Home page
leggibilménte, avv. In modo leggibile. 
leggicchiàre, v. tr. Leggere a stento. 
leggìna, sf. Legge di pochi articoli. 
leggìo, sm. 1 Tappo sul fondo delle imbarcazioni. 2 Mobile di varia forma e dimensione, fornito di sostegno a piano inclinato per sostenere un libro. 
Leggio, Il Opera di poesia di N. Boileau (1674-1683). 
leggiucchiàre, v. tr. Leggicchiare. 
Leggiùno-Sangiano Comune in provincia di Varese (2.878 ab., CAP 21038, TEL. 0332). 
leghìsmo, sm. Fenomeno politico e sociale diffuso specie nell'Italia settentrionale, consistente nell'associarsi in leghe. 
leghìsta, sm. e sf. (pl. m.-i) 1 Un tempo operaio o contadino iscritto a una lega. 2 Militante o sostenitore di una lega. 
legiferàre, v. intr. 1 Emanare leggi; decretare, deliberare, emanare, promulgare. ~ statuire. 2 Dettar legge. ~ disporre. 
legiferatóre, sm. (f.-trìce) Chi legifera. 
legionàrio, sm. 1 Soldato di una legione. ~ militare. 2 Membro della legione d'onore francese. 
legióne, sf. 1 Unità tattica fondamentale dell'esercito romano. 2 Corpo militare che non fa parte dell'esercito regolare. ~ truppa. 3 Unità organica dell'arma dei carabinieri. 4 Schiera foltissima. ~ stuolo. 
legislativaménte, avv. Dal punto di vista legislativo. 
legislatìvo, agg. Che concerne la legislazione. ~ normativo. 
legislatóre, sm. (f.-trìce) Chi formula leggi. 
legislatùra, sf. 1 Attività e facoltà di emanare o preparare leggi. 2 Dignità e ufficio del legislatore. 3 Periodo per il quale è eletta o rimane in carica un'assemblea legislativa. 
legislazióne, sf. 1 Formazione di leggi. legislazione italiana. 2 Ordinamento giuridico. ~ normativa. la legislazione vigente non permetteva simili decisioni
legìsta, sm. (pl.-i) 1 Nel medioevo, colui che insegnava diritto civile nelle università. ~ canonista. 2 Giureconsulto, giurista. 3 Legislatore. 
legìttima, sf. Parte del patrimonio ereditario di cui il testatore non può liberamente disporre.