Home page
Elettra o la caduta delle maschere Dramma di M. Yourcenar (1954). 
elettràuto, sm. invar. 1 Negozio per la vendita di materiale elettrico per autoveicoli. 2 Officina per la riparazione di impianti elettrici di automobili. 3 Addetto a tali riparazioni. 
elettricaménte, avv. Dal punto di vista elettrico. 
elettricìsta, sm. (pl.-i) Chi si occupa di apparecchiature o impianti elettrici. 
elettricità, sf. 1 Insieme dei fenomeni e delle proprietà fisiche cui partecipano le cariche elettriche sia in quiete che in moto. 2 Tensione. ~ irrequietezza. <> tranquillità. 
elèttrico, agg. e sm. (pl. m.-ci) agg. 1 Relativo all'elettricità. 2 Mosso da elettricità. 3 Di colore azzurro vivo. 4 Nervoso. ~ teso. <> calmo. 
sm. Lavoratore dell'industria elettrica. 
elettrificàre, v. tr. Sostituire la forza motrice elettrica a una di un altro tipo. 
elettrificazióne, sf. L'elettrificare o l'effetto. 
elettrizzàbile, agg. Che può elettrizzarsi o che può essere elettrizzato. 
elettrizzànte, agg. Entusiasmante. ~ eccitante. 
elettrizzàre, v. tr. 1 Suscitare nei corpi l'elettricità. ~ caricare. <> esaurire, scaricare. 2 Rendere irrequieto, eccitare. ~ entusiasmare. <> smorzare. 
rifl. 1 Caricarsi di elettricità. 2 Entusiasmarsi. 
elettrizzàto, agg. 1 Che ha subito un processo di elettrizzazione. 2 Eccitato. ~ euforico. 
elettrizzazióne, sf. L'elettrizzare o l'effetto. 
elèttro, sm. 1 Lega naturale o artificiale di oro e di argento. 2 Ambra. 
elettroacùstica, sf. Studio della ricezione e riproduzione di suoni per mezzo di apparecchi elettrici. 
elettroanàlisi, sf. Metodo chimico di analisi che consiste nell'elettrolisi di una soluzione di un sale con separazione di un metallo. 
elettrobìsturi, sm. Apparecchio chirurgico che incide i tessuti coagulando contemporaneamente il sangue. 
elettrocalamìta, sf. Pezzo di ferro che diventa calamita quando è avvolto in un filo di rame per cui passi una corrente elettrica. 
elettrocardiografìa, sf. Registrazione grafica dei fenomeni elettrici collegati con l'attività cardiaca. 
elettrocardiògrafo, sm. Apparecchio per la registrazione degli impulsi elettrici del cuore. Fu inventato nel 1887 dal tedesco Augustus Waller e fu perfezionato successivamente dal fisiologo William Einthoven.