Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate

Logo Blia.it

Novità del sito: Geo Post Code, il codice per identificare gli indirizzi

  

Novità del sito: Geo Post Code, il codice per identificare gli indirizzi

Pradlèves Comune in provincia di Cuneo (348 ab., CAP 12027, TEL. 0171). 
Praetorius, Michael (Creuzburg 1571-Wolfenbüttel 1621) Compositore tedesco. È autore, tra l'altro, di oltre 1200 composizioni vocali sacre. 
Pràga Capitale (1.211.000 ab.) della Repubblica ceca, situata sul fiume Moldava. La storia della città ebbe inizio nel IX sec., con la costruzione di un castello e del relativo centro abitato (Staré Mesto). In seguito si sviluppò, anche grazie alla sua posizione favorevole, e fu necessario costruire un altro quartiere (1257), Mal´ Strana. Nel XIV sec. fu prescelta dall'imperatore Carlo IV come sua residenza; fu creato un nuovo quartiere (Nové Mesto) e furono costruite le mura che riunirono i tre nuclei abitati in un unico centro. Nel XVI sec. passò sotto il controllo asburgico. Dopo un lungo periodo di crisi, con vari tentativi di rivolta antiasburgica, lo sviluppo della città è ripreso solo nel corso dell'Ottocento. Al termine della prima guerra mondiale divenne capitale della Cecoslovacchia, mentre dal 1993 è divenuta capitale della Repubblica ceca. L'economia si basa soprattutto sull'attività industriale, molto sviluppata in diversi settori produttivi; inoltre è un attivo centro culturale, con un'antica università (fondata nel 1348), musei, istituti accademici, teatri e un'architettura ricchissima di testimonianze del passato come il castello, del decimo sec., il palazzo Municipale (1338), la torre delle Polveri (XV sec.), il palazzo Wallenstein (1623-1630), la cattedrale di San Vito (XIV-XV sec.), la chiesa di San Giorgio (XII sec.). 
Battaglia di Praga 
Battaglia combattuta nei pressi di Praga il 6 maggio 1757, durante la guerra dei sette anni, nella quale l'esercito prussiano, con a capo Federico II, sconfisse l'esercito austriaco capitanato dal principe Carlo di Lorena. 
Pace di Praga 
Accordo di pace firmato nel 1866 al termine del conflitto fra Austria e Prussia; la Prussia guadagnò diversi territori e il dominio sulla Germania a scapito dell'Austria, che inoltre dovette cedere il Veneto a Napoleone III il quale lo passò all'Italia. 
Primavera di Praga 
Tentativo politico in senso riformista messo in atto da A. Dubcek nel 1968, il quale tentò di introdurre elementi di liberalizzazione in seno alla nazione cecoslovacca; fu stroncato dall'intervento militare sovietico. 
Praga magica Saggio di A. M. Ripellino (1973). 
Pràga, Emìlio (Gorla 1839-Milano 1875) Poeta esponente del movimento della scapigliatura milanese, morì suicida dopo una vita condotta all'insegna della sregolatezza, dedito all'alcol e agli stupefacenti. Nella sua poesia si affidò al gusto dell'orrido e a tendenze impressionistiche. Fra le sue opere, Tavolozza (1862), Penombre (1864) e l'incompiuto Memorie del presbiterio (1877); fu anche pittore. 
Pràga, Màrco (Milano 1862-Varese 1929) Commediografo. Tra il 1912 e il 1915 fu direttore del Teatro Manzoni di Milano. Tra le opere Le vergini (1889), La moglie ideale (1890) e La porta chiusa (1913). 
Pragelàto Comune in provincia di Torino (459 ab., CAP 10060, TEL. 0122). 
pragmàtica, sf. Lo studio del linguaggio nei vari aspetti relativi alla sua utilizzazione. 
pragmàtico, agg. (pl. m.-ci) 1 Concreto. ~ pratico, realistico. <> astratto, teorico. 2 Relativo all'attività pratica. 
pragmatìsmo, sm. Indirizzo filosofico sviluppatosi tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento secondo il quale le capacità dell'intelletto devono essere utilizzate per produrre azioni e risultati efficaci sulla realtà. In questo senso si intende la scienza più come un'attività praticata per il raggiungimento di obiettivi ben determinati piuttosto che come la disamina imparziale di un insieme di eventi e fenomeni. Dunque, il criterio per stabilire la verità diviene la possibilità di verificare praticamente un elemento. Si può far risalire l'origine del movimento a C. S. Peirce; altri suoi esponenti furono W. James, J. Dewey (USA), F. C. S. Schiller (Gran Bretagna), G. Vailati, M. Calderoni, A. Aliotta (Italia). 
pragmatìsta, sm. e sf. Seguace o sostenitore del pragmatismo. 
pragmatìstico, agg. (pl. m.-ci) Relativo al pragmatismo. ~ concreto, pratico, realistico. <> astratto, teorico. 
Praia Città (62.000 ab.), capitale di Capo Verde, sull'isola di Santiago. 
Pràia a Màre Comune in provincia di Cosenza (6.134 ab., CAP 87028, TEL. 0985). 
Praiàno Comune in provincia di Salerno (1.883 ab., CAP 84010, TEL. 089). 
Pralboìno Comune in provincia di Brescia (2.538 ab., CAP 25020, TEL. 030). 
Pràli Comune in provincia di Torino (350 ab., CAP 10060, TEL. 0121). 
pralìna, sf. Confetto costituito da una mandorla tostata e passata nello zucchero. 
Pralórno Comune in provincia di Torino (1.616 ab., CAP 10040, TEL. 011). 
Pralùngo Comune in provincia di Biella (2.730 ab., CAP 13050, TEL. 015). 
<< indice >>