Blia.it NON utilizza cookie proprietari (v. informativa)
Blia.it

Drèna Comune in provincia di Trento (424 ab., CAP 38074, TEL. 0464). 
drenàggio, sm. Insieme delle operazioni e dei mezzi, necessari per il prosciugamento di un terreno imbevuto di acqua, per renderlo agricolo. ~ bonifica. 
In medicina è la tecnica utilizzata per promuovere la fuoriuscita da un organo di liquidi in eccesso o di natura patologica. ~ cannula, sondino. 
drenàre, v. tr. Praticare il drenaggio. 
Drènchia Comune in provincia di Udine (255 ab., CAP 33040, TEL. 0432). 
Drengot, Rainòlfo (?-1045) Conte di Aversa, di nobile famiglia normanna. Ottenne l'investitura dal duca Sergio IV di Napoli 
Drengot, Riccàrdo (?-1078) Nobile di familgia normanna, combatté papa Leone IX sconfiggendolo a Civitate (1053). Nel 1062 tolse ai longobardi il principato di Capua accrescendo la potenza del suo casato. 
Drenthe Provincia (446.000 ab.) dei Paesi Bassi. Capoluogo Assen. 
Drepànidi Famiglia di Insetti Lepidotteri Eteroneuri con ali anteriori falcate; allo stato larvale vivono sulle piante caduche. 
Drepanìdidi Famiglia di Uccelli Passeriformi propri delle Hawaii; hanno una particolare lingua tubolare utilizzata per succhiare il nettare. Molte specie sono in via di estinzione per la caccia cui sono soggette per le loro penne rosse o dorate. 
drepano- Primo elemento di vocaboli composti il cui significato è tratto dal greco drépanon, ossia falce. 
drepanocìto, o drepanocìta, sm. Emazia falciforme. ~ falcemia. 
drepanocitòsi, sf. Presenza nel sangue di globuli rossi a forma di falce. 
Dresàno Comune in provincia di Milano (2.334 ab., CAP 20077, TEL. 02). 
Drèsda Città della Germania (520.000 ab.) capitale dello stato confederato di Sassonia. Si affaccia sul fiume Elba ed è un importante centro commerciale, manifatturiero e culturale; sono presenti industrie tecniche, della porcellana, chimiche, della gomma. Il nucleo della città fu costruito sulla sinistra del fiume dal margravio Dietrich di Meissen (1195) e costituisce l'attuale città vecchia (Altstadt). Nel 1549 ci fu l'unione alla città vecchia di quella nuova (Neustadt). Venne rasa al suolo dai bombardamenti durante la seconda guerra mondiale (13-16 febbraio 1945) e la popolazione fu decimata; i monumenti, distrutti, vennero ricostruiti totalmente o riedificati (chiesa di Santa Sofia, di Santa Croce e Zwinger). 
Pace di Dresda 
Pace firmata il 25 dicembre del 1745 tra Austria e Prussia, con la quale la Prussia riconobbe la Prammatica Sanzione e ottenne in cambio la Slesia. 
dressage, sm. invar. 1 Gara di equitazione. 2 Addestramento di cani e cavalli. 
Drew, Jane (Londra 1911-) Architetto inglese. Attiva in paesi come l'India, si è specializzata sui problemi della progettazione nei paesi tropicali. Tra le opere architettoniche, l'Health Centre della città indiana di Chandigarh. Nel 1961 è stata nominata professore al Massachusetts Institute of Technology di Cambridge. Ha cessato l'attività nel 1974. 
Drewermann, Eugen (1940-) Teologo cattolico tedesco. Tra le sue opere, Psicoanalisi e teologia morale (1982-1984) e Il Vangelo di Marco (1987-1988). Propose un'ermeneutica interdisciplinare tra i diversi campi del sapere teologico. 
Dreyer, Carl Theodor (Copenaghen 1889-1968) Regista cinematografico danese, realizzò molti film nei quali mescolava tecnica realistica a temi religiosi e metafisici. Da evidenziare è la sua capacità di mettere in relazione i personaggi con la scenografia e l'interesse per l'interiorità umana. Tra i film, L'angelo del focolare, La passione di Giovanna d'Arco, Il vampiro, Dies Irae, Ordet, Gertrud
Dreyer, Max (Rostock 1862-Göhren, Isola di Rügen 1946) Scrittore e drammaturgo tedesco. Tra le opere per il teatro Drei (Tre, 1882) e Der Probenkandidat (Il candidato in prova, 1899). Tra i romanzi La foresta cantante (1926). 
Dreyfuss (affare) L'affare Dreyfus fu uno degli scandali più eclatanti della vita politica francese alla fine del XIX secolo. Il capitano israelita Dreyfus fu accusato di aver passato informazioni segrete sull'artiglieria francese; la lettera non firmata trovata casualmente in un cestino della carta da un addetto militare, Schwartzkoppen, sembrava confermare l'accusa. Dreyfus fu condannato, degradato e deportato sull'isola del Diavolo. Il fratello dell'ufficiale, Mathieu, iniziò una campagna stampa a favore dell'innocenza del condannato. L'opinione pubblica si divise e il caso divenne uno scandalo nazionale. In favore di Dreyfus intervenne anche lo scrittore Zola; il caso fu riaperto, ci fu un secondo processo, al quale Dreyfus fu condannato anche se con la pena attenuata, il che portò il presidente Louvbert a concedere la grazia, con la sua conseguente riabilitazione e reintegrazione nell'esercito. 
<< indice >>