Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)


Logo Blia.it

Novità del sito: Generatore fogli di cartelle per tombola

  

Novità del sito: Spesa pubblica - rendiconti Ministeri 2017

disùtile, agg. e sm. 1 Non utile. ~ inutile. <> utile. 2 Di persona, inetto. ~ ozioso. 
disutilità, sf. L'essere disutile. <> utilità. 
disvèllere, v. tr. Svellere, strappare. 
disvestìre, v. tr. 1 Svestire. 2 Liberare. 
disviàre, v. v. tr. Far uscire di strada. 
v. intr. Deviare. 
disvitaminòsi, sf. Difetto di produzione o di apporto di vitamine. 
disvogliàre, v. tr. Far perdere la voglia o l'interesse. 
disvolére, v. tr. 1 Non volere più quello che si voleva prima. 2 Cambiare volontà. 
ditàle, sm. Piccolo cappuccio usato per proteggere il dito quando si usa l'ago. 
ditalìno, sm. Tipo di pasta da minestra. 
ditàta, sf. 1 Segno lasciato da un dito. 2 Colpo dato con un dito. 
Dìte Personaggio mitologico, dio romano della ricchezza e dell'oltretomba. Fu l'identificazione del greco Plutone. 
diteggiàre, v. v. tr. Marcare le note con cifre corrispondenti al dito che le esegue. 
v. intr. Muovere opportunamente le dita per eseguire un pezzo musicale. 
diteggiatùra, sf. Atto e tecnica del diteggiare. 
diteìsmo, sm. Credenza in due dei uguali, uno buono e uno malvagio. 
ditio- Prefisso di vocaboli chimici indicante la presenza di due atomi di zolfo nella molecola. 
ditiràmbico, agg. (pl. m.-ci) 1 Relativo al ditirambo. 2 Esagerato, sperticato. ~ eccessivo. 
ditiràmbo, sm. 1 Canto corale in onore del dio dell'antica Grecia Dionisio. 2 Componimento discorsivo destinato a lodare con entusiasmo. 
Il ditirambo era accompagnato da musiche e danze, per esaltarne il carattere orgiastico. Aristotele afferma che sia all'origine della tragedia. Nelle letterature moderne è un componimento polimetro gioioso e vivace legato al tema dell'ebbrezza e dell'allegrezza conviviale. In Italia venne introdotto G. Chiabrera, anche se il capolavoro fu il Bacco in Toscana di F. Redi. 
Ditirambo della rosa Dramma di A. Sikelianos (1932). 
ditìsco, sm. Genere di Insetti coleotteri (Dytiscus), il cui principale esponente è il Dytiscus marginalis, lungo quasi 4 cm, di forma ovale e di colore verde-giallastro. Vola di notte ed è buon nuotatore. Le larve sono note per la loro voracità. 
<< indice >>