Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate

Logo Blia.it

Novità del sito: nuova versione dei giochi da scacchiera giocabili online Gomoku e Halatafl

  

Novità del sito: nuova versione dei giochi da scacchiera giocabili online Gomoku e Halatafl

paradènti, sm. invar. Apparecchio usato dai pugili a protezione dei denti. 
paradènzio, sm. In istologia, l'insieme dei tessuti che sorreggono il dente e lo assicurano all'alveolo. 
paradìgma, sm. (pl.-i) Esemplare, modello. ~ diagramma, traccia. 
paradigmàtico, agg. (pl. m.-ci) 1 Relativo a un paradigma. 2 Fornito di valore esemplare. 
Paradisèidi Famiglia di Uccelli Passeriformi detti anche uccelli del paradiso. ~ paradisea. 
Paradisi artificiali, I Saggio di Ch. Baudelaire (1861). 
Paradìsi, Agostìno (Vignola 1736-Reggio Emilia 1783) Economista e poeta. Studiò a Roma e Francesco III, duca di Modena, lo chiamò alla cattedra di economia all'università. Scrisse Lezioni di economia civile, opera molto famosa all'epoca, ispirata alle riforme realizzate nel ducato di Modena da Ercole III. Scrisse inoltre Versi sciolti (1762). 
paradisìaco, agg. (pl. m.-ci) Relativo al paradiso. Cosa che, per la sua eccezionalità, fa pensare al paradiso. ~ celestiale, delizioso. <> infernale. 
Paradiso Romanzo di J. Lezama Lima (1966). 
Paradiso 
Romanzo di Ph. Sollers (1980). 
paradìso, sm. 1 Condizione e luogo di felicità eterna, delle anime giuste, dopo la morte. ~ beatitudine eterna. <> inferno. 2 Uccello dal piumaggio variopinto tipico della Nuova Guinea. 
Termine derivato dal greco parádeisos (giardino) che designa il luogo di beatitudine e felicità eterna in cui si contempla direttamente la divinità, nelle religioni cristiana ed ebraica. Concetti simili a questo si riscontrano anche in altre religioni, come l'islamismo e il buddhismo. 
Paradiso della ragione, Il Opera di critica letteraria di G. Macchia (1960). 
Paradiso perduto Poema in 12 libri di J. Milton (1667). Adamo è l'eroe del poema, Satana il suo avversario. L'opera si apre con l'invocazione alla musa divina; quindi descrive l'espulsione di Satana dal Cielo, la guerra degli angeli, la creazione dell'Inferno e la progenie di Satana, il Peccato e la Morte. L'opera si conclude con la dolorosa partenza di Adamo ed Eva dal Paradiso terrestre. Argomento del poema è la narrazione della prima disobbedienza dal punto di vista cristiano (tentazione, caduta e promessa di redenzione). L'opera nella quale appare una profonda conoscenza della tradizione greca, latina ed ebraica, offre il suo stile maestoso e i suoi eroi quale alternativa cristiana all'eroismo pagano dell'epica classica. 
Paradiso riconquistato, Il Poema di J. Milton (1671). 
paradóre, sm. Fila di pali, ai quali sono appoggiati gabbioni e fascine, il cui scopo è di formare il primo arresto della rotta di un argine. 
paradossàle, agg. 1 Ciò che è, o pare, illogico, insensato. 2 Stravagante. 
paradossalità, sf. L'essere paradossale. 
Paradossi dell'infinito Opera di filosofia e matematica di B. Bolzano (postuma 1851). 
paradòsso, sm. 1 Affermazione, tesi, opinione che, nonostante appaia come un'assurdità, sia contrastante con l’esperienza o l'opinione comune, si dimostra di fatto fondata. 2 Argomentazione volutamente audace e sorprendente (esprimersi per paradossi). 3 Argometazione che appare corretta ma che porta a una contraddizione. 4 antinomia (in filosofia). 5 In fisica e altri ambiti scientifici, esperimento o fenomeno che appare in contrasto con le teorie al momento accettate. 
Paradosso sull'attore Opera di filosofia di D. Diderot (postuma 1830). 
Paradzanov, Sergej (Tbilisi 1924-Erevan 1990) Regista cinematografico armeno. Diresse Le ombre degli avi dimenticati (1965), Sayat Nova (1968), La leggenda della fortezza di Suram (1984) e Achik Kerib (1988). 
<< indice >>