Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Generatore di password casuali

  

Novità del sito: Generatore di password casuali

 

gallatùra, sf. Atto del fecondare le uova. 
Galle Città (84.000 ab.) dello Sri Lanka, sull'oceano Indiano. Capoluogo del distretto omonimo e della provincia Meridionale. 
Galle, Johann Gottfried (Pabsthaus 1812-Potsdam 1910) Astronomo tedesco, scoprì nel 1846 Nettuno, sulla base dei calcoli eseguiti dal francese U. Le Verrier; questi erano relativi alle perturbazioni gravitazionali subite da Urano. Elaborò un sistema di misurazione delle distanze del sistema solare, osservando la parallasse degli asteroidi. 
galleggiàbile, agg. Che sta a galla. 
galleggiabilità, sf. Capacità di un corpo di stare a galla in un liquido. 
galleggiaménto, sm. Il galleggiare. linea di galleggiamento, linea tracciata sui fianchi di una nave per indicare il limite di immersione del natante, oltre il quale si corrono rischi nella navigazione. 
galleggiànte, agg. e sm. agg. Che galleggia. ~ inaffondabile, fluttuante. 
sm. 1 Natante privo di mezzi di propulsione. 2 Oggetto che sta o tiene a galla. 
galleggiàre, v. intr. 1 Stare a galla. ~ nuotare. <> affondare. 2 Cavarsela, tirare avanti. ~ sopravvivere. 
galleggiàre, v. intr. 1 Stare a galla. ~ nuotare. <> affondare. 2 Cavarsela, tirare avanti. ~ sopravvivere. 
gallerìa, sf. 1 Passaggio artificiale sotterraneo che consente la continuità di una strada, di una ferrovia o di una via d'acqua. ~ cunicolo. 2 Serie di ambienti contigui in cui sono raccolte o esposte opere d'arte. ~ esposizione. 3 Ampio passaggio coperto per i pedoni. 4 Ordine di posti che sovrasta la platea. ~ loggione. 
Gallerìa dégli Spècchi Grande galleria costruita nel castello di Versailles da Mansart dal 1678 al 1684. Ha diciassette finestre alle quali corrispondono diciassette arcate rivestite di specchi. 
gallerìsta, sm. Chi gestisce una galleria d'arte. 
Galles Regione storico-geografica (2.860.000 ab., 20.768 km2) che, insieme a Scozia e Inghilterra, costituisce la Gran Bretagna. A livello amministrativo è diviso in otto contee. Il suo territorio montuoso, consistente in una penisola tozza che si estende dalla baia di Liverpool al canale di Bristol, si protende verso l'Irlanda dalla quale è separato dal canale di San Giorgio. Modesta è l'attività agricola (avena, patate e orzo), buona la pesca (aringhe, sgombri e merluzzi) e notevole l'attività industriale e lo sfruttamento dei giacimenti di carbone e di minerali di ferro. Oltre al capoluogo Cardiff, i centri principali sono Newport, Swansea, Wrexham. Fu patria dei celti cambri, che si opposero strenuamente all'invasione romana e a quella anglosassone. Nel 1284 il Galles fu annesso alla corona d'Inghilterra da Edoardo I (statuto di Rhuddalan). 
Principe di Galles 
1 Tessuto, generalmente di lana, costituito da un fondo in filato mélange e da filati in tinta unita contrastanti. 2 Titolo del figlio primogenito del re di Gran Bretagna. 
Gallése Comune in provincia di Viterbo (2.807 ab., CAP 01035, TEL. 0761). 
gallése, agg. e sm. agg. Relativo al Galles (regione della Gran Bretagna). 
sm. Abitante del Galles. 
gallétta, sf. Biscotto di pasta di pane di forma schiacciata. ~ cracker. 
gallétto, sm. 1 Gallo giovane. 2 Chi fa il bello e galante con le donne. 
gàlli Popolazione antica della Gallia, attuale Francia, così denominati dai romani che vi includevano diversi ceppi celtici fra cui gli originari e antichi primi colonizzatori: allobrogi, senoni, lingoni, sequani, boi, remi e salluvi. Cisalpini furono i conquistatori della pianura padana e transalpini quelli al di là delle Alpi. Nel IV sec. a. C. scesero a Roma e nei Balcani fino in Galizia. Sottomessi da Cesare e organizzati da Augusto in tre provincie, Aquitania, Belgica e Lugdunense, costituirono il regno autonomo delle Gallie nel 258, dopo le invasioni di franchi e alemanni; il regno durò fino al 273 e fu disgregato dalle definitive invasioni dei barbari (franchi, visigoti, alamanni e burgundi). 
Gàlli, Dìna (Milano 1875-Roma 1951) Attrice teatrale. Interpretò Scampolo di Nicodemi e Felicita Colombo di Adami. 
Gàllia Antica regione storica della Francia occidentale, così chiamata dai romani, dai quali fu divisa in Cisalpina e Transalpina, rispettivamente al di qua e al di là delle Alpi. La prima comprendeva l'attuale Italia settentrionale (tranne il Veneto e la Liguria) ed era abitata da popolazioni di origine celtica, con commistioni di altre razze, quali quella ligure, veneta ed etrusca. Venne conquistata dai romani nel 222 a. C. che la divisero poi in Cispadana (da Pisa al Po) e Transpadana (dal Po alle Alpi). Subì in seguito altre dominazioni, tra cui quella dei longobardi e dei franchi. La Gallia Transalpina, estesa a comprendere i territori dell'attuale Francia, Belgio, Svizzera e Germania a ovest del Reno, era abitata dai celti, dai galli, dagli iberi e dai cimbri; Augusto nel 27 a. C. la suddivise in varie province, l'Aquitania, la Lionese, la Belgica e la Narbonese. 
<< indice >>