Novità del sito: Cerca le coordinate geografiche su Google Maps


Oggi è mercoledì 17 gennaio 2018, il sole sorge (a Roma *) alle ore 7 e 33 minuti e tramonta alle ore 17 e 6 minuti (l'almanacco di domani lo trovate qui, l'archivio invece è qui)

Cinque voci scelti a caso dall'enciclopedia

Bellessort, André(Laval 1866-Parigi 1942) Poeta, romanziere e critico francese. Durante i suoi frequenti viaggi in America meridionale, Estremo Oriente ed Europa settentrionale si fece portavoce della cultura francese e raccolse spunti e testimonianze per opere come Chili et Bolivie (1897), La Roumainie contemporaine (1905), Le nouveau Japon (1918) e Reflets de la vieille Amérique (1923). Nel 1926 divenne collaboratore del Journal des Débats e segretario della Revue des Deux Mondes e nel 1935 entrò a far parte dell'Académie Française. Altre sue opere di notevole interesse sono Sur les grands chemins de la poésie classique (1914), Virgile, son oeuvre et son temps (1920), Etudes et figures (1921), Balzac (1924), Essai sur Voltaire (1925), Sainte-Beuve (1927), Victor Hugo, essai sur son oeuvre (1930) e Dix-huitième siècle et Romantisme (1941). 
Brando, Marlon (Omaha 1924-) Attore cinematografico statunitense; allievo dell'Actor's Studio, affermatosi dapprima in parti drammatiche, si è rivelato poi anche ottimo interprete di ruoli brillanti. Tra i suoi film, Un tram che si chiama desiderio (1951), Viva Zapata! (1952), Giulio Cesare (1952), Fronte del porto (1954), I giovani leoni (1958), Queimada (1970), Il padrino (Oscar 1972), Ultimo tango a Parigi (1975), Apocalypse Now (1978), Un'arida stagione bianca (1989), Il boss e la matricola (1990), Don Juan de Marco, maestro d'amore (1995). 
Castìglia (in spagnolo Castilla) Regione spagnola, costituita da una vasta meseta (altopiano) arido e brullo, tra la Cordigliera Cantabrica a nord, il Sistema Iberico a est, la Sierra Morena a sud; a ovest si affaccia sull'Atlantico. Divisa in Castiglia León, con le province di Àvila, Burgos, León, Zamora, Palencia, Salamanca, Segovia, Soria e Valladolid, e Castiglia-La Mancha, con le province di Albacete, Ciudad Real, Cuenca, Guadalajara e Toledo. Prevalentemente agricola (cereali); è diffusa la pastorizia. Originariamente celtica, fu poi romana, quindi araba (VIII sec.); dopo alterne vicende nel 1492 fu definitivamente strappata agli arabi. 
INPDAP Sigla di Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti di Aziende Pubbliche. 
Prokofev, Sergej Sergeevic (Sontsovka 1891-Mosca 1953) Compositore russo. Genio musicale precoce, si sviluppò in un ambiente domestico favorevole (la madre era pianista). A soli otto anni iniziò la scrittura di un'opera teatrale. Studiò con Anatol Liadov e di N. Rimskij-Korsakov. Nel 1914 vinse il premio Rubinstein come pianista. Negli anni della guerra mondiale fu attivo come direttore d'orchestra e pianista. Accolta con favore la rivoluzione russa, nel 1918 poté recarsi negli Stati Uniti d'America. Tornò in patria nel 1927 per una serie di concerti, poi definitivamente nel 1933. Ottenne due volte il premio Stalin (1941 e 1947), ma nel 1948 fu accusato di formalismo insieme ad altri artisti. Fece autocritica, ma continuò a comporre come in precedenza. Partì da tendenze neoromantiche per poi studiare i diversi stili adottati dai suo contemporanei, anche grazie alla serie di tourneé effettuate sia in Europa sia negli Stati Uniti. Seppe comunque mantenere un suo stile personale, marcato chiaramente dalla sonorità russa, applicandolo in modo eccellente in tutte le sue composizioni, sia in campo operistico, con Il giocatore (da Dostojevskij, 1915-1916), L'amore delle tre melarance (1921), L'angelo di fuoco (da Brjusov, 1919-1927), Semion Kotko (da Kataev, 1940), Matrimonio al convento (1940-1946), Guerra e pace (da Tolstoj, 1946); nel balletto, con Ala e Lolli (1914), Chout (Il buffone, 1920), Pas d'acier (1925), Il figliol prodigo (1928), Romeo e Giulietta (1935-1936), Pierino e il lupo (1936), Cenerentola (1940-1944); nella musica sinfonica (compose sette sinfonie), in quella da camera, e anche nella musica per film (colonne sonore per Ivan il terribile, Il tenente Kije, 1933 e Aleksander Nevskij). L'opera teatrale L'angelo di fuoco e le colonne sonore per film sono considerati i capolavori di Prokof'ev. 

indice

* gli orari di alba e tramonto di altre città li puoi trovare alla pagina calendario solare

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)