Home page
monocromìa, sf. Pittura o stampa realizzata in un unico colore. 
monocròmo, o monòcromo, agg. Caratterizzato dall'impiego di un solo colore. ~ monocromatico. <> colorato. 
monoculàre, agg. 1 Che ha un solo occhio. 2 Che permette di vedere mediante un unico occhio. 
monoculàre, agg. 1 Che ha un solo occhio. 2 Che permette di vedere mediante un unico occhio. 
Monod, Jacques (Parigi 1910-Cannes 1976) Biochimico francese. Nel 1965, con F. Jacob e A. Lwoff, fu insignito del premio Nobel. Compì importanti studi di genetica molecolare e scrisse Il caso e la necessitÓ (1970). 
monodìa, sf. Canto a una sola voce. 
monòdico, agg. (pl. m.-ci) Relativo a monodia. 
monòdromo, agg. A un solo valore, univoco. 
monofàse, agg. invar. Di circuito o strumentazione funzionante a corrente alternata che non presenta differenze di fase. 
monofiodónte, agg. Di mammifero, che presenta una sola dentizione che dura tutta la vita. 
monofisìsmo, sm. Dottrina cristiana condannata come eretica dai sinodi di Costantinopoli del 448 e di Calcedonia del 451. Viene fatta risalire a Eutiche nel V sec. e ha come base il riconoscimento della sola natura divina di Cristo. Attualmente è seguita dalle chiese orientali copta, armena e siriaca. 
monofisìta, sm. e sf. (pl. m.-i) Fautore del monofisismo. 
monofìto, agg. Coltivazione costituita da una sola specie vegetale. 
monofònico, agg. (pl. m.-ci) Detto di un sistema non stereofonico di registrazione o riproduzione dei suoni. 
monòfora, sf. Finestra con un'unica apertura. 
monofùne, sf. Teleferica che ha un unico cavo chiuso ad anello che funge contemporaneamente da traente e da portante. 
monogamìa, sf. Vincolo coniugale di un solo uomo con una sola donna. la monogamia fa parte delle tradizioni cattoliche
monogàmico, agg. (pl. m.-ci) Relativo a monogamia. 
monògamo, agg. e sm. Che, o chi, pratica la monogamia. 
monogatari, sm. invar. Termine della letteratura giapponese che indica un componimento avente carattere narrativo.