Home page
Comunìsmo Vetta (7.495 m) del Tagikistan, la più elevata nel massiccio del Pamir. 
comunìsmo, sm. Sistema politico, sociale ed economico basato sull'abolizione della proprietà privata dei mezzi di produzione e dei prodotti del lavoro. Ha assunto caratteristiche diverse nei tempi, da Platone a Tommaso Moro a Campanella; è passato da una concezione utopistica e di esaltazione della natura a un significato più storico e rivoluzionario, a seguito della rivoluzione industriale del XVIII sec. I primi teorici furono i socialisti utopisti come Babeuf, Saint-Simon, Fourier, Proudhon, Owen; il pensiero comunista fu poi precisato ed enfatizzato dall'opera di K. Marx e F. Engels, con un'analisi critica del sistema di produzione e sociale del capitalismo. Con l'opera Il Manifesto del Partito comunista (1848) venne esposta una prima strategia politica mirante, nel tempo, alla creazione di una società senza classi. In questa società, non esistendo più classi sociali distinte, lo stato stesso deve cessare di esistere, a favore della dittatura del proletariato e per mezzo della salita al potere della classe operaia. Tale strategia fu accettata nel 1871 dalla Prima Internazionale. La Seconda Internazionale (1889) riorganizzò partiti e sindacati europei in modo riformista. Fu dominata dal pensiero di Marx e si proponeva di abbattere il sistema capitalistico così come di migliorare le condizioni del lavoro e di promulgarne una legislazione internazionale. Nel 1919 la corrente rivoluzionaria, guidata da Lenin, si separò formando la Terza Internazionale cui aderirono sessanta partiti rivoluzionari. Essa fu fortemente accentratrice e si oppose con forza ai partiti socialdemocratici e riformisti. Fu sciolta da Stalin nel 1943. La Quarta Internazionale fu fondata a Parigi da Trockij dopo il distacco da Stalin, ma ebbe scarso successo. Il comunismo è stato quindi adattato e modificato, secondo le varie situazioni storiche, dal leninismo e dal maoismo in Russia e in Cina, nonché nei numerosi tentativi di socialismo reale fatti in Europa orientale, Africa e Asia nel XX sec. Il fallimento dell'esperienza sovietica ha prodotto una crisi del comunismo, culminata alla fine degli anni '80 nella dissoluzione del blocco comunista legato all'Unione Sovietica. 
comunìsta, agg., sf. e sm. (pl. m.-i) agg. Del comunismo. ~ marxista. <> capitalista. 
sm. e sf. 1 Seguace del comunismo. ~ bolscevico. 2 Relativo o appartenente a un partito comunista. ~ compagno. 
comunìstico, agg. (pl. m.-ci) Del comunismo. 
comunistizzàre, v. tr. Conquistare o ridurre al comunismo. 
comunità, sf. 1 Gruppo di persone che hanno notevoli cose da condividere. 2 Organizzazione operante come collettività. ~ associazione. 3 Comunanza. 
Comunità dégli Stàti Indipendènti => CSI 
comunitàrio, agg. Della comunità. ~ comune, collettivo, pubblico. <> personale, privato. 
comùnque, avv. e cong. avv. In ogni modo, in ogni caso. 
cong. 1 In qualunque, in qualsiasi modo. comunque vada a finire sono felice di questa esperienza. 2 Tuttavia. ~ però. è andata così, comunque non mi sembra il caso di drammatizzare
indice      
cón, avv., prep. e agg. inv.   - avv. Variante di com, troncamento di come usato in frasi comparative familiari e regionali. 
- prep. sempl. per introurre il termine a cui si riferisce una relazione o un rapporto: 1 di compagnia usciva spesso alla sera con la sua ragazza. 2 di unione andare a scuola con la cartella sulle spalle. 3 di possesso è un uomo con un bel capitale in banca 4 di modo l'ho fatto con difficoltà 5 di qualità aveva finalmente conosciuto l'uomo della sua vita con molte virtù e pochi difetti. 6 di circostanza non vado a scuola con la neve 7 di mezzo si muoveva spesso con la metropolitana in città. 8 di materia fatto con il legno 9 di limitazione. con il lavoro ora va meglio 10 di paragone o confronto non posso fare un raffronto con Luca trovo analogie con il suo racconto 11 di tipo concessivo o avversativo con tutto ciò che gli è capitato non ha rinunciato ai suoi impegni. 12 di altro genere; es.: corre con una tuta di cotone aveva litigato con tutti i suoi colleghi. 13 altrimenti espresso con un gerundio, se seguita dal verbo all'infinito col crescere cambiano i gusti ha finito col dargli ragione.
- in funz. di agg. inv. nel canottaggio, indica un equipaggio con timoniere: quattro con, otto con
Con gli occhi chiusi Romanzo di F. Tozzi (1919). 
Con l'amore non si scherza Commedia di A. de Musset (1834). 
Con le migliori intenzioni Film commedia, svedese (1992). Regia di Bille August. Interpreti: Samuel Froler, Pemilla Ostegren, Max von Sydow. Titolo originale: Den goda Viljan 
Con me e con gli alpini Opera di poesia di P. Jahier (1919). 
Con te e senza di te Opera di poesia di K. M. Simonov (1944). 
Cóna Comune in provincia di Venezia (3.358 ab., CAP 30010, TEL. 0426). 
CONAD Sigla di Consorzio Nazionale Dettaglianti. 
Conakry Città (706.000 ab.) della Guinea, capitale della repubblica e capoluogo dell'omonima regione. Si affaccia sull'oceano Atlantico ed è il principale porto del paese. Esporta bauxite, minerali di ferro e prodotti di piantagione. Industrie alimentari, tessili e meccaniche. Sede di un aeroporto intercontinentale. Fondata dai francesi nel 1884, rimase sotto il loro dominio fino all'anno 1958 quando divenne capitale della Guinea indipendente. 
Conan il barbaro Film d'avventura, americano (1981). Regia di John Milius. Interpreti: Arnold Schwarzenegger, Sandahl Bergman, Max von Sydow. Titolo originale: Conan the Barbarian