Blia.it NON utilizza cookie proprietari (v. informativa)
Blia.it

Morley, Edward Williams (Newark 1838-Hartford 1923) Chimico e fisico americano, insieme a Michelson compì il celebre esperimento sul moto relativo della Terra nei confronti dell'etere; si dedicò anche allo studio dell'acqua e dell'ossigeno presenti nell'atmosfera. 
Morley, Thomas (Londra 1557-1602) Compositore inglese. Fu allievo di William Byrd e si laureò in musica a Oxford. Suonò come organista alla cattedrale di San Paolo a Londra e dal 1592 fece parte della cappella reale. Ritenuto fra i più significativi musicisti del periodo elisabettiano nel campo della musica vocale profana, pubblicò alcuni libri di canzonette a più voci, madrigali (fra cui uno in onore alla regina Elisabetta intitolato I trionfi di Oriana) e composizioni varie. È autore, tra l'altro, di composizioni per liuto e vari strumenti e di musica sacra. 
Morlòtti, Ènnio (Lecco 1910-) Pittore. Tra le opere Natura morta con candeliere (1942, Milano, Galleria d'Arte Moderna) e La Venere (1946, Milano, Galleria d'Arte Moderna). 
Morlùpo Comune in provincia di Roma (5.611 ab., CAP 00067, TEL. 06). 
Mormànno Comune in provincia di Cosenza (4.181 ab., CAP 87026, TEL. 0981). 
Mormìridi Famiglia di Pesci mormiriformi. 
Mormirifórmi Ordine di Pesci ossei africani d'acqua dolce caratterizzati da un cervelletto particolarmente sviluppato. 
mormóne, sm. Appartenente alla setta religiosa della Chiesa di Gesù Cristo dei santi dell'ultimo giorno, fondata da J. Smith jr. (1805-1844) negli Stati Uniti e diffusa specialmente nello stato dello Utah. Il nome deriva dal nome del presunto autore di un libro (Mormon) che Smith affermò essere la traduzione del testo con le regole fondamentali della setta. Inizialmente la religione dei mormoni era estremamente rigida con l'obbligo alla poligamia (e la conseguente posizione inferiore della donna), l'espiazione cruenta dei peccati più gravi e il doppio sacerdozio (spirituale e temporale). Col tempo questa rigorosità dogmatica si è in parte attenuata. 
mormònico, agg. (pl. m.-ci) Relativo ai mormoni. 
mormoraménto, sm. 1 Il mormorare. 2 Maldicenza. 
mormoràre, v. v. tr. Dire a bassa voce. ~ sussurrare. <> gridare. mormorò qualcosa che al momento ella non riuscì a capire
v. intr. Produrre un rumore lieve e continuo, di acqua corrente, di vento e simili. le acque mormoravano sommessamente nel bosco
mormoratóre, agg. e sm. (f.-trìce) Che, o chi, mormora. 
mormorazióne, sf. Il mormorare contro qualcuno e le cose mormorate. 
mormorìo, sm. Il mormorare prolungato e lieve. ~ bisbiglio. 
Mornàgo Comune in provincia di Varese (3.556 ab., CAP 21020, TEL. 0331). 
Mornése Comune in provincia di Alessandria (725 ab., CAP 15075, TEL. 0143). 
Mornìco al Sèrio Comune in provincia di Bergamo (2.470 ab., CAP 24050, TEL. 035). 
Mornìco Losàna Comune in provincia di Pavia (747 ab., CAP 27040, TEL. 0383). 
Mòro Cima (3.204 m) delle Alpi Pennine, sul confine italo-svizzero, a nord-est del Monte Rosa. 
Moro 
Passo (2.868 m) delle Alpi Pennine che mette in comunicazione la Valle Anzasca con il Vallese. 
mòro, agg. e sm. agg. Di persona bruna di carnagione e di capelli. 
sm. 1 Abitante della Mauritania e di altre regioni dell'Africa. 2 Gelso. 
<< indice >>