Home page
Concèsio Comune in provincia di Brescia (12.280 ab., CAP 25062, TEL. 030). Centro agricolo (coltivazione di frutta e viti) e industriale (prodotti chimici, metalmeccanici e cartari) della val Trompia. Gli abitanti sono detti Concesiani
concessionàrio, agg. e sm. 1 Che, chi è destinatario di un atto di concessione. 2 Che, chi è autorizzato a svolgere un'attività di vendita per conto di un'azienda maggiore. 
concessióne, sf. 1 Atto, effetto del concedere. ~ agevolazione. 2 Atto con il quale si conferisce, a uno o più soggetti, da parte della pubblica amministrazione, un diritto non posseduto precedentemente. La concessione può essere costitutiva se il diritto concesso non era esistente o traslativa se esisteva precedentemente. ~ licenza, autorizzazione. 3 Atto di un'azienda di concedere a terzi il diritto di svolgere un'attività coordinata di gestione dell'azienda sessa. ~ assegnazione, appalto. 4 Territorio in cui uno stato, pur mantenedovi la propria autorità, rinuncia ai suoi poteri di governo in favore di uno stato straniero. 5 L'ammettere una cosa come vera. 
concessìva, sf. Congiunzione o proposizione concessiva. 
concessìvo, agg. Che esprime concessione. 
concèsso, agg. Accordato. ~ ammesso. <> negato. 
concessóre, sm. Chi concede. 
concettàcolo, sm. Apparato di alcune piante crittogame contenente spore o gameti. 
concettìsmo, sm. 1 Tendenza artistica del Seicento che predilige espressioni letterarie ricche di metafore ardite e stravaganti. 2 Modo di scrivere elaborato e concettoso. 
concètto, sm. 1 Le caratteristiche essenziali di un cosa, un fenomeno, … come vengono percepite e catalogate dall'intelletto, o da una scienza. ~ rappresentazione mentale, idea, nozione. il c. di cane, formulare un c., lavoro di concetto (che richiede elevata attività intellettuale). 2 Opinione, idea. ~ giudizio. di lei mi ero fatto un concetto sbagliato. 3 Concezione. ~ visione. il concetto di ciņ che č bene e di ciņ che č male; il concetto marxista di storia. 4 Idea fondamentale che agisce da ispirazione. il concetto ispiratore di un'opera
Concetto dell'angoscia, Il Opera di filosofia di S. A. Kierkegaard (1844). 
Concetto di ironia, Il Opera di filosofia di S. A. Kierkegaard (1841). 
concettosaménte, avv. In modo concettoso. 
concettosità, sf. 1 L'essere concettoso. 2 Eccesso di concetti sottili. 
concettóso, agg. Pieno, denso di concetti. ~ difficile, macchinoso, ricercato. 
concettuàle, agg. Del concetto. ~ teorico, astratto, speculativo. <> concreto. 
concettualìsmo, sm. Atteggiamento teorico della scolastica, intermedio tra il realismo e il nominalismo: i concetti hanno una loro intima validità dovuta al fatto di essere oggetti della mente. 
concettualìsta, sm. e sf. Sostenitore del concettualismo. 
concettualistico, agg. (pl. m.-ci) Relativo al concettualismo. 
concettualizzàre, v. tr. Organizzare in concetti. ~ teorizzare.