Home page
Einstein on the beach Opera in quattro atti e cinque intermezzi di Ph. Glass e B. Wilson, testo di C. Knowels, L. Childs e S. Johnson (Avignone, 1976). 
Einstein on the beach Opera in quattro atti e cinque intermezzi di Ph. Glass e B. Wilsoneinsteiniàno, agg. Che si riferisce alle teorie di Einstein. 
einsteinio, sm. Elemento transuranico avente peso atomico 252, numero atomico 99 e simbolo Es. Insieme ad attinio, torio, protoattinio, uranio, nettunio, plutonio, americio, curio, berkelio, californio, fermio, mendelevio, nobelio e laurenzio, l'einsteinio appartiene al gruppo degli attinidi. Inesistente in natura, è un isotopo prodotto nel corso delle esplosioni termonucleari oppure, in quantità infinitesimali, nei reattori nucleari per effetto del bombardamento prolungato del plutonio. 
Einthoven, Willem (Samarang 1860-Leida 1927) Fisiologo olandese. Nel 1924 fu insignito del premio Nobel per la creazione dell'elettrocardiografo. 
Eire => ¤Irlanda¤ 
Eisenhower, Dwight David (Denison 1890-Washington 1969) Militare e politico statunitense, comandante supremo delle forze americane diresse, durante la seconda guerra mondiale, le più importanti operazioni belliche. Dallo sbarco in Marocco e Algeria nel 1942 allo sbarco in Sicilia nel 1943. Organizzò e guidò lo sbarco in Normandia come comandante di tutte le forze alleate. Candidato dal partito repubblicano fu eletto presidente degli Stati Uniti nel 1953 e rieletto nel 1956. La crisi cubana caratterizzò l'ultimo periodo del suo mandato presidenziale. 
Eisenstaedt, Alfred (Dirschau 1898-Martha's Vineyard 1995) Fotografo tedesco. Nel 1935 emigrò negli USA dove lavorò per Life. Scattò 3.500 famose immagini della guerra d'Abissinia. 
Eisenstein, Ferdinand Gotthold Max (Berlino 1823-1852) Matematico tedesco. Insegnò a Berlino e si occupò di ricerche sulla teoria dei numeri. 
Eisner, Kurt (Berlino 1867-Monaco 1919) Politico tedesco. Di ideologia social-democratica, dal 1918 fu presidente del consiglio della repubblica democratica e sociale di Baviera di modello sovietico. Morì ucciso da un nazionalista. 
Eitoku, Kano (Yamashiro 1543-Kyoto 1590) Pittore giapponese. Tra le opere Paravento con immagini di leoni cinesi (Tokyo, Collezioni imperiali). 
Ejzenstein, Sergej Michajlovic (Riga 1898-Mosca 1948) Regista e teorico del cinema sovietico realizzò opere cinematografiche di notevole potenza narrativa con inquadrature di forte emotività evidenziate da una tecnica di montaggio innovativa, come Sciopero (1924), La corazzata Potėmkin (1925), Ottobre (1927), Aleksandr Nevskij (1938), Ivan il Terribile (1943-1944), La congiura dei Boiardi (1944-1945). Incompiuto restò Que viva Mexico! del 1931. 
Ek, Mats (Stoccolma 1945-) Ballerino e coreografo svedese. Fu allievo di M. Cunningham. 
Ekibastuz Città (139.000 ab.) del Kazakistan, nella provincia di Pavlodar. 
El Al Israel Airlines Compagnia aerea israeliana che svolge regolari servizi di collegamento tra Tel Aviv e le principali città europee, degli USA, del Canada. Fu fondata nel 1948. 
El barchett de Boffalora Commedia di C. Arrighi (1870). 
El Oro Provincia (413.000 ab.) dell'Ecuador, capoluogo Machala. 
El Paraíso Dipartimento (277.000 ab.) dell'Honduras, capoluogo Yuscar´n. 
El Paso Città (515.000 ab.) degli USA, nello stato del Texas, sul fiume Rio Grande. Centro commerciale, industriale e importante nodo ferroviario e stradale. Le risorse economiche sono rappresentate dalle raffinerie di petrolio e dalle industrie alimentari, tessili, metalmeccaniche e dei materiali da costruzione. L'agricoltura produce cotone, frutta, verdura ed è sviluppato l'allevamento bovino. Sede di un aeroporto, di un'università e di due musei che raccolgono antichi reperti delle tribù di pellerossa della regione. 
El Salvador Repubblica dell'America centrale, confina a est e a nord-est con l'Honduras, a nord-ovest con il Guatemala e si affaccia a sud all'oceano Pacifico. 
El Salvador occupa una sezione del versante Pacifico dell'America centrale, compresa tra il Rio Paz e il golfo di Fonseca. Il suo territorio è occupato in prevalenza da un vasto altopiano centrale che va dai 1.000 ai 1.500 m di altitudine, percorso da due catene vulcaniche, dove le cime più alte si hanno nei crateri più giovani di Santa Ana (2.385 m) e San Miguel (2.130 m), oltre a San Vincente (2.178 m) e San Salvador (1.950 m). 
La rete idrografica comprende numerosi piccoli fiumi; il solo praticamente utilizzabile per la navigazione leggera è anche il più lungo, il Rio Lempa, che nasce nel Guatemala, tocca l'Honduras, quindi sfocia nel Pacifico. Alcuni laghi, come l'Ilopango, occupano i crateri spenti nelle catene vulcaniche. 
Il clima è tropicale e moderato dai venti dal Pacifico e dagli alisei, con precipitazioni attorno i 1.500 mm all'anno, e temperature elevate, più miti nelle zone interne. 
La capitale è San Salvador, posta sull'altopiano (657 m) alle pendici del vulcano omonimo. Città centro di comunicazione per la rete stradale, ferroviaria e aerea. Altre città sono Santa Ana e San Miguel. 
L'economia si fonda sull'agricoltura: El Salvador è, insieme al Guatemala, il massimo produttore di caffè dell'America centrale. Rilevante le produzioni del cotone, della canna da zucchero, del sesamo e del tabacco, che danno origine al settore industriale connesso (zuccherifici, birrerie, fabbriche alimentari). Presente anche una piccola percentuale di industrie tessili, chimiche e calzaturiere. 
STORIA Conquistata dalla Spagna nel XVI sec., la regione è annessa alla Capitaneria generale del Guatemala. Nel 1822, dopo la proclamazione dell'indipendenza (1821), il paese è aggregato al Messico. Negli anni dal 1823-1824 al 1838 esso è una delle Provincie Unite dell'America centrale. Nel 1841 El Salvador diventa una repubblica. Verso la fine del XIX sec., il paese conosce una serie di conflitti tra liberali e conservatori. 
Nel 1931 il generale Maximilano Hern´ndez Martínez impone la propria dittatura che dura fino al 1944. All'inizio degli anni '50, sotto la presidenza del colonnello Oscar Osorio, vengono portate avanti riforme sociali. Dal 1960 al 1980 si succedono al potere i militari. Nel 1969 la guerra del football oppone il Salvador all'Honduras. Nel 1972 i militari impongono il proprio candidato contro quello dell'opposizione, José Napóleon Duarte. Si sviluppano da allora guerriglia e terrorismo. 
Nel 1980 un colpo di stato, porta Duarte alla guida dello stato. Eletto presidente della repubblica nel 1984, egli si sforza di portare avanti un processo di pace nel paese. A partire dal 1987, il Salvador firma con il Costa Rica, il Guatemala, l'Honduras e il Nicaragua accordi tesi a ristabilire la pace nell'America centrale. Nel 1989 viene eletto alla presidenza della repubblica Alfredo Cristiani, candidato dell'estrema destra. Tre anni più tardi, i negoziati tra il governo e la guerriglia sfociano in un accordo di pace che mette fine a undici anni di guerra civile. Nel 1994 viene eletto alla guida dello stato Armando Calderón Sol, dell'estrema destra. 
Abitanti-5.700.000 
Superficie-21.041 km2 
Densità-270,9 ab./km2 
Capitale-San Salvador 
Governo-Repubblica presidenziale 
Moneta-Colón 
Lingua-Spagnolo, parlato il nahua e il maya 
Religione-Cattolica, protestanti