Novità del sito: Cerca le coordinate geografiche su Google Maps


Oggi è mercoledì 7 marzo 2018, il sole sorge (a Roma *) alle ore 6 e 35 minuti e tramonta alle ore 18 e 6 minuti (l'almanacco di domani lo trovate qui, l'archivio invece è qui)

Cinque voci scelti a caso dall'enciclopedia

Càrlo Albèrto (Torino 1798-Oporto 1849) Re di Sardegna. Figlio di Carlo Emanuele I, principe di Carignano e di Albertina Maria Cristina di Sassonia. Da giovane abbracciò le idee liberali e cercò di ottenere la successione al regno di Sardegna, approfittando della mancanza di eredi maschi dei Savoia. Appoggiò i moti della carboneria piemontese e nella rivoluzione del marzo 1821, divenne reggente dopo l'abdicazione di Vittorio Emanuele I. Dopo i moti del 1821, concesse lo statuto (chiamato albertino). Salito però al trono il reazionario Carlo Felice (abrogò la costituzione), Carlo Alberto venne sconfessato ed espulso in Toscana, alla corte di Ferdinando III. Nel 1823 combatté contro i liberali spagnoli; nel 1831, morto Carlo Felice, divenne re. Reazionario e assolutista, represse mazziniani e carbonari; sventò nel 1833 la cospirazione della Giovine Italia. Attuò però varie riforme tendenti a modernizzare lo stato (riforma dei codici, abolizione dei diritti feudali, rilancio del commercio e dell'agricoltura). Dal 1840 si riavvicinò a posizioni liberali; il 5 marzo 1848 concesse la costituzione e dopo l'insurrezione delle Cinque giornate di Milano, entrò in guerra contro l'Austria. Subì una prima sconfitta a Custoza (25 luglio 1848), a seguito della quale dovette firmare l'armistizio di Salasco e, ripreso il conflitto, venne sconfitto nuovamente a Novara il 23 marzo 1849. Fu così costretto ad abdicare a favore del figlio Vittorio Emanuele II. Morì, in esilio volontario, a Oporto in Portogallo. 
Dientzenhofer, Christoph (Sankt Margarethen 1655-Praga 1722) Architetto tedesco. Tra le opere la chiesa di San Nicola a Praga (1703-1705). 
intoccàbile, agg., sm. e sf. agg. Che non si può o non si deve toccare; intangibile. ~ sacro. <> violabile. 
sm. e sf. 1 In India, paria. ~ impuro, inferiore. 2 Persona che non si può criticare o censurare. 
Spavènta, Sìlvio (Bomba 1822-Roma 1893) Uomo politico. Deputato al parlamento fu protagonista nel 1848 dei moti rivoluzionari napoletani, fondò la setta segreta antiborbonica con L. Settembrini e C. Braico, per cui fu arrestato nel 1849 e condannato all'ergastolo. La pena fu commutata, nel 1859, nell'esilio. Dopo la costituzione del regno d'Italia, fu deputato della destra dal 1862, ricoprendo vari incarichi ministeriali, tra cui quello di ministro dei lavori pubblici (1873-1876). Legò il suo nome alla battaglia per la statalizzazione delle ferrovie. 
tétto, sm.1 La copertura posta sulla parte superiore di un edificio. tetto a cupola. 2 Alloggio. non aveva un tetto sotto cui dormire. 3 Copertura. tetto dell'auto

indice

* gli orari di alba e tramonto di altre città li puoi trovare alla pagina calendario solare

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)