Home page
Màngano, Silvàna (Roma 1930-Madrid 1989) Attrice cinematografica, tra le più note dive degli anni '50, interpretò ruoli brillanti e drammatici. Tra i principali film, Riso amaro (1949), L'oro di Napoli e Mambo (1954), La grande guerra (1959), Teorema (1968), Morte a Venezia (1971), Lo scopone scientifico (1972), Gruppo di famiglia in un interno (1974), Oci Ciornie (1987). 
Mangascià (1861-Ancober 1907) Ras abissino. Nel 1895-1896 si oppose alla penetrazione italiana in Etiopia. Contese il trono a Menelik, ma venne battuto nel 1899. 
mangeréccio, agg. (pl. f.-ce) Buono a mangiarsi. ~ commestibile. <> immangiabile. 
mangerìa, sf. Illecito guadagno. 
màngia, sm. Persona che incute paura. 
mangiàbile, agg. Che si può mangiare. 
mangiadìschi, sm. invar. Giradischi portatile. 
mangiafùmo, agg. invar. Candela che serve a disperdere il fumo in una stanza. 
mangianàstri, sm. invar. Apparecchio per l'ascolto di registrazioni effettuate su nastri magnetici contenuti in apposite cassette. 
mangiapàne, sm. e sf. invar. Persona inetta, capace solo di mangiare. ~ parassita. 
mangiaprèti, sm. e sf. invar. 1 Chi odia i preti. 2 Anticlericale. 
mangiàre, sm. e v. sm. 1 L'atto del mangiare. 2 Ciò che si mangia. ~ cibo, pietanza, vivanda. avevano preparato un mangiare da re
v. tr. 1 Prendere il cibo per portarlo alla bocca, masticarlo e inghiottirlo. ~ alimentarsi. <> digiunare. mangiarsi il fegato, crucciarsi, disperarsi. 2 Sperperare. ~ dilapidare. <> risparmiare, accumulare. si mangiato tutta la dote. 3 Consumare. ~ corrodere. la ruggine mangia gli oggetti di ferro
Mangiaròtti, Edoàrdo (Renate 1919-) Schermidore. Nelle olimpiadi del 1936, 1952, 1956 e 1960 vinse sei medaglie d'oro. Tra il 1937 e il 1958 ottenne tredici titoli mondiali. 
mangiasòldi, agg. invar. Che richiede un continuo sperperio di soldi. 
mangiàta, sf. Il mangiare abbondantemente. ~ abbuffata. 
mangiatóia, sf. 1 Recipiente di legno o in muratura posto nelle stalle, dove si mettono gli alimenti delle bestie. ~ greppia. 2 Fonte di guadagno illecito. 
mangiatóre, sm. (f.-trìce) Chi mangia molto. 
mangiaùfo, sm. e sf. invar. Chi vive alle spalle altrui. 
mangìme, sm. Il cibo che si dà agli animali. 
mangióne, sm. Chi mangia eccessivamente. ~ ghiottone.