Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Primi esperimenti con la Carta d'Identità Elettronica (CIE)

  

Novità del sito: Primi esperimenti con la Carta d'Identità Elettronica (CIE)

 

Antrodòco Comune in provincia di Rieti (3.011 ab., CAP 02013, TEL. 0746). 
Antróna Schierànco Comune in provincia di Verbano-Cusio-Ossola (604 ab., CAP 28030, TEL. 0324). 
Antróna, val d' Valle delle Alpi Pennine, nell'Alto Novarese. 
antróne, sm. Forma tautomera chetonica dell'antranolo. 
antròpico, agg. Relativo all'uomo. 
antropizzazióne, sf. Trasformazione delle caratteristiche di un territorio per effetto dell'intervento umano. 
antropizzazióne, sf. Trasformazione delle caratteristiche di un territorio per effetto dell'intervento umano. 
antropocèntrico, agg. Relativo o conforme all'antropocentrismo. 
antropocentrìsmo, sm. Concezione filosofica che considera l'uomo come centro e fine ultimo dell'universo. 
antropocòro, agg. Di pianta disseminata, di solito involontariamente, dall'uomo. 
antropofagìa, sf. L'uso istintivo o tradizionale, o anche la pratica eccezionale, di cibarsi di carne umana. ~ cannibalismo. 
antropòfago, agg. e sm. Che, chi pratica il cannibalismo. ~ cannibale. 
antropòfilo, agg. Relativo alle piante che crescono in ambienti profondamente modificati dall'uomo. 
antropogènesi, sf. Ramo dell'antropologia che si occupa della ricerca dell'origine e dell'evoluzione dell'uomo. Il suo esponente principale è stato Darwin. 
antropogeografìa, sf. Ramo della geografia che studia la distribuzione e le attività dell'uomo in rapporto all'ambiente geografico. 
antropogonìa, sf. Studio dell'origine dell'uomo secondo la teologia o la mitologia. 
antropòide, agg. e sm. Si dice di scimmia antropomorfa o di ominide di tipo primitivo. 
antropolàtra, sm. e sf. 1 Chi divinizza e adora un essere umano. 2 Chi adora un dio che ha sembianze umane. 
antropologìa, sf. Branca delle scienze biologiche che studia l'uomo (antropologia fisica) e i processi evolutivi, culturali, comportamentali e di relazione con l'ambiente naturale (antropologia culturale). I filosofi greci avevano già gettato le basi dello studio dell'uomo come persona fisica e raziocinante, ma fu solo nel XIX sec. che l'interesse assunse caratteri di scienza grazie al positivismo e all'evoluzionismo che fecero opera di collezione e comparazione di dati e di divulgazione di teorie sullo sviluppo dell'uomo. Sul finire dell'Ottocento la scienza iniziò a specializzarsi e dividersi in varie branche (paleoantropologia, antropologia biologica, antropologia sociale, antropologia linguistica ecc.). 
Antropologia strutturale Opera di antropologia di C. Lévi-Strauss (1958). 
<< indice >>