Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Generatore di password casuali

  

Novità del sito: Bitcoin, blockchain e ... Libra

 

alchimìa, sf. 1 Pratica medievale che si proponeva di trasformare i metalli in oro e di trovare l'elisir di lunga vita. 2 Manovra sottile, capziosa, non chiara. ~ espediente. 
alchimìsta, sm. e sf. Chi esercitava l'alchimia. 
Alchimista, L' Dramma di B. Jonson (1610). 
alchimìstico, agg. Chi si riferisce all'alchimia e agli alchimisti. 
alchimizzàre, v. tr. Trasformare con procedimenti alchimistici. 
alchìno, sm. Ognuno dei carburi acetilenici insaturi, a triplo legame. Corrisponde alla formula generale CnH2n-2 ed è isomero degli idrocarburi dienici, contenenti cioè due doppi legami. Il nome è determinato dall'alcano relativo, con sostituzione del suffisso-ano in-ino. L'acetilene è un alchino essenziale in campo industriale. 
Alciàti, Andrèa (Alzate Brianza 1492-Pavia 1550) Giurista e letterato italiano. Dopo aver compiuto i propri studi a Bologna, si trasferì prima a Milano e poi in Francia, dove insegnò diritto civile ad Avignone e a Bourges. Divenne famoso in tutta Europa per le sue opere giuridiche (trattati di diritto canonico e commentari al Digesto) e per l'Emblemata (1531), una raccolta di allegorie morali illustrate. 
Alcibìade (Atene 450-404 a. C.) Esponente della nobile famiglia degli Eupatridi, discepolo di Socrate, si dedicò presto alla politica assumendo la guida del partito democratico. Nominato stratego, partecipò alla guerra del Peloponneso e spinse Atene ad allearsi con Argo contro Sparta, fino alla sconfitta di Mantinea (418). Nel 415 allestì una spedizione contro Siracusa ma, accusato di aver mutilato le erme sacre, fuggì a Sparta convincendola ad aiutare Siracusa contro la propria patria. Perso presto anche il favore di Sparta, rientrò ad Atene appoggiato dai democratici della flotta di Samo. Dopo le vittorie di Abido (411) e Cizico (410), ripristinò i privilegi di un tempo: eletto nuovamente stratego, divenne, praticamente, dittatore di Atene. Alcune sfortunate spedizioni segnarono il suo declino: costretto all'esilio, fu ucciso dai suoi avversari. 
àlcidi Famiglia di Uccelli dei Caradriformi, diffusa lungo le coste dei mari artici (Atlantico, Pacifico settentrionale, mar Glaciale Artico). Simili ai pinguini, hanno dimensioni piccole o medie, corpo tozzo, piedi palmati, ali ridotte, becco robusto. Ottimi nuotatori, si nutrono di pesci, plancton, molluschi, crostacei e vermi. Le specie più conosciute sono la pulcinella di mare, la gazza marina, le urie e l'alca, ormai estinta. 
alcifòrmi Genere di Uccelli marini tuffatori e rapidi volatori. 
Alcina Opera in tre atti di G. F. Händel, libretto anonimo (Londra, 1735). 
Alcìnoo Nella mitologia, re dei feaci. Accolse con ospitalità Ulisse naufrago (Odissea). Fu padre di Nausicaa. 
Alcionàri Ordine di Celenterati Antozoi marini e coloniali, con otto tentacoli e otto setti mesenterici. Appartiene alla sottoclasse degli Ottocoralli. 
Alcióne (astronomia) Stella di colore blu bianco, nella costellazione del Toro, riscontrabile nell'ammasso aperto delle Pleiadi. Ha magnitudine 3. 
Alciòne (mitologia) Nella mitologia, figlia di Eolo. Alla notizia del naufragio del marito si gettò in mare e fu trasformata da Zeus in uccello marino. Diede nome a una delle Pleiadi. 
alciònio, agg. 1 Relativo all'alcione. 2 Riferito dagli antichi greci alla parte orientale del golfo di Corinto. 
Alciòpidi Famiglia di Anellidi Policheti erranti adatti alla vita pelagica. Prendono nome dal genere Alciopa
àlclad, sm. Nome attribuito a una lega costituita di duralluminio rivestito di alluminio puro. 
Alcmàne (VII sec. a. C.) Poeta greco. Tra le opere Parteni, Peani, Inni (frammenti). 
alcmànio, agg. e sm. Relativo a un verso che si pensa inventato da Alcmane. 
<< indice >>