Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Blia.it

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate


Blia.it

Novità del sito: Aperture scacchi

  

Condividi questa pagina su Facebook 

Condividi su Google Plus

Novità del sito: Geo Post Code, il codice per identificare gli indirizzi

pap-test, sm. invar. Esame citologico volto ad accertare la presenza di anomalia delle cellule del collo uterino. Il prelievo viene effettuato, nel corso di una normale visita ginecologica, raccogliendo con una spatolina il secreto vaginale, che contiene cellule provenienti dalle pareti vaginali e dalla cervice. Dopo essere stato strisciato su un vetrino, il campione viene poi colorato con ematossilina e fissato con alcol. L'esame microscopico del vetrino consente di valutare l'esistenza di cancro della cervice con un'accuratezza dell'80-90 %. Per una valida prevenzione, l'esame deve essere ripetuto almeno con frequenza annuale. 
Papua Nuòva Guinèa Stato insulare dell'oceano Pacifico, che occupa la parte orientale dell'isola di Nuova Guinea; confina a ovest con la provincia Indonesiana di Irian Jaya. Comprende inoltre le isole dell'Ammiragliato, l'arcipelago di Bismarck, le Salomone settentrionali, le isole D'Entrecasteaux, l'arcipelago della Louisiade e le isole Trobriand. 
Il territorio è prevalentemente montuoso ed è attraversato da sud-ovest a nord-est da un'imponente successione di catene montuose (Catena Centrale, monti Bismarck, monti Owen Stanley) che comprendono molte cime che superano i 4.000 m (Sukarno, 5.029 m; Daam, 4.922 m; Trikora, 4.750 m); più a nord, separate da profonde valli, si collocano rilievi di minore elevazione, paralleli alla costa. 
La parte meridionale è occupata da ampi altopiani calcarei e da una vastissima pianura alluvionale, coperta di foreste e percorsa da vari corsi d'acqua. 
I fiumi principali sono, a nord delle catene montuose, il Sepik e il Ramu, a sud il Fly, il Kikori e il Purari; molto ricchi d'acqua per le abbondanti piogge, sono navigabili per lunghi tratti e rappresentano spesso le sole vie di comunicazione verso l'interno. 
Il clima è tropicale, con piogge molto copiose, che favoriscono una densissima vegetazione forestale. 
La popolazione si concentra prevalentemente sulla costa, dove sorgono le pochissime città di qualche rilievo, come Port Moresby, la capitale, sulla costa meridionale, Lae e Madang su quella orientale. 
Il paese, nonostante un ricco patrimonio minerario e notevoli potenzialità idroelettriche e forestali, rimane largamente dipendente dagli investimenti esteri, specie dall'Australia, e dalla presenza di numerosissime società straniere. 
Ben il 71% della popolazione attiva è occupata nell'agricoltura, prettamente orientata a coltivazioni per uso locale; si coltivano cereali (riso, mais, sorgo) patate dolci, manioca e banane, mentre le colture commerciali, relativamente poco praticate, annoverano caffè, cacao, cocco, caucciù, arachidi e tè. 
Le risorse forestali sono ingentissime, ma poco sfruttate. 
Modesto l'allevamento, limitato ai suini. Registra invece un discreto incremento la pesca. 
Rilevanti sono le ricchezze minerarie: rame, oro, argento, platino e petrolio. 
Le industrie sono quasi esclusivamente dedite alla lavorazione dei prodotti locali: produzione di olio di palma, complessi alimentari, tessili, cartiere, manifatture di tabacchi, lavorazione del legno e produzione di materiali da costruzione. 
STORIA L'isola viene scoperta nel XVI sec. dai portoghesi. Nel 1828 gli olandesi occupano la parte occidentale della Nuova Guinea. Nel 1884 la Germania stabilisce un protettorato nel nord-est, mentre la Gran Bretagna annette il sud-est, che cede (1906) all'Australia. Nel 1921 la zona tedesca è affidata, con mandato della Società delle Nazioni, all'Australia. Alla fine della seconda guerra mondiale questa tutela è confermata dall'ONU. Nel 1969 la Nuova Guinea olandese viene definitivamente unita all'Indonesia. Nel 1975 la parte orientale ottiene l'indipendenza con il nome di Papua Nuova Guinea, stato membro del Commonwealth. 
Abitanti-4.070.000 
Superficie-461.691 km2 
Densità-8,8 ab./km2 
Capitale-Port Moresby 
Governo-Stato indipendente nell'ambito del Commonwealth 
Moneta-Kina 
Lingua-Inglese, pidgin-english, idiomi papuani 
Religione-Protestante, cattolica, minoranze animiste 
pàpua, o papuàno, agg. e sm. agg. 1 Relativo alla popolazione dei papua. 2 Di un gruppo di lingue parlate nella Nuova Guinea, in Indonesia e in altri arcipelaghi della Melanesia. 
sm. Il gruppo delle lingue parlate nella Nuova Guinea, in Indonesia e in altri arcipelaghi della Melanesia. 
pàpula, sf. Lesione della pelle consistente in un rilievo cutaneo solido e circoscritto. 
indice      
indice      
par(a)- Primo elemento di termini chimici designante i derivati bisostituiti del nucleo nella serie benzenica, in posizione 1,4. 
parà, sm. invar. Paracadutista. 
pàra, sf. 1 Caucciù che si ottiene dall'albero della gomma. 2 Primo elemento di parole composte indicante vicinanza, similitudine o contrapposizione. 
pàra, sf. 1 Caucciù che si ottiene dall'albero della gomma. 2 Primo elemento di parole composte indicante vicinanza, similitudine o contrapposizione. 
paràbasi, sf. Parte della commedia greca in cui il coro esprime le idee dell'autore. 
parabèllum, sm. invar. 1 Pistola automatica adottata nel 1900 dall'esercito germanico. 2 Mitra russo con caricatore a tamburo. 
Parabiàgo Comune in provincia di Milano (23.099 ab., CAP 20015, TEL. 0331). Centro industriale (calzaturifici, concerie, prodotti chimici, tessili e meccanici). Gli abitanti sono detti Parabiaghesi
paràbile, agg. Che si può parare. 
parabiòsi, sf. In biologia, unione sperimentale di due organismi ottenuta con una particolare modalità di innesto, l'innesto siamese. 
Paràbita Comune in provincia di Lecce (10.039 ab., CAP 73052, TEL. 0833). Vi si trova un castello del XVI sec. Gli abitanti sono detti Parabitani
paràbola, sf. 1 Breve narrazione che ha il fine di impartire un insegnamento di carattere morale o religioso, in particolare riferimento al Nuovo Testamento. ~ favola, metafora. 2 Curva piana aperta appartenente alle coniche definita come luogo dei punti di un piano equidistanti da un punto fisso (il fuoco) e una retta fissa (la direttrice). 3 Traiettoria che fa un proiettile nell'aria. 
parabòlico, agg. (pl. m.-ci) 1 Che ha forma di parabola. 2 Di parabola. 
parabolòide, sm. Superficie matematica quadrica con un asse tale che le sezioni prodotte con piani paralleli a quest'asse determinano parabole, e le sezioni prodotte con piani perpendicolari all'asse determinano coniche. 
paraboloìdico, agg. (pl. m.-ci) 1 Relativo a un paraboloide. 2 Che ha forma di paraboloide. 
<< indice >>