Home page
distaccàre, v. v. tr. 1 Rimuovere con forza, separare. ~ allontanare. <> attaccare, avvicinare. 2 Destinare a un distaccamento militare. il reparto fu distaccato in altra sede. 3 Trasferire per motivi di servizio. la scuola fu distaccata in pių sezioni distinte. 4 Acquistare vantaggio in una competizione sportiva. 
v. rifl. 1 Allontanarsi. ~ separarsi. <> avvicinarsi. aveva cominciato lentamente a distaccarsi da quelle amicizie. 2 Distinguersi per qualità o doti particolari, risaltare. ~ emergere. 3 Disaffezionarsi. 
distaccàto, agg. 1 Separato. ~ distanziare. 2 Indifferente. ~ noncurante. <> attaccato. 
distàcco, sm. (pl.-chi) 1 Il distaccare, il distaccarsi, l'essere distaccato. 2 Il sentirsi indifferente. ~ indifferenza. <> interesse. fu trattato con molto distacco da quelle persone. 3 Separazione. ~ allontanamento. <> avvicinamento. il distacco dalla famiglia č sempre poco piacevole. 4 Distanza tra due partecipanti a una competizione sportiva. il distacco dal gruppo degli inseguitori era aumentato ulteriormente
distàle, agg. Si riferisce alle parti di un organo più lontane dal centro del corpo, dall'asse del ramo o dalla radice di un arto. 
distànte, agg. e avv. agg. 1 Lontano nello spazio e nel tempo. ~ discosto. <> vicino. 2 Distaccato, indifferente. ~ riservato. <> partecipe. 3 Diverso. ~ differente. 
avv. Lontano. ~ discosto. <> vicino. 
distànza, sf. 1 Intervallo di spazio che intercorre tra due cose, luoghi o persone. ~ lontananza. <> vicinanza. 2 Intervallo di tempo. ~ periodo. 3 Nelle gare di corsa, la lunghezza del percorso. 4 Differenza, diversità. ~ disuguaglianza. <> somiglianza. 5 In matematica la distanza tra due figure è la lunghezza del segmento più breve avente estremi sulle due figure; vi possono comunque essere diverse definizioni del concetto di distanza  
distanziamènto, sm. Azione ed effetto del distanziare. 
distanziàre, v. tr. 1 Porre a una certa distanza. ~ allontanare. <> accostare, avvicinare. 2 Superare qualcuno in abilità, impegno ecc. 3 Conquistare vantaggio sull'avversario. ~ distaccare. 
distanziatóre, agg. e sm. agg. Che serve a distanziare. 
sm. Apparecchio che mantiene distanziati due o più pezzi. 
distanziomètrico, agg. (pl. m.-ci) Che serve per la misura della distanza. 
distanziòmetro, sm. Cannocchiale per misurare la distanza da un'asta graduata. 
distàre, v. intr. 1 Essere a una determinata distanza. 2 Discordare. ~ divergere. 
disteleologìa, sf. Teoria filosofica che nega l'idea di finalità della natura e quindi le teorie finalistiche, dopo aver verificato l'esistenza di organi senza alcuna funzionalità. 
distèndere, v. v. tr. 1 Allungare o allargare cose piegate o ristrette. ~ dispiegare. <> piegare. 2 Rendere meno teso. ~ allentare. <> tendere. 3 Mettere a giacere. ~ coricare, sdraiare. <> alzare, rizzare. 4 Fare un sottile strato di qualcosa. 5 Rilassare. ~ calmare. <> agitare. 
v. intr. pron. Estendersi, allargarsi. ~ spargersi. <> raccogliersi. 
v. rifl. 1 Mettersi a giacere. ~ sdraiarsi. <> alzarsi. 2 Dilungarsi. 3 Riposarsi. ~ rilassarsi. 
distène, sm. Sinonimo di cianite. 
distensióne, sf. 1 Il distendere e il distendersi. 2 Allentamento di una tensione. ~ relax, rilassamento. 
distensìvo, agg. Atto a distendere; che produce una distensione. ~ rasserenante, rilassante. <> faticoso, pesante. 
distésa, sf. 1 L'insieme delle cose distese una accanto all'altra. 2 Grande estensione. ~ piana, pianura. 
distesaménte, avv. 1 A distesa. 2 Con abbondanza di particolari. ~ diffusamente. 
distéso, agg. 1 Steso, allungato. ~ sdraiato. <> dritto, eretto. 2 Di luogo, spazioso. ~ ampio. 3 Che giace. ~ coricato.