Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Blia.it

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate


Blia.it

Novità del sito: Aperture scacchi

  

Condividi questa pagina su Facebook 

Condividi su Google Plus

Novità del sito: Geo Post Code, il codice per identificare gli indirizzi

Dramatis personae Opera di poesia di R. Browning (1864). 
dràmma, sm. (pl.-i) 1 Componimento destinato alla rappresentazione scenica. ~ commedia. 2 Vicenda triste e pietosa. ~ disgrazia. 3 Tensione, forza drammatica. ~ sciagura. 4 Dracma. 
Dramma barocco tedesco Opera di critica letteraria di W. Benjamin (1923-1925). 
drammàtica, sf. L'arte di comporre drammi e rappresentarli. 
drammaticità, sf. Di drammatico. 
drammàtico, agg. (pl. m.-ci) 1 Del dramma. arte drammatica. 2 Che scrive o interpreta drammi. 3 Che ha la tragicità e l'intensità emotiva di un dramma. ~ tragico. aveva ormai assunto atteggiamenti drammatici. 4 Doloroso. ci fu un drammatico epilogo della vicenda
drammatizzàre, v. tr. 1 Rendere atto alla rappresentazione. ~ rappresentare. si impegnò per drammatizzare quella novella. 2 Esagerare la gravità di un fatto. ~ enfatizzare. <> razionalizzare, sdrammatizzare. LOC. in ogni situazione cercava sempre di evitare di drammatizzare eccessivamente i fatti. 
drammatizzazióne, sf. 1 Il drammatizzare, l'essere drammatizzato. 2 Riduzione in forma di dramma. 3 Rappresentazione in forma scenica di un testo o di un fatto accaduto. 
drammaturgìa, sf. (pl.-gìe) Arte, letteratura drammatica. 
Drammaturgia di Amburgo Saggio di G. E. Lessing (1767-1768). 
drammatùrgico, agg. (pl. m.-ci) Che concerne la drammaturgia. 
drammatùrgo, sm. (pl.-ghi) Scrittore di drammi; scrittore drammatico. 
Drammen Città (53.000 ab.) della Norvegia, capoluogo della contea di Buskerud. 
drap, sm. invar. Tipo di marmo francese, varietà del marmo lumachella. 
Draper, Henry (Prince Edward County 1837-New York 1882) Astronomo americano che, in seguito alle sue innumerevoli scoperte nel campo della spettroscopia stellare, planetaria e solare, ha dato il nome alla classificazione dei tipi spettrali di Harvard. 
Dràpia Comune in provincia di Vibo Valentia (2.444 ab., CAP 88030, TEL. 0963). 
drappeggiàre, v. v. tr. 1 Disporre una veste, un drappo e simile con pieghe aggraziate e naturali. 2 Ornare con drappeggi; avvolgere in drappeggi. 
v. rifl. Avvolgersi con drappeggi. 
drappéggio, sm. 1 Drappo che ricade in ampie pieghe. 2 Rappresentazione pittorica o scultorea del drappeggio. 
drappèlla, sf. 1 Ferro ritorto che sporgeva dalle alabarde al quale si appendeva la banderuola dell'insegna. 2 Piccolo drappo ornato con motti e insegne appeso alle alabarde o alle trombe militari in particolari cerimonie. 3 Cencio. ~ panno. 
drappèllo, sm. 1 Piccola schiera di soldati uniti sotto la stessa insegna. ~ squadra. 2 Gruppo di persone che vanno insieme a un medesimo scopo. ~ manipolo. 
<< indice >>