Home page
Molinàra Comune in provincia di Benevento (2.030 ab., CAP 82020, TEL. 0824). 
Molinara, La Commedia per musica di G. Paisiello, libretto di G. Palomba (Napoli, 1788). 
Molinàri Pradèlli, Francésco (Bologna 1911-Murano di Castenaso, Bologna 1996) Direttore d'orchestra italiano. Allievo di Bernardino Molinari di Roma, ha svolto un'intensa attività lirica. 
Molinaro, Edward (Bordeaux 1928-) Regista cinematografico francese. Debuttò con il poliziesco Spalle al muro (1958), cui seguirono Una ragazza per l'estate (1960) e Chi ha ucciso Bella Sherman (1965). Passò poi alla commedia con Il rompiballe (1973), Dracula padre e figlio (1976), Il vizietto (1978), A cena con il diavolo (1992), Beaumarchais, l'insolente (1996). 
Molinèlla Comune in provincia di Bologna (12.066 ab., CAP 40062, TEL. 051). Centro agricolo (coltivazioni ortofrutticole e di barbabietole), dell'allevamento e industriale (prodotti alimentari, fabbriche di macchine agricole e calzaturifici). Gli abitanti sono detti Molinellesi
Molinèlla Comune in provincia di Bologna (12.066 ab., CAP 40062, TEL. 051). Centro agricolo (coltivazioni ortofrutticole e di barbabietole), dell'allevamento e industriale (prodotti alimentari, fabbriche di macchine agricole e calzaturifici). Gli abitanti sono detti Molinellesi
Molìni di Trióra Comune in provincia di Imperia (726 ab., CAP 18010, TEL. 0184). 
molinìsmo, sm. Corrente teologica, ispirata da Luois de Molina nel XV sec., nata in seguito a una disputa sulla questione della libertà di Cristo. Discusse il problema della predestinazione. 
molinìsmo, sm. Corrente teologica, ispirata da Luois de Molina nel XV sec., nata in seguito a una disputa sulla questione della libertà di Cristo. Discusse il problema della predestinazione. 
Molìno déi Tòrti Comune in provincia di Alessandria (804 ab., CAP 15050, TEL. 0131). 
Molinos, Miguel de (Muniesa 1628-Roma 1696) Teologo spagnolo. Nel 1685 il Sant'Uffizio lo condannò per la sua dottrina, il quietismo. Scrisse Guida spirituale (1675). 
molisàno, agg. e sm. agg. Relativo al Molise. 
sm. Abitante del Molise. 
Molìse (comune) Comune in provincia di Campobasso (191 ab., CAP 86020, TEL. 0874). 
Molìse (regione) Regione a statuto ordinario dell'Italia meridionale; confina a nord con l'Abruzzo, a ovest con il Lazio, a sud con la Campania e a est con la Puglia; si affaccia a nord-est sul mare Adriatico. 
È la regione meno estesa, dopo la Valle d'Aosta. 
Il territorio è prevalentemente montuoso, occupato dall'Appennino Sannita, che digrada verso una stretta fascia costiera pianeggiante. 
La costa, bassa e rettilinea a nord, è interrotta dal promontorio di Termoli e dalla foce del Biferno, il principale fiume della regione. Il Trigno e il Fortore tracciano parte dei confini rispettivamente con l'Abruzzo e la Puglia. 
Il clima è variabile in funzione della vicinanza al mare e dell'altitudine: tipicamente mediterraneo e mite in ogni stagione lungo la costa, ha più accentuati tratti continentali verso l'interno. 
Capoluogo della regione è Campobasso, l'unico altro capoluogo di provincia è Isernia. 
L'agricoltura continua a essere l'asse portante dell'economia regionale, nonostante la scarsa fertilità dei terreni, e la sostanziale arretratezza delle tecniche di coltura. 
Diffuse sono le colture cerealicole (frumento e mais) quelle orticole e dell'olivo, della vite e del tabacco. 
Modesto il patrimonio zootecnico. 
Il settore industriale è rappresentato da pochi grandi impianti (Fiat di Termoli), mentre caratteristica locale è un tessuto di imprese artigianali, attive soprattutto nel settore alimentare, metalmeccanico, dell'abbigliamento e dei materiali da costruzione. 
Le potenzialità del turismo, sia balneare che montano, sono tuttora poco valorizzate a causa della mancanza di strutture ricettive e dell'inadeguatezza della rete stradale e ferroviaria. 
Abitanti-327.893 
Superficie-4.438 km2 
Densità-73,8 ab./km2 
Capoluogo-Campobasso 
Province (fra parentesi il numero di abitanti del capoluogo espresso in migliaia): Campobasso (50), Isernia (21) 
Molitèrno Comune in provincia di Potenza (5.033 ab., CAP 85047, TEL. 0975). 
molitóre, sm. (f.-trìce) Operaio addetto alla molitura del grano, alla pilatura e brillatura del riso. 
molitòrio, agg. Relativo alla macinazione dei cereali. 
molitrìce, sf. Macchina per la molitura. 
molitùra, sf. 1 Macinazione dei cereali. 2 Triturazione delle olive effettuata con la molazza. 
Moll Flanders Romanzo di D. Defoe (1722). Scritto nella forma di memoriale, il romanzo di Moll è la narrazione in prima persona dei suoi ripetuti matrimoni, spesso bigami e una volta perfino incestuosi, e dei suoi numerosi figli abbandonati da piccoli. Quando il suo fascino si affievolisce, Moll ricorre al furto, attività che continua al di là dei bisogni. Catturata e deportata in America, inizia una nuova vita scrivendo le sue memorie. L'opera analizza la vita economica e sessuale di una donna costretta a sopravvivere senza sostegno da parte della società. I problemi finanziari della protagonista ricordano la situazione critica sperimentata dallo stesso autore, ma Moll impersona una problematica tutta femminile.