Home page
Elatèridi Famiglia di Insetti Coleotteri diversicorni con cranio racchiuso nel protorace. Rimbalzando grazie a un dispositivo particolare riescono a saltare. 
Elatinàcee Famiglie di piante cosmopolite con due generi e venticinque specie diffuse nei terreni paludosi. 
elàtivo, agg. Che esprime il più alto grado di qualcosa. ~ assoluto. 
Elâzig Città (212.000 ab.) della Turchia, capoluogo della provincia omonima. 
Élba Fiume dell'Europa centrale (1.165 km, bacino 144.000 km2), in gran parte navigabile. Nasce dai monti dei Giganti, nella Repubblica ceca, percorre il bassopiano boemo e dopo la confluenza con la Moldava, entra in Germania. Bagna Dresda e, dopo aver attraversato Amburgo, si getta nel mare del Nord. 
Élba, ìsola d' La maggiore isola dell'arcipelago toscano, nel mar Tirreno (224 km2, 28.000 ab.), separata dalla costa dal canale di Piombino. Lunga 27 km e larga 18 l'isola, in provincia di Livorno, ha territorio montuoso con coste alte e frastagliate. Campo nell'Elba, Capoliveri, Marciana, Marciana Marina, Portoferraio, Porto Azzurro, Rio Marina e Rio nell'Elba, sono gli otto comuni in cui è suddivisa l'isola. Collegamenti marittimi con Piombino e Livorno. Il clima mite favorisce l'attività turistica. Altre risorse sono l'agricoltura (vite, olivo, frutta) e l'industria estrattiva del ferro. 
Abitata fin dalla preistoria esistono nell'isola tracce di cultura neolitica. Conquistata dai romani che ne fecero una base navale, fu in seguito invasa dai longobardi, pisani e genovesi, dal 1284 al 1309. Possedimento della famiglia Appiani, fece parte del principato di Piombino (1339) e nel 1546 fu venduta da Carlo V a Cosimo I de' Medici. Ceduta dagli spagnoli ai francesi con la pace di Amiens (1802), fu indipendente sotto Napoleone dal 1814 al 1815 e in seguito assegnata al granducato di Toscana e quindi nel 1860 unita al regno d'Italia. 
Élba-Havel Canale che unisce i fiumi Elba e Havel presso Brandeburgo. 
Élba-Lubècca Canale della Germania, nello Schleswig-Holstein, che collega il fiume Elba con Lubecca sul mar Baltico. 
elbàno, agg. e sm. 1 Abitante o nativo dell'isola d'Elba. 2 Relativo all'isola d'Elba. 
Elbasan Città (83.000 ab.) dell'Albania, nella valle del fiume Shkumbin. Capoluogo del distretto omonimo. 
Elblag Città (127.000 ab.) della Polonia, capoluogo del voivodato omonimo. 
Elbrus Il vulcano (5.642 m) spento più elevato della Georgia, nella parte centrale del Caucaso. È costituito da due crateri. Area turistica di soggiorno e dello sport alpino. 
Elburz Il sistema montuoso più elevato dell'Iran. Vetta più elevata il vulcano Damavand (5.605 m). 
élce, sm. e sf. Leccio. 
elcesaìti, o elcasaìti Membri di una setta giudeo cristiana sorta nel II-III sec. sulle sponde del Mar Morto. Credevano nella trasmigrazione delle anime e osservavano la legge mosaica. 
Elche Città (185.000 ab.) della Spagna, nella provincia di Alicante. 
El-Djelfa Città (89.000 ab.) dell'Algeria, capoluogo del wilaya Dielfa. 
eldoràdo, sm. Luogo di abbondanza e di ricchezza. ~ cuccagna, bengodi. 
Eldorado Film western, americano (1967). Regia di Howard Hawks. Interpreti: John Wayne, Robert Mitchum, James Caan. Titolo originale: El Dorado 
Elèa Città lucana della Magna Grecia, alla foce del fiume Alento. Fu patria di Parmenide e di Zenone. 
Scuola di Elea 
Scuola filosofica fondata da Senofane di Colofone che ebbe come maggior rappresentante Parmenide. Successivamente vi operò Zenone, celebre per i suoi paradossi. La scuola marcò per prima la differenza fra il mondo dei sensi e quello intelligibile. Da essa trassero spunti sia Platone sia Aristotele.