Home page
Memorie di un cacciatore Romanzo di I. S. Turgenev (1852). 
Memorie di un pazzo, Le Racconto di N. V. Gogol' (1836). 
Memorie di una cameriera, Le Romanzo di O. Mirbeau (1900). 
Memorie di una maîtresse americana Romanzo di N. Kimball (postumo, 1970). 
Memorie di una ragazza perbene Memorie di S. de Beauvoir (1958). 
Memorie d'oltretomba Memorie di F. R. de Chateaubriand (1848-1850). 
memorizzàre, v. tr. 1 Fissare nella memoria. 2 Immagazzinare nella memoria di un elaboratore elettronico. 
memorizzazióne, sf. Il memorizzare. 
Memphis Città (610.000 ab.) degli USA, nello stato del Tennessee, sul fiume Mississippi, al centro di importanti linnee di comunicazione stradali, ferroviarie e aeree. È porto fluviale, mercato mondiale di cotone e centro commerciale di prodotti agricoli (grano, mais, riso, soia e tabacco). Sviluppato è anche l'allevamento del bestiame e lo sfruttamento boschivo. Le principali industrie sono quelle petrolifere, meccaniche, del legno e di trasformazione dei prodotti agricoli e zootecnici. È sede di un'università e di altri istituti culturali. Fu fondata nel 1819 sull'area di un preesistente insediamento francese. 
Memphis Città (610.000 ab.) degli USA, nello stato del Tennessee, sul fiume Mississippi, al centro di importanti linnee di comunicazione stradali, ferroviarie e aeree. È porto fluviale, mercato mondiale di cotone e centro commerciale di prodotti agricoli (grano, mais, riso, soia e tabacco). Sviluppato è anche l'allevamento del bestiame e lo sfruttamento boschivo. Le principali industrie sono quelle petrolifere, meccaniche, del legno e di trasformazione dei prodotti agricoli e zootecnici. È sede di un'università e di altri istituti culturali. Fu fondata nel 1819 sull'area di un preesistente insediamento francese. 
ména, sf. 1 Subdolo intrigo. 2 Maneggio. 
menabò, sm. invar. Facsimile di un libro che serve da riferimento per la stampa definitiva. 
Menabrèa, Luìgi Federìco (Chambéry 1809-Saint-Cassin 1896) Politico francese. Di ideologia moderata, fu ufficiale del genio, deputato e dal 1867 al 1869 presidente del consiglio; privatizzò il monopolio dei tabacchi e istituì la legge sul macinato. 
mènade, sf. Baccante. 
menadìto, sm. Nella locuzione a menadito, conoscere qualcosa benissimo. 
Menaechmi Commedia di T. M. Plauto (205-191 a. C.). È una delle 21 commedie di Plauto pervenute fino a noi. Menecmo ha un fratello di uguale nome, Menecmo, del tutto identico a lui. I due fratelli non si conoscono, perché vissuti separatamente: uno dei due è stato smarrito tra la folla e allevato da un mercante in un'altra città. Quando, ormai adulto, questi arriva nella città dove l'altro risiede, si determina una incredibile confusione. La commedia è considerata l'archetipo di tutte le commedie degli equivoci: la comicità è essenzialmente legata agli errori e alle confusioni di persona (che includono anche la moglie e l'amante del fratello); la vicenda si risolve con il riconoscimento finale tra i due fratelli (la cosiddetta agnizione). 
ménage, sm. invar. Andamento di una situazione familiare. 
Menàggio Comune in provincia di Como (3.138 ab., CAP 22017, TEL. 0344). 
menagràmo, sm. e sf. invar. Iettatore. 
menàide, sf. 1 Rete semplice utilizzata per la pesca del pesce azzurro. 2 Barca usata per la pesca delle sardine e delle acciughe.