Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Accadimenti italiani sui quotidiani dell'epoca

  

Novità del sito: Generatore di password casuali

 

Las Casas, Bartolomé de (Siviglia 1474-Madrid 1566) Cronachista spagnolo. Tra le opere Brevissima relazione sulla distruzione delle Indie (1542). 
Las Cases, Emmanuel-Augustin Dieudonné, cónte di (Château de Las Cases, Languedoc 1766-Passy-sur-Seine 1842) Memorialista francese. Tra le opere Memoriale di Sant'Elena (1823). 
Las Plàssas Comune in provincia di Cagliari (317 ab., CAP 09050, TEL. 070). 
Las Vegas Città (130.000 ab.) degli USA, nello stato del Nevada, presso il lago Mead. Seconda città dello stato, è un importante centro minerario (piombo, oro, tugsteno, magnesio) e commerciale. Importante risorsa è rappresentata dall'allevamento di bestiame. Le industrie presenti sono per lo più alimentari (latticini). Rinomato centro turistico, ha grandi hotel di lusso e moltissime case da gioco. Sede di un'università e del museo statale del Nevada dove sono conservati reperti riguardanti la storia dello stato. Fondata dai mormoni nel 1855, si sviluppò dopo il 1905 quando vi giunse la ferrovia. Nel 1931 venne legalizzato il gioco d'azzardo e nel 1946 venne aperta la prima casa da gioco. 
Làsa (in ted. Laas) Comune in provincia di Bolzano (3.514 ab., CAP 39023, TEL. 0473). 
lasàgna, sf. Larga striscia di pasta all'uovo per la preparazione di timballi. 
làsca, sf. (pl.-che) Pesce d'acqua dolce. 
Làsca, Antòn Francésco Grazzìni détto il (Firenze 1503-1584) Scrittore italiano. Dopo una giovinezza durante la quale esercitò il mestiere dello speziale, nel 1540 contribuì a fondare l'Accademia degli Umidi, prendendo il soprannome del Lasca. Nel 1582, insieme a Leonardo Salviati, fu poi tra i fondatori dell'Accademia della Crusca. Tra le opere, oltre a numerosi madrigali, sonetti e canzoni, scrisse alcune farse, come Il frate e La giostra, sette commedie (La gelosia, La spiritata, La strega, La pinzochera, La Sibilla, I parentadi, L'arzigogolo) e una raccolta di novelle (Le Cene) sul modello del Decamerone boccaccesco. 
lascàre, v. tr. 1 Allentare un cavo di manovra. <> cazzare. 2 Lasciare la briglia sul collo del cavallo. 
Làscari Comune in provincia di Palermo (3.030 ab., CAP 90010, TEL. 0921). 
Lascaux, gròtta di Grotta naturale che si apre sul margine di in un altopiano al di sopra del corso della Vézère, in Dordogna (Francia), nella quale sono state rinvenute, nel 1940, pitture e incisioni preistoriche risalenti alla cultura maddaleniana del Paleolitico perfettamente conservate. 
lasciapassàre, sm. invar. Permesso scritto che autorizza l'accesso o il passaggio; autorizzazione, salvacondotto. ~ permesso. 
lasciàre, v. v. tr. 1 Smettere di tenere. ~ mollare. <> stringere. 2 Abbandonare, rinunciare, tralasciare, interrompere. ~ desistere. <> continuare. dovette lasciare il suo paese per non subire persecuzioni. 3 Far rimanere dietro di sé come segno della propria presenza. aveva lasciato un buon ricordo in quella casa. 4 Dare in consegna andandosene. ~ affidare. ha lasciato la sua proprietÓ ai nipoti. 5 Dimenticare in un luogo. 6 Permettere. ~ consentire. <> proibire. 7 Far rimanere in una certa condizione. lo lasci˛ a bocca aperta con quella risposta acida
v. rifl. Separarsi. ~ dividersi. 
lasciàto, agg. e sm. Nell'industria tessile, relativo a un filo di ordito quando non viene alzato al passaggio della navetta e quindi passa sotto la trama. 
làscito, sm. Donazione per testamento; eredità, legato. ~ donazione. 
Lascito Opera di poesia di F. Villon (1456). 
lascivaménte, avv. In modo lascivo, licenziosamente. ~ dissolutamente. 
lascìvia, sf. Tendenza alla sensualità licenziosa. ~ depravazione, immoralità. <> purezza, innocenza. 
lascìvo, agg. Lussurioso, licenzioso, impudico. ~ depravato. <> morigerato. 
làsco, agg. e sm. (pl. m.-chi) agg. 1 Non teso. ~ lento. <> stretto. 2 Fiacco. ~ pigro. <> sveglio. 
sm. Gioco tra i pezzi di un meccanismo. 
<< indice >>