Blia.it NON utilizza cookie proprietari (v. informativa)
Blia.it

Moròlo Comune in provincia di Frosinone (2.994 ab., CAP 03017, TEL. 0775). 
Morón Città (642.000 ab.) dell'Argentina, alla periferia di Buenos Aires. Le principali risorse economiche provengono dall'industria alimentare e chimica. Sede di un aeroporto. 
Morona Santiago Provincia (85.000 ab.) dell'Ecuador, nella regione di Oriente. Capoluogo Macas. 
Moróne, Giròlamo (Milano 1470-presso Firenze 1529) Politico e funzionario del ducato di Milano. Nel 1525, dopo la battaglia di Pavia, pianificò una congiura contro Carlo V, venne imprigionato, liberato due anni dopo e da allora servì l'impero. 
Moróni, Andrèa (Albino, Bergamo 1500 ca.-Padova 1560) Architetto italiano. Progettista rinascimentale e classicheggiante, svolse la propria attività principalmente a Padova, realizzando la chiesa di Santa Giustina (1532-1560), il palazzo del Podestà (1541-1560), il cortile dell'università (1546-1559), l'orto botanico e la loggia di piazza Capitanato. 
Moróni, Giovàn Battìsta (Albino, Bergamo, ca. 1520-Bergamo 1576) Pittore. Tra le opere Il sarto (seconda metà del XVI sec., Londra, National Gallery) e Ritratto dei coniugi Spini (ca. 1570, Bergamo, Accademia Carrara). 
Moronobu, Hishikawa (Awa 1618-Edo 1694) Pittore giapponese. Tra le opere Bellezza che si rigira (Tokyo, Museo Nazionale). 
Morosìni Francésco, détto il Peloponnesìaco (1619-1694) Governatore di Candia e comandante della flotta, sotto l'assedio turco resistette un anno e mezzo prima di arrendersi. Dal 1684 al 1688 capeggiò la riconquista della Morea. 
Morosìni, Andrèa (Venezia 1558-1618) Storico e uomo politico italiano. Oltre che di politica, si occupò di studi storici e pubblicò una Historia veneta relativa agli anni dal 1521 al 1615. 
Morosìni, Doménico (?-1156) Doge di Venezia dal 1148. 
Morosìni, Michèle (Venezia ?-1382) Doge veneziano. Venne eletto nel 1382 e rimase in carica solo per quattro mesi. Aveva finanziato la repubblica durante la guerra di Chioggia (1378-1381). 
morosità, sf. L'essere moroso. 
moróso, agg. 1 Debitore che tarda a pagare. ~ insolvente. <> solvente. 2 Innamorato. ~ fidanzato. 
Morotai Isola (21.000 ab.) dell'Indonesia, nell'arcipelago delle Molucche, dell'oceano Pacifico. 
Moròzzi, Màssimo (Firenze 1941-) Architetto e designer. Membro del gruppo di avanguardia Archizoom (1966-1972), ha successivamente lavorato per la società Montefibre di Milano (1973-1977). Dal 1982 opera a Milano nel campo del design. 
Moròzzo Comune in provincia di Cuneo (1.860 ab., CAP 12040, TEL. 0171). 
mòrra, sf. Gioco popolare nel quale i due contendenti distendono contemporaneamente alcune dita della mano e gridano un numero inferiore a dieci, cercando di indovinare la somma delle dita mostrate da entrambi. 
Mòrra De Sànctis Comune in provincia di Avellino (1.871 ab., CAP 83040, TEL. 0827). 
Morris, Margaret (Londra 1891-Glasgow 1980) Danzatrice e teorica della danza inglese. Nel 1910 aprì a Londra una scuola di danza nella quale si dedicò all'insegnamento di un metodo di danza libera del tutto personale e fuori dagli schemi tradizionali. Metodo che applicò anche per scopi terapeutici, dando vita nel 1925 al Margaret Morris Movement. Lasciò vari testi di teoria sulla danza tra i quali Notation of Movement (1928). 
Morris, Robert (Kansas City 1931-) Scultore statunitense. Tra le opere Senza titolo (1966, New York, Whitney Museum). 
<< indice >>