Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate

Logo Blia.it

Novità del sito: Geo Post Code, il codice per identificare gli indirizzi

  

Novità del sito: nuova versione dei giochi da scacchiera giocabili online Gomoku e Halatafl

moschèa, sf. Edificio di culto musulmano. La costruzione deriva dalla casa di Maometto a Medina ed era inizialmente costituita da un'ampia sala divisa in navate. Dopo la conquista di Costantinopoli, lo schema della costruzione fu modificato, trasformandosi nella moschea a chiosco, un edificio a pianta centrale, coperto da cupole e circondato da vari edifici. Gli elementi che caratterizzano una moschea sono i minareti, la nicchia che permette di conoscere la direzione di La Mecca e il pulpito. Centro della vita sociale islamica, è spesso sede di insegnamento religioso. 
moschèra, sf. Lenza per la pesca di trote, cavedani, vaironi e temoli. È costituita da più ami sui quali sono attaccate come esche delle mosche che vengono tenute a mezz'acqua o in superficie da galleggianti piombati. 
Moscheta, La Commedia del Ruzante (1529). 
moschettàre, v. tr. Sparare con un moschetto. 
moschettàta, sf. Colpo di moschetto. 
moschettatùra, sf. Insieme di piccole macchie nere o scure presenti sulle uova di alcuni uccelli e sul mantello dei cavalli. 
moschetterìa, sf. Scarica di moschetti. 
moschettièra, sf. Nell'abbigliamento, denominazione di un tipo di cappello (cappello alla moschettiera) a falde larghe usato da uomini e donne nel XVII sec. e di un tipo di guanti (guanti alla moschettiera) con ampi risvolti. 
moschettière, sm. 1 Soldato armato di moschetto. 2 Guardia del re di Francia, nei sec. XVI-XVII. 
moschétto, sm. Fucile corto e leggero. 
moschettóne, sm. Anello di acciaio con apertura a molla. 
Moschiàno Comune in provincia di Avellino (1.579 ab., CAP 83020, TEL. 081). 
moschicìda, agg. (pl. m.-i) Che serve a uccidere le mosche. 
Moschìno, Frànco (Abbiategrasso 1950-Pusiano 1994) Stilista. Si affermò per la trasgressiva e graffiante creatività. 
Mosciàno Sant'Àngelo Comune in provincia di Teramo (7.545 ab., CAP 64023, TEL. 085). 
mosciàra, sf. Nella pesca del tonno, barca sulla quale il rais dirige le operazioni. 
móscio, agg. (pl. f.-sce) 1 Floscio. ~ appassito. <> fiorente. 2 Depresso. 3 Senza consistenza, senza carattere. ~ fiacco. <> temprato, forte. era un tipo moscio
mòsco, sm. Mammifero (Moschus moschiferus) della famiglia dei Cervidi e dell'ordine degli Artiodattili. Di colore marrone, presenta canini superiori molto sviluppati negli esemplari maschi. Vegetariano, vive nelle foreste dell'Asia orientale. 
moscóne, sm. 1 Dittero simile alla mosca domestica, ma più grosso. 2 Galleggiante di diporto. 
Moscòva Fiume (502 km) della Russia. Nasce dalle colline a sud-ovest e confluisce nel fiume Oka, a sua volta affluente del Volga. Nel 1812, sulle sue rive, presso Borodino, avvenne una battaglia tra le truppe di Napoleone e quelle russe, che si concluse con la vittoria dei francesi. 
<< indice >>