Home page
edàce, agg. Che divora. 
edàfico, agg. (pl. m.-ci) Relativo ai fattori esterni legati al suolo che influiscono la distribuzione degli esseri viventi. 
edafìsmo, sm. Distribuzione della vegetazione spontanea in relazione alla presenza qualitativa e quantitativa nel suolo di elementi nutritivi. 
Edberg, Stefan (1966-) Tennista svedese. Vinse numerosissimi titoli tra cui Wimbledon (1988 e 1990), gli Open d'Australia (1985 e 1987), il Master (1989) e gli Open Usa (1991 e 1992). 
Edda Titolo di due raccolte poetiche della letteratura scandinava ritrovate dal vescovo islandese B. Sveinsson nella biblioteca di Copenaghen nel 1643. 
Edda antica o poetica 
Una raccolta di ventinove carmi, composta dal IX al XIII sec., importante testimonianza della cultura e della mitologia nordica precristiana. 
Edda di Snorri o in prosa 
Un trattato di arte poetica e di mitologia redatto dall'islandese Snorri Sturluson (1179-1241). 
Eddington, Arthur Stanley (Kendal 1882-Cambridge 1944) Astronomo inglese. Si occupò dello studio dell'evoluzione stellare e scrisse Spazio, tempo e gravitazione (1920). 
Ede Città (285.000 ab.) della Nigeria, nello stato di Oyo. 
Edelman, Gerald (New York 1929-) Immunologo statunitense. Compì importanti studi sulla genetica della risposta immunitaria e sulle neuroscienze. Insieme a R. R. Porter, nel 1972 fu insignito del premio Nobel. 
edelweiss, sm. invar. Nome comune del Leontopodium alpinum, pianta erbacea di montagna nota per i suoi fiori. Appartiene alla famiglia delle Composite. ~ stella alpina. 
edèma, sm. Condizione in cui è presente un abnorme accumulo di liquido nei tessuti, che comporta un anomalo rigonfiamento degli organi interessati, cui seguono alterazioni della composizione del sangue e dei tessuti colpiti. 
edematóso, agg. Che ha natura di edema o che è affetto da edema. 
Edèmeridi Famiglia di Insetti Coleotteri Eteromeri; comprende circa 600 specie distribuite in tutto il mondo. 
èden, sm. Paradiso terrestre, luogo di delizie. ~ eldorado. 
Eden, Robert Anthony (Windlestone 1897-Alvediston 1977). Uomo politico britannico. Deputato conservatore dal 1923, fu ministro degli esteri nel 1935. Si dimise nel 1938 opponendosi alla politica del primo ministro Chamberlain mirante a un compromesso con il regime hitleriano. Stretto collaboratore di Churchill fu di nuovo ministro degli esteri (1940-1945 e 1951-1955). Divenne primo ministro nel 1955 e nel 1957 si ritirò dalla vita politica per le ripercussioni della crisi di Suez. 
edènico, agg. (pl. m.-ci) Paradisiaco. 
edenìte, sf. Varietà di orneblenda povera di ferro, simile all'attinoto. Prende il nome dalla città americana di Edenville. 
èdera, sf. Pianta rampicante (Hedera helix), sempreverde, della famiglia delle Araliacee e dell'ordine delle Policarpiche; ha foglie coriacee, variegate e, per mezzo di radici aeree, si abbarbica su qualsiasi sostegno. 
Edge Isola della Norvegia, nel mar di Barents. 
EDI Sigla di Editrice Industriale. 
edìcola, sf. 1 Chiosco per la vendita di giornali, riviste e periodici. 2 Tempietto contenente immagini sacre o statue. 3 Cappella. ~ tabernacolo.