Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Accadimenti italiani sui quotidiani dell'epoca

  

Novità del sito: Generatore di password casuali

 

Morésco Comune in provincia di Ascoli Piceno (606 ab., CAP 63010, TEL. 0734). 
morésco, agg. (pl. m.-chi) Relativo o appartenente alla civiltà e cultura araba, sviluppatasi soprattutto in Sicilia, Spagna e Africa settentrionale. 
Morétta Comune in provincia di Cuneo (4.017 ab., CAP 12033, TEL. 0172). 
morétta, sf. 1 Ragazza mora. 2 Maschera di seta nera che copre solo gli occhi e il naso. 
Uccello degli Anseriformi (Aythya fuligula) molto comune in Italia (di passo in inverno); ha un piumaggio nerastro con ventre bianco. Specie più rare sono la moretta tabaccata e la moretta grigia. 
Morétti, Gaetàno (Milano 1860-1938) Architetto. Tra le opere la centrale elettrica di Trezzo d'Adda (1906). 
Morétti, Luìgi (Roma 1907-Capraia 1973) Architetto. Tra le opere il foro italico a Roma (1934-1940) e Stock-Exchange Tower a Montreal (1962-1967). 
Morétti, Marìno (Cesenatico 1885-1979) Poeta e narratore. Tra le opere Poesie scritte col lapis (1910), I puri di cuore (prosa, 1923) e La vedova Fioravanti (prosa, 1941). 
Morétti, Marìno (Cesenatico 1885-1979) Poeta e narratore. Tra le opere Poesie scritte col lapis (1910), I puri di cuore (prosa, 1923) e La vedova Fioravanti (prosa, 1941). 
Morétto (Brescia ca. 1498-1554) Pittore noto con il nome di Morétto da Bréscia. Nelle sue pale d'altare e nei suoi ritratti è riuscito a fondere la tradizione lombarda con elementi della scuola veneta di Giorgione e Lotto. Tra le sue opere, Santa Margherita d'Antiochia e Santi (1530, Brescia, S. Francesco), Cristo in passione e l'angelo (1550, Brescia, Pinacoteca Tosio-Martinengo), Ritratto d'uomo con lettera e clessidra (1525, New York, Metropolitan Museum), Ritratto di Girolamo Savonarola (1524, Verona, Museo Civico) e Ritratto di giovane uomo con ermellino e berretto piumato (1542, Londra, National Gallery). 
Morfàsso Comune in provincia di Piacenza (1.732 ab., CAP 29020, TEL. 0523). 
morfèma, sm. (pl.-i) Elemento linguistico che esprime un valore grammaticale. 
Morfèo In greco Morphéus. Personaggio mitologico, figlio del Sonno (Ipno) e dio dei sogni. Compariva con le sembianze di una persona nota al dormiente. 
morfìna, sf. Principale alcaloide dell'oppio (10-12%) si presenta come polvere bianca cristallina. L'azione della morfina si esplica sul sistema nervoso centrale, con effetto analgesico ed euforizzante. È usata in medicina per la terapia del dolore e alle dosi terapeutiche è priva di effetti tossici. L'uso prolungato determina tuttavia dipendenza e assuefazione (morfinismo). Normalmente viene impiegata come cloridrato o come solfato. I principali derivati sono l'eroina e la codeina. 
morfinìsmo, sm. Intossicazione cronica per eccesso di morfina. 
morfinòmane, sm. e sf. Chi abusa della morfina e ne è intossicato. 
morfinomanìa, sf. Attitudine morbosa all'assunzione di morfina. 
morfinomanìa, sf. Attitudine morbosa all'assunzione di morfina. 
morfogènesi, sf. L'insieme dei processi che conducono alla differenziazione dei tessuti e degli organi. 
morfogenètico, agg. (pl. m.-ci) In embriologia, relativo alla morfogenesi. 
morfolìna, sf. Etere interno della dietanolammina, è una base eterociclica contenente ossigeno e azoto. 
<< indice >>