Home page
bollóso, agg. Chiazzato, pieno di bolle. 
bolo, sm. Piccola quantità di cibo mista a saliva che, dopo la masticazione, viene inghiottita e inviata allo stomaco. Quando un'adeguata quantità di boli ha raggiunto la sua destinazione, ha inizio il processo digestivo. 
Bolo isterico 
Disturbo psichiatrico che consiste nell'avvertire nell'esofago un corpo estraneo inesistente, che può indurre anche un'angosciante sensazione di soffocamento. 
Bológna Capoluogo dell'omonima provincia dell'Emilia-Romagna (140,73 km2, 412.000 ab., CAP 40100, TEL. 051), situata sulla via Emilia, dove la valle del Reno si apre alla pianura emiliana, tra i fiumi Reno e Savena. Gli insediamenti più remoti risalgono al periodo villanoviano, del IX sec. a. C. Sull'originale pianta a quadrilatero romana si è inserito il nucleo medievale a raggiera. Nel Trecento venne eretta una seconda cerchia poligonale di mura che è stata quasi completamente demolita all'inizio del Novecento; fuori da queste mura si è sviluppata la moderna città che si protende fino alle prime propaggini dell'Appennino. Fu città etrusca con il nome di Felsina (VI sec. a. C.), poi colonia romana (Bononia) la cui importanza strategica risiedeva nell'essere importante insediamento commerciale sulla via Emilia. Uscì dalle invasioni barbariche verso il 1000, affacciandosi all'epoca comunale; questo fu il suo periodo (XII-XV secc.) più prospero e fecondo; divenne libero comune nel 1114 sorse l'università o Studium, la più antica d'Europa (solo quella di Pavia le contende il primato). Conobbe il periodo guelfo, in lotta con l'imperatore e cominciò il declino a causa delle lotte tra fazioni, da cui successivamente originarono i Pepoli, i Visconti, i Bentivoglio. Dal 1513 fu assoggettata allo stato della chiesa e nel 1860 si unì al regno d'Italia. La città è importante come nodo ferroviario e stradale, per il commercio e per ospitare stabilmente autorevoli fiere (fiera campionaria e saloni internazionali). Efficiente l'attività delle industrie meccaniche (macchinari, impianti frigoriferi, motocicli, carrozzerie), alimentari (distillerie, pastifici), farmaceutiche, calzaturiere, poligrafiche ed editoriali. Le molte torri presenti nel medioevo sono andate quasi tutte distrutte; rimangono quelle famose degli Asinelli e della Garisenda (XII sec.). Tra i monumenti conservati, la basilica di San Petronio (con il portale di Jacopo della Quercia), il palazzo del Podestà (XIII sec.), il palazzo di re Enzo (1246) prospiciente la celebre fontana del Giambologna (1566). 
Provincia di Bologna 
(3.702 km2, 911.000 ab.) Si estende in parte in pianura e in parte sul versante adriatico dell'Appennino. Molto diffusa l'agricoltura (alberi da frutta, cereali, foraggi, barbabietole da zucchero, ortaggi), attivi mercati agricoli sono le città di Imola, Casalecchio di Reno, San Giovanni in Persiceto; buona anche l'attività delle industrie tessili, metalmeccaniche, alimentari e della lavorazione di gomma e carta. 
Congresso di Bologna 
Svoltosi nel 1529-1530, ratificò gli accordi di Barcellona (1529) tra Carlo V e Clemente VII in base ai quali Carlo V diveniva imperatore, il ducato di Milano veniva assegnato a Francesco II Sforza e la dinastia dei Medici faceva ritorno a Firenze. 
Bolognàno Comune in provincia di Pescara (1.339 ab., CAP 65020, TEL. 085). 
bolognàre, v. tr. 1 Imbrogliare, farla a qualcuno. 2 Disfarsi di qualcosa scaricandola ad altri. ~ sbolognare. 
bolognése, agg., sm. e sf. Di Bologna. 
Scuola bolognese 
Una delle prime scuole europee di diritto, formata da giuristi dell'università di Bologna. Già ben avviata all'epoca d'Irnerio, attraversò i suoi momenti migliori nel XII e XIII sec. I glossatori annotavano testi di diritto dell'età giustiniana e con il loro importante lavoro, hanno contribuito a conservare il diritto romano. 
Bolognési, Giancàrlo (Milano 1923-) Glottologo italiano. Ha studiato la linguistica indoeuropea storico comparativa, con riferimento particolare all'iranico, armeno e germanico. Tra le pubblicazioni: La grammatica latina di Aelfric (1967), Problemi di etimologia e di fonetica armene (1984), Studi glottologici filologici orientali (1990), Calchi iraniani in Armenia (1993). 
Bolognétta Comune in provincia di Palermo (3.112 ab., CAP 90030, TEL. 091). 
Bolognìni, Màuro (Pistoia 1922-) Regista cinematografico. Diresse La notte brava (1959), Il bell'Antonio (1960), La viaccia (1961), Metello (1970) e La venexiana (1986). 
bolognìno, sm. 1 Moneta coniata dal 1911 dal comune di Bologna. 2 Altro nome del tulipano selvatico. 
Bolognòla Comune in provincia di Macerata (178 ab., CAP 62033, TEL. 0737). 
bolòmetro, sm. Strumento di rilevazione termica dell'energia elettromagnetica generata da una sorgente; venne inventato da S. P. Langley nel 1881 ed è impiegato per registrare le variazioni di una proprietà fisica di una resistenza elettrica, dopo essersi riscaldata per un eccessivo assorbimento di radiazioni. Quello moderno è formato da lamine di platino o semiconduttori. Viene utilizzato in astronomia per rilevare frequenze comprese tra 0,2 e 20 mm. 
Bolòtana Comune in provincia di Nuoro (3.625 ab., CAP 08011, TEL. 0785). 
bolsàggine, sf. 1 Grave difficoltà respiratoria del cavallo. 2 Fiacchezza, mancanza di vigoria. 
Bolscevica Isola della Russia, nel mar Glaciale Artico. 
bolscevìco, agg. e sm. Appartenente alla tendenza maggioritaria dell'antico partito socialdemocratico russo; comunista. 
bolscevìsmo, sm. Teoria e prassi del partito bolscevico; comunismo. 
bolscevizzàre, v. tr. Imporre il bolscevico. 
Bolscioi Teatro lirico di Mosca. Costruito nel 1824, vi si fanno rappresentazioni liriche e balletti. 
Bolsèna Comune in provincia di Viterbo (4.100 ab., CAP 01023, TEL. 0761), sorge a 350 m di altezza sulle sponde dell'omonimo lago. È un caratteristico borgo medievale interessato da un buon movimento turistico. 
Bolsena, lago di 
Situato nella conca di un cratere dei monti Volsini, è il più grande dei laghi italiani di origine vulcanica (superficie 114,5 km2, profondità massima 146 m); suo emissario è il fiume Marta. Vi emergono le due isole Bisentina e Martana. Le sue acque sono ricche di pesci.