Home page
Meneghìn, Dìno (Alano di Piave 1950-) Giocatore di pallacanestro. Alto 2,05 m, dal 1969 al 1978 conquistò con Varese sette scudetti e cinque Coppe dei campioni; dal 1981 al 1990, con Milano, ottenne cinque scudetti e due Coppe dei campioni. Si ritirò nel 1994 dopo aver collezionato anche 271 presenze in nazionale. 
meneghìno, agg. e sm. 1 Milanese. 2 Popolare maschera milanese. 
Menelào Eroe greco, figlio di Atreo, re di Micene, e fratello minore di Agamennone. Sposò Elena, figlia di Tindaro re di Sparta e, alla morte di Tindaro, gli succedette al trono. Dopo nove anni, Elena fu rapita da Paride e Menelao organizzò la spedizione a Troia, guidata dal fratello Agamennone. Combatté valorosamente e alla conquista di Troia riebbe la moglie Elena che perdonò. 
Menelik II (Ancober 1844-Addis Abeba 1913) Negus d'Etiopia. Succedette all'imperatore Giovanni IV nel 1889, con l'appoggio dei paesi europei e in particolare dell'Italia. Con il trattato di Uccialli (1889) accettò il protettorato italiano e il possesso italiano dell'Eritrea, pur mantenendo il titolo di imperatore. Nel 1894 però, la diversa interpretazione del trattato portò alla guerra con l'Italia, vinta nel 1896 dall'Etiopia che restò quindi indipendente. 
Menem, Carlos Saúl (Anillaco, Rioja 1935-) Politico argentino. Arrestato per sospetto appoggio ai Montoneros nel 1976 fu liberato quattro anni dopo; di ideologia peronista, fu eletto presidente della repubblica nel 1989 quando sconfisse il candidato radicale Angeloz; fu riconfermato nel 1995 dopo che sventò un tentato golpe dei militari del 1990. 
Menéndez Pidal, Ramón (La Coruña 1869-Madrid 1968) Filologo. Tra le opere Le origini dello spagnolo (1926) e Romancero spagnolo. Teoria e storia (1953). 
Menes Leggendario primo re d'Egitto e fondatore nel 3100 ca. a. C. della prima dinastia thinita. È identificato con il primo re che unificò l'Alto e il Basso Egitto, indicato anche con il nome di Aha o Narmer. 
menestrèllo, sm. Giullare, cantore di corte. ~ trovatore. 
Il menestrello cantava o recitava poesie con l'accompagnamento di uno strumento a corde. A differenza del giullare il menestrello evitava atteggiamenti buffoneschi, pur non disdegnando virtuosismi canori e giochi di abilità e il suo pubblico era costituito da dame e cavalieri. Diversamente dal giullare, non era girovago per professione e spesso si fermava stabilmente presso una corte o presso un signore. 
Mènfi Comune in provincia di Agrigento (13.251 ab., CAP 92013, TEL. 0925). Centro agricolo (coltivazione di ortaggi, frutta e olive) e industriale (prodotti alimentari e mobilifici). Fondata nel 1658, sulle rovine di un castello di Federico II, dai principi di Castelvetrano. Gli abitanti sono detti Menfitani
Mengèidi Famiglia di Insetti strepsitteri aventi stigmi addominali. 
Menghistu, Hailé (Hayla) Mariam (Hara 1939-) Uomo politico e militare etiope. Nel 1974 guidò il colpo di stato contro l'imperatore Hailé Selassiè e nel 1977 assunse il potere. Guidò l'Etiopia nella guerra contro la Somalia per il possesso dell'Ogaden (1977-1978) ma, a causa della guerriglia eritrea nel 1991, fu costretto all'esilio. 
Mengier, Carl (Neu-Sandez 1840-Vienna 1921) Economista austriaco. Compì importanti studi sulle relazioni tra utilità, valore e prezzo e fondò con L. Walrus e W. S. Jevons, il marginalismo. Tra le sue opere Principi di economia pura (1871) e Ricerche sul metodo delle scienze sociali e dell'economia in particolare (1883). 
Mengóni, Giusèppe (Fontanelice, Bologna 1829-Milano 1877) Architetto. Tra le opere la galleria Vittorio Emauele a Milano (1865-1877) e la sede della Cassa di Risparmio a Bologna (1868-1876). 
Mengs, Anton Raphael (Aussig, Boemia 1728-Roma 1779) Pittore tedesco. Tra le opere Il Parnaso (1760-1761, Roma, Villa Albani) e Ritratto di Winckelmann (1761-1762, New York, Metropolitan Museum of Art). 
Meng-tzu Italianizzato in Mencio (ca. 371-298 a. C.) Filosofo cinese. Tra le opere Libro di Mencio
mènhir, o menhìr, sm. Grossa pietra piantata verticalmente nel terreno, tipica delle civiltà preistoriche. 
Meniantàcee Famiglia di piante acquatiche appartenente all'ordine delle Contorte. 
Menicànti, Dària (Piacenza 1914-1995) Poetessa italiana. Dopo l'esordio con Città come (1964), ha scritto Poesie per un passante (1978), Ferragosto (1986), Altri amici (1986) e Ultimo quarto (1990). 
Menichèlli, Frànco (Roma 1941-) Ginnasta. Vinse l'oro nel corpo libero, l'argento negli anelli e il bronzo nelle parallele alle olimpiadi del 1964. 
Mènidi Famiglia di Pesci Perciformi aventi la bocca protrattile.