Home page
Moglie ingenua e il marito malato, La Commedia di A. Campanile (1942). 
Moglie ingenua e il marito malatoMogorèlla Comune in provincia di Oristano (551 ab., CAP 09080, TEL. 0783). 
Mógoro Comune in provincia di Oristano (5.029 ab., CAP 09095, TEL. 0783). 
Mogpo Città (243.000 ab.) della Corea del Sud, nella provincia di Jeonra Meridionale. 
mohair, sm. invar. Pelo delle capre d'angora e il tessuto che se ne ricava. 
Mohawk Fiume (225 km) degli USA, nello stato di New York. Nasce dai monti Adirondack e sfocia nel fiume Hudson. 
Mohéli Isola (25.000 ab.) dell'arcipelago delle Comore, nel canale di Mozambico. 
Moholy-Nagy, Laszló (Bacsborsod 1895-Chicago 1946) Pittore ungherese. Tra le opere Modulatore di luce e di spazio (1922-1930, Cambridge, USA, Busch-Reisinger Museum) e Composizione QXX (1923, Wuppertal, Heydt Museum). 
Mohorovicic, Andrija (Volosca, Istria 1857-Zagabria 1936) Geofisico croato. Scoprì l'omonima discontinuità che separa la crosta dal mantello superiore della Terra e identificò separatamente le onde primarie e quelle secondarie nella propagazione sismica nel granito. Studiò inoltre alcuni metodi per localizzare gli epicentri dei terremoti. 
Mohs, Friedrich (Gernrode 1773-Agordo 1839) Mineralogista tedesco. Elaborò una scala cui diede il nome per classificare la durezza dei minerali in base alla scalfittura. 
mòia, sf. Termine con il quale nella zona di Volterra si indicano dei pozzi d'acqua salata formatisi per lo scioglimento, da parte dell'acqua piovana, di strati di salgemma sotterranei. 
Moiàno Comune in provincia di Benevento (4.127 ab., CAP 82010, TEL. 0823). 
moicani, o mohicani, agg. e sm. invar. agg. Relativo alla popolazione dei moicani 
sm. Appartenente alla popolazione amerindia di stirpe algonchina dell'America settentrionale. Originari delle Green Mountains, i moicani emigrarono nel bacino dello Hudson nel XVII sec. ove impiantarono insediamenti agricoli. Furono sterminati dai bianchi nel XIX sec. 
Moillon, Louise (Parigi 1610-1696) Pittrice francese. Attiva tra il 1629 e il 1674, ritrasse prevalentemente nature morte con fiori e frutta. Nelle sue opere sono rilevabili influenze della pittura fiamminga e del Caravaggio. Alcuni suoi lavori sono conservati nei musei di Grenoble e di Tolosa. 
Moimàcco Comune in provincia di Udine (1.408 ab., CAP 33040, TEL. 0432). 
moìna, sf. Carezza, affettuosità. ~ coccola. 
Mòio Alcàntara Comune in provincia di Messina (889 ab., CAP 98030, TEL. 0942). 
Mòio de' Càlvi Comune in provincia di Bergamo (188 ab., CAP 24010, TEL. 0345). 
Mòio délla Civitèlla Comune in provincia di Salerno (1.802 ab., CAP 84060, TEL. 0974).