Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Bitcoin, blockchain e ... Libra

  

Novità del sito: Bitcoin, blockchain e ... Libra

 

Acalèfi Classe di Celenterati più conosciuti con il nome di Scifozoi. 
Acantàcee Famiglia di piante di cui l'acanto è il genere principale. 
Acantàri Sottordine di Protozoi Radiolari con scheletro costituito da spicole di celestina (solfato di stronzio). 
acanthopanax, sm. invar. Genere di piante arboree o cespugliose provenienti dalla Cina e dal Giappone. Appartiene alla famiglia delle Araliacee. 
acanthophis, sf. invar. Genere di serpenti velenosi con la coda munita di squame spinose. Appartiene alla famiglia dei Colubridi. 
Acantìdi Famiglia di Insetti Emitteri eterotteri cui appartengono numerose cimici. 
acànto, sm. Angiosperma (Acanthus mollis) della famiglia delle Acantacee e dell'ordine delle Tubiflore; viene coltivata soprattutto per scopi ornamentali, è tipica dei luoghi poco assolati della zona mediterranea. Le larghe foglie pennate e lobate, suggerirono il motivo ornamentale del capitello corinzio. 
Acantocèfali Gruppo di vermi riuniti nel tipo omonimo, del sottoregno dei Metazoi, per un totale di circa 500 specie, prive di apparato boccale e parassiti di un artropodo nella vita giovanile e poi di un animale superiore (pesce, uccello, mammifero). Hanno proboscide retrattile uncinata. 
Acantòdi Ordine di Pesci fossili placodermi vissuti tra il Siluriano superiore e il Permiano. 
acantolìsi, sf. Perdita di coesione delle cellule dello strato spinoso dell'epidermide. 
acantopèlvi, sf. Presenza nel bacino di sporgenze ossee causata dal rachitismo. 
acantòsi, sf. Malattia le cui caratteristiche sono la rugosità della pelle, la pigmentazione anormale e la presenza di vegetazioni papillomatose. 
acantòsi, sf. Malattia le cui caratteristiche sono la rugosità della pelle, la pigmentazione anormale e la presenza di vegetazioni papillomatose. 
acànzio, sm. Nome volgare dell'Onopordion acanthium, pianta erbacea comune anche in Italia fra le macerie e i luoghi incolti. 
Acapulco de Ju´rez Città (592.000 ab.) in Messico, nello stato di Guerrero. Importante porto nella baia omonima e rinomata stazione balneare che si affaccia sull'oceano Pacifico. Porto coloniale a partire dal XVI sec. 
acarìasi, sf. Malattia del derma causata dagli acari. 
Acàridi Famiglia di acari privi di stigmi e di trachee, la cui respirazione avviene per via cutanea. 
Acarnesi Commedia di Aristofane (425 a. C.). 
àcaro, sm. Piccolissimo Aracnide con cefalotorace e addome spesso fusi insieme. Gli acari sono parassiti e possono provocare gravi malattie agli animali e alle piante. L'esemplare più noto è la zecca. Alcuni tra gli acari parassiti dell'uomo sono noti con il nome di Sarcoptes scabie e provocano alcune malattie della pelle (scabbia e acariasi generiche). Esistono inoltre acari che vivono in acqua dolce (idracnidi), dove vivono come parassiti su Molluschi e Coleotteri; acari che nidificano sulle piume degli Uccelli (dermanissidi) e acari che attaccano le foglie di molti tipi di piante (tetranichidi). 
acarofìlìa, sf. Adattamento di alcune piante nei confronti degli acari. 
<< indice >>