fatta esaminando il liquido amniotico al termine del terzo mese di gravidanza. 
Downing Street Strada di Londra nota perché al numero 10 risiede ufficialmente il primo ministro inglese. 
download, sm. invar. Nel linguaggio informatico indica l'operazione mediante la quale vengono scaricati file da un altro computer tramite una connessione via modem. 
Doxa Istituto italiano per ricerche statistiche e analisi d'opinione pubblica. Esegue sondaggi e analisi di mercato. 
<< indice >>