Home page
Adone, L' Poema di G. Marino (1623). 
adònide, sf. Genere di piante erbacee e velenose. Appartiene alla famiglia delle Ranuncolacee. 
adonidìna, sf. Polvere amara e solubile in acqua con proprietà cardiotoniche e diuretiche estratta dall'Adonis vernalis
adònio, agg. Relativo ad Adone. 
adonìte, sf. Nome attribuito a una pentite lineare contenuta nell'Adonis vernalis. È un solido molto solubile in acque che fonde a 120 °C. 
adontaménto, sm. Sdegno profondo suscitato da un'offesa ricevuta, spesso unito al desiderio di soddisfazione o di vendetta. 
adontàre, v. v. tr. Recare onta. ~ offendere. 
v. intr. pron. Sdegnarsi, risentirsi. 
adoperàbile, agg. Che si può adoperare. 
adoperàre, o adopràre, v. v. tr. Fare uso, servirsi di; usare, impiegare. ~ avvalersi. 
v. rifl. Darsi da fare. ~ prodigarsi. <> disinteressarsi. 
adoperàto, agg. Non più nuovo. ~ usato. <> nuovo. 
adoràbile, agg. Degno di essere adorato; detto di persona amabile. ~ squisito. <> detestabile. 
adorabilménte, avv. In modo adorabile. 
adorànte, avv. Si dice di figura rappresentata nell'atto di adorare la divinità. 
adoràre, v. tr. 1 Tributare adorazione alle divinità. ~ venerare. adorare Dio. 2 Avere passione o entusiasmo per qualcosa. ~ prediligere. <> detestare. adorare un gruppo musicale. 3 Fare oggetto di grandissimo amore. <> aborrire. 
adoratóre, sm. 1 Chi adora. 2 Corteggiatore, ammiratore. ~ spasimante. 
adorazióne, sf. 1 L'adorare; culto dovuto a Dio. ~ devozione. 2 Amore grandissimo. <> disprezzo. 
adornaménto, sm. Abbellimento, ornamento. 
adornàre, v. v. tr. Fare più bello. ~ abbellire, addobbare. 
v. rifl. Farsi bello, vestirsi con cura. 
Adòrni, Vittorio (Parma 1937-) Ciclista italiano. È stato campione del mondo su strada (1968) e ha vinto un giro d'Italia (1965), un giro della Svizzera e un campionato italiano (1969), due giri di Romandia (1965 e 1967). 
adórno, agg. Abbellito con ornamenti. ~ decorato. <> sguarnito.