Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Blia.it

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate


Blia.it

Novità del sito: Calcolo rata teorica di una rendita vitalizia differita

  

Condividi questa pagina su Facebook 

Condividi su Google Plus

Novità del sito: nuova versione dei giochi da scacchiera giocabili online Gomoku e Halatafl

Paperìno Nome italiano di Donald Duck, personaggio di cartoni animati e fumetti creato da W. Disney che rappresenta un papero irascibile e sfortunato, succube del ricco zio Paperone. 
pàpero, sm. Oca giovane. 
Camminare come un papero 
Camminare tenendo i piedi rivolti verso l'esterno. 
papésco, sm. (pl.-chi) Del papa, detto in senso spregiativo. 
papèssa, sf. 1 Donna che secondo la leggenda, fu elevata al papato. 2 Donna che vive nell'agiatezza. 
Pàpi, Giusèppe Ùgo (Capua 893-Roma 1989) Economista italiano. Si occupò di politica economica e finanziaria. Scrisse, tra l'altro, Variazioni di costo e sviluppo dei cicli economici (1929) e Teoria della condotta economica dello Stato (1956). 
papiaménto, sm. Lingua creola parlata nelle Antille olandesi. 
Papilionàcee Famiglia di pianti Dicotiledoni, erbacee o legnose, appartenente all'ordine delle Rosali, comprendente circa cinquecento generi e diecimila specie. Le papilionacee hanno fiori a corolla papilionacea e foglie per lo più composte. Vi appartengono i legumi (fagioli, piselli, fave ecc.), numerose piante medicinali o velenose e diverse foraggere (trifogli, erba medica ecc.). 
papilionàceo, agg. Di corolla, dipetala e zigomorfa, con fiori di forma simile a quella di una farfalla. 
Papiliònidi Famiglia di Insetti Lepidotteri eteroneuri a cui appartengono farfalle con grandi ali dai colori variopinti e antenne corte. 
papìlla, sf. Nome che indica strutture anatomiche sporgenti di piccole dimensioni. 
papillàre, agg. Relativo a papilla. 
papillon, sm. invar. Cravatta con nodo a forma di farfalla. ~ cravattino, farfallino. 
Papin, Denis (Blois 1647-Londra 1714) Fisico e medico francese. Tentando di applicare il vapore a una macchina a pistone inventò l'autoclave
Papìni, Giovànni (Firenze 1881-1956) Scrittore protagonista del movimento futurista, fondatore della rivista Il Leonardo assieme a G. Prezzolini (1903); fondò poi la rivista Lacerba con A. Soffici (1913). Nel 1907 pubblicò Il crepuscolo dei filosofi, nel 1912 Un uomo finito e Parole e sangue, nel 1915 Cento pagine di poesia; in seguito abbracciò la fede cattolica e a quest'ultimo periodo appartengono Storia di Cristo (1921), La felicitÓ dell'infelice (1956), Diario (pubblicato postumo nel 1962). 
papiràceo, agg. Relativo a papiro. 
papìro, sm. Angiosperma (Cyperus papyrus) della famiglia delle Ciperacee e dell'ordine delle Ciperali. Pianta erbacea, cresce spontanea in Siria, in Palestina, nell'Africa tropicale e in Sicilia mentre, nell'Egitto, lungo le sponde del Nilo e nelle paludi del suo delta, dove anticamente era diffusa, è oggi scomparsa. Ha il fusto nudo, a sezione triangolare verso la punta, manca di vere foglie e ha un'infiorescenza sotto la quale si trovano brattee simili a foglie. Anticamente utilizzato per molteplici impieghi, come nell'edilizia e nell'abbigliamento, ma soprattutto, in Egitto, come materiale su cui scrivere. Per fabbricare i fogli di papiro, secondo anche la testimonianza di Plinio il Vecchio, si estraeva il midollo dalla corteccia tagliandolo in pezzi di circa 40 cm che venivano a loro volta tagliati in sottili filamenti successivamente battuti, pressati e lisciati e infine ritagliati; il colore era bianco e la qualità più pregiata aveva fibre più larghe. Fin dal I sec. d. C., i fogli di papiro, erano legati uno di seguito all'altro (normalmente una ventina) a formare un rotolo. Si scriveva con un giunco, la cui punta, dopo essere stata macerata, diventava come un sottile pennello; l'inchiostro (nerofumo o ocra rossa) era una soluzione gommosa e veniva conservato allo stato solido. Nel VI sec. a. C., il papiro passò dall'Egitto ai greci che lo diffusero in tutto il mondo classico. ~ pergamena, documento. 
papirologìa, sf. Disciplina scientifica che si occupa dello studio e dell'interpretazione degli antichi papiri; i papiri più antichi risalgono al periodo egizio, ma la maggior parte sono greci e latini (ci sono anche papiri in altre lingue, come l'aramaico o il copto). Fino a questo momento i documenti recuperati ed esaminati sono circa 3.000, di vario argomento, dalla letteratura alle documentazioni giuridiche, pubbliche o private. 
papiròlogo, sm. (pl.-gi) Studioso di papirologia. 
papìsmo, sm. 1 Insieme delle istituzioni e delle dottrine cattoliche che riconoscono l'autorità del papa. 2 L'insieme dei papisti. 
papìsta, sm. e sf. (pl.-i) 1 Seguace del papismo. 2 Cattolico così definito polemicamente dai protestanti. 
<< indice >>