Home page
eclogìte, sf. Roccia metamorfica compatta di colore verde scuro; molto pesante è composta di omfacite e di granato. 
èco, sf. o sm. (pl. gli echi) 1 L'insieme dei commenti provocati da una notizia. ~ risonanza. 2 Ripetizione di un suono dovuta al rifrangersi di un'onda contro un ostacolo. ~ echeggiamento. 
Èco Personaggio mitologico, ninfa abitante dei monti. L'amore non corrisposto per Narciso la consumò, cosicché di lei rimase solo la voce. 
Èco, Umbèrto (Alessandria 1932-) Saggista e romanziere. Laureato in filosofia, dal 1971 insegna semiotica all'università di Bologna. La sua indagine è concentrata sui rapporti fra il testo narrativo e il lettore, con studi come Opera aperta (1962), La struttura assente (1968), Lector in fabula (1979), I limiti dell'interpretazione (1990) e Sei passeggiate nei boschi narrativi (1994). Con la pubblicazione de Il nome della rosa (1980) si è consacrato il successo mondiale di Eco. Si tratta di un romanzo che, su un intreccio da libro giallo ambientato nel Medioevo, innesta le problematiche filosofiche e politico-religiose che stanno a cuore all'autore (Eco ha compiuto ricerche sul Medioevo fin dalla sua tesi di laurea). Il successo del libro ha ispirato anche un film. Un notevole successo hanno riscosso altri due romanzi recenti: Il pendolo di Foucault (1988) una discussione sulla natura della verità incorporata nella forma di un romanzo (struttura con qualche analogia con Il nome della rosa) e L'isola del giorno prima (1994), storia di un giovane naufragato nei pressi della linea del cambiamento di data. 
ecobusiness, sm. invar. Possibilità di guadagno in campo ecologico. Il termine è usato con accezione negativa per identificare un'attività che tenda ad apportare vantaggi personali speculando sull'interesse suscitato dall'ecologia. 
ecocardiografìa, sf. Esame medico basato su ultrasuoni usato per accertare la presenza di lesioni al cuore o alle arterie. 
ecocatàstrofe, sf. Disastro ecologico di ingenti proporzioni. 
ecocìdio, sm. Distruzione dell'ambiente naturale. 
ecogoniòmetro, sm. Apparecchio marittimo che localizza i corpi immersi e misura le distanze subacquee. Fu inventatonel 1917 dal fisico francese Paul Langevin. 
ecografìa, sf. Esame medico basato sulla rilevazione dell'eco prodotta da onde ultrasoniche nell'attraversare la zona da esplorare. L'eco è differente a seconda del tipo di tessuto e del suo stato; i dati, analizzati da un computer, sono mostrati su un monitor in tempo reale. 
ecògrafo, sm. 1 Strumento marittimo costituito da un ecometro fornito di dispositivo registratore. 2 Apparecchio ultrasonico usato per l'ecografia. 
ecòide, sm. Unità ecologica elementare costituita da un organismo e dal suo habitat. 
ecolalìa, sf. Disturbo del linguaggio consistente nella meccanica ripetizione di parole o frasi. 
ecologìa, sf. 1 Tutela dell'ambiente naturale. 2 Branca della biologia che, attraverso l'analisi delle condizioni biologiche e chimico fisiche, dei cicli biogeochimici delle catene alimentari, studia le relazioni tra gli organismi viventi e l'ambiente che li circonda. 
ecològico, agg. (pl. m.-ci) Relativo all'ecologia. ~ ambientale. 
ecologìsta, sm. e sf. (pl. m.-i) Ambientalista. ~ verde. 
ecologìstico, agg. (pl. m.-ci) Da ecologista o di ecologisti. 
ecòlogo, sm. (pl.-gi) Studioso di ecologia. 
ecòmetro, sm. Apparecchio marittimo subacqueo usato per rilevare l'andamento del fondo marino o per localizzare corpi sommersi. 
econimicità, sf. Rispondenza a un impiego oculato dei mezzi.