Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate

Logo Blia.it

Novità del sito: Geo Post Code, il codice per identificare gli indirizzi

  

Novità del sito: Geo Post Code, il codice per identificare gli indirizzi

Dukas, Paul (Parigi 1865-1935) Compositore francese. Autore tra l'altro di L'apprendista stregone (scherzo sinfonico, 1897) e Arianna e Barbablý (opera, 1907). 
Dulac, Germaine (Amiens 1882-Parigi 1942) Teorica e regista cinematografica francese. 
Dulbécco, Renàto (Catanzaro 1914-) Microbiologo italiano, trasferitosi nel dopoguerra negli Stati Uniti. Nel 1975 ha vinto il Nobel per la medicina per i suoi studi sul cancro. Tornato in Italia nel 1993, è stato nominato direttore del progetto Genoma
dulcamàra, sf. Nome comune del Solanum dulcamara, pianta con fusto sdraiato o rampicante su cespugli. 
Dulce Fiume (632 km) dell'Argentina. Nasce dalle Ande e sfocia nella laguna del mar Chiquita. 
dulciàna, sf. 1 Strumento musicale medievale a imboccatura conica e a doppia ancia precursore del fagotto. 2 Registro d'organo di timbro leggermente mordente e di esile sonorità. 
dulcìna, sf. Nome dato alla p-etossifenilurea; è usata come succedanea della saccarina. 
dulcinèa, sf. Nel gergo popolare è la donna amata. 
dulcinèa, sf. Nel gergo popolare è la donna amata. 
dulcìte, sf. Esite isomera della mannite. Si trova nelle manna del Madagascar e nel melampiro. 
dulìa, sf. È il culto reso agli angeli e ai santi. Diversamente dalla latria che rappresenta l'adorazione solo a Dio, la dulia tributa ai santi omaggio e venerazione. 
Dulles, John Foster (Washington 1888-1959) Politico statunitense. Dal 1953 al 1959 fu segretario di stato di Eisenhower e sostenne un rigido antisovietismo. 
Dullin, Charles (Yenne 1885-Parigi 1949) Attore e regista teatrale francese. Fu fondatore del Théâtre de l'Atelier. 
Dulong, Pierre-Louis (Rouen 1785-Parigi 1838) Chimico francese. Precisò la relazione tra peso atomico e calore specifico insieme ad A. T. Petit. 
dulòsi, sf. Abitudine di alcune specie di formiche di farsi servire dalle operaie di una specie diversa. 
dùma, sf. Assemblea rappresentativa russa, creata nel 1905 dopo la rivoluzione. Era formata da 524 membri con voto che assumeva valore numerico diverso a seconda della classe di appartenenza. Approvava il bilancio, anche se il suo operato era sempre limitato dal potere dello zar. Le prime due dume vennero sciolte quando cercarono di costituire un sistema parlamentare effettivo. La terza e la quarta, elette con un sistema ancora meno rappresentativo, non riuscirono a superare l'ostracismo zarista e vennero sciolte dalla rivoluzione d'ottobre. 
Duma per Oponas Opera di poesia di E. G. Bagrickij (1926) 
Dumaguete Città (64.000 ab.) delle Filippine, capoluogo della provincia di Negros Oriental. 
Dumas, Alexandre (figlio) (Parigi 1824-Narly-le-Roi 1895) Scrittore e drammaturgo francese, figlio naturale di Dumas padre e di una sartina, produsse numerose opere sociali, psicologiche e di tono moralistico. Ottenne il successo con La signora dalle camelie (1848), romanzo ispirato a una tormentata vicenda autobiografica, da cui ricavò un dramma nel 1852 e che fornì anche la trama della Traviata di G. Verdi. Il successo travolgente del romanzo esaltò anche il successo del lavoro teatrale. Il capolavoro che G. Verdi ricavò dalla vicenda ha finito per richiamare un costante interesse sulle opere di Dumas. Altre opere sono Le demi-monde (1895), Il figlio naturale, La moglie di Claudio (1887), Francillon (1887). 
Dumas, Alexandre (padre) (Villers-Cotterêts 1802-Puys 1870) Nome d'arte di A. Davy de la Pailleterie, romanziere e scrittore romantico tra i più fecondi e popolari. Tra le opere più importanti si ricordano i romanzi I tre moschettieri (1844), Il conte di Montecristo (1844-1845), Vent'anni dopo (1845), Il Visconte di Bragelonne (1848-1850). Tra i drammi, La torre di Nesle e Kean (1836). Le opere di Dumas contribuirono all'affermazione del romanzo di appendice (roman feuilleton) pubblicato a puntate sui giornali. Si tratta di una letteratura di consumo, basata sull'avventura, che diverte ma non arricchisce il lettore, in quanto priva di qualsiasi contenuto profondo che vada oltre l'intreccio e la suspence della vicenda. Con grande intuito, Dumas ha anticipato la narrativa di consumo odierna che asseconda i gusti del pubblico, rinunciando a qualsiasi intento educativo o culturale. 
<< indice >>