Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Primi esperimenti con la Carta d'Identità Elettronica (CIE)

  

Novità del sito: Generatore di password casuali

 

callìtriche Genere di piante erbacee appartenenti alla famiglia delle Callitricacee che crescono in acque stagnanti e in zone marittime. 
Callitrìcidi Famiglia di Scimmie Platirrine dell'America meridionale, di piccola taglia, con pelame molto folto, orecchie pelose, coda lunga e non prensile. 
callitrìs, sf. invar. Genere di piante arboree o arbustive appartenenti alla famiglia delle Cupressacee, comunemente chiamate cipressi australiani. 
càllo, sm. 1 Indurimento della pelle. ~ durone. 2 Abitudine. ~ consuetudine. 
Callorìnchidi Famiglia di Pesci Olocefali. 
callorìnco, sm. (pl.-chi) Genere di Pesci della famiglia dei Callorinchidi, detti anche pesci elefante per la loro prominenza cartilaginea a forma di proboscide. 
callòsi, sf. Carboidrato, la cui natura chimica non è ancora certa, che si deposita in grande quantità sulle piastre dei tubi cribrosi delle piante prima dell'inverno. 
callosità, sf. Qualità di ciò che è calloso. 
callóso, agg. 1 Pieno di calli. 2 Che presenta una durezza simile a quella dei calli. ~ indurito. <> liscio. 
Callot, Jacques (Nancy 1592-1635) Incisore francese. Tra le opere Serie dei Capricci (1617) e Serie degli Zingari (1621, Nancy, Biblioteca). 
calloviàno, agg. e sm. Di piano inferiore del giurassico superiore, compreso tra il batoniano e l'oxfordiano. 
callùna, sf. Genere di piante di brughiera della famiglia delle Ericacee, di cui il brugo, Calluna Vulgaris, è l'unica specie. 
càlma, sf. 1 Mancanza di vento. ~ bonaccia. <> tempesta. calma tropicale, zona priva di venti e umidità che caratterizza i tropici. 2 Silenzio, tranquillità. ~ quiete. <> tumulto. calma politica, periodo in cui non accadono fatti di grande rilievo. 3 Stato di serenità. ~ imperturbabilità. 4 Flemma, tranquillità. ~ placidità. <> agitazione. parlare con calma, senza fretta. 5 Esortazione a non impaurirsi. 
calmànte, agg. e sm. agg. Che calma. 
sm. Rimedio che calma il dolore e placa la tensione nervosa. ~ tranquillante. <> stimolante. 
calmàre, v. v. tr. Rendere calmo; placare, ammansire, sedare, attenuare, attutire. ~ quietare. <> eccitare, provocare. 
v. intr. pron. 1 Placarsi, tranquillizzarsi, ammansirsi. ~ quietarsi. <> agitarsi. 2 Attutirsi, diminuire. ~ sopirsi. <> aumentare. 
Calmàzzo Centro delle Marche situato sul Metauro a 154 m di altezza. Nelle vicinanze, nel 1502, Cesare Borgia fu vinto dall'esercito dei congiurati della magione. 
Calmette, Albert-Léon (Nizza 1862-Parigi 1933) Batteriologo francese. Realizzò una tecnica diagnostica basata sulla reazione allergica alla tubercolina e, in collaborazione con A. Guerin, mise a punto il siero antitubercolare (BCG) per la vaccinazione preventiva. Tra le opere La vaccinazione preventiva contro la tubercolosi (1927). 
calmieraménto, sm. 1 Il calmierare. 2 Misura o misure atte a calmierare. 
calmieràre, v. tr. Sottoporre a calmiere. 
calmieratóre, sm. (f.-trìce) 1 Che impone un calmiere. 2 Che frena l'aumento dei prezzi operando indirettamente come calmiere. 
<< indice >>