Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Bitcoin, blockchain e ... Libra

  

Novità del sito: Bitcoin, blockchain e ... Libra

 

nereggiàre, v. intr. Tendere al colore nero. 
nerèide, sf. Divinità marina della mitologia greca. 
Nerèide Satellite di Nettuno, scoperto nel 1949 da G. P. Kuiper; con raggio di 250 km e distanza dal pianeta di 5.510.000 km, si trova all'ottavo posto della classifica di tutti i satelliti di Nettuno; il suo periodo orbitale è di 359,4 giorni. 
Nerèo Personaggio mitologico, dio greco del mare. Figlio di Gea e del Ponto, con la sorella Doride ebbe le Nereidi. 
Nerèo e Achillèo Santi e martiri. Soldati romani, vennero probabilmente martirizzati sotto Diocleziano nel III sec. Della loro vita si sanno pochi particolari, desunti per lo più dall'epigrafe fatta apporre da papa Damoso sulla loro tomba marmorea nel cimitero di Domitilla. Oggi i resti dei frammenti dell'epigrafe sono conservati nella basilica intitolata ai due santi a Roma (via Ardeatina). I due santi sono festeggiati il 12 maggio. 
Neréto Comune in provincia di Teramo (4.428 ab., CAP 64015, TEL. 0861). 
nerétto, agg. e sm. 1 Carattere di stampa più scuro e in rilievo rispetto agli altri. ~ grassetto. <> chiaro. 2 Articolo di giornale scritto con tale carattere. 
nerétto, agg. e sm. 1 Carattere di stampa più scuro e in rilievo rispetto agli altri. ~ grassetto. <> chiaro. 2 Articolo di giornale scritto con tale carattere. 
Néri, Pompèo (Firenze 1706-Firenze 1776) Economista, giurista e politico. Consigliere del granduca di Toscana, si trasferì a Milano nel 1748, dove realizzò il catasto teresiano, alla base della riforma economica fiscale e amministrativa voluta da Maria Teresa d'Austria in Lombardia. Tornato in Toscana, a lui si deve il programma di riforme del granduca Pietro Leopoldo e la liberalizzazione del commercio del grano. L'opera più significativa è Osservazioni sopra il prezzo legale delle monete (1751). 
Néri, Romèo (Rimini 1903-1961) Ginnasta. Alle olimpiadi del 1932 vinse tre medaglie d'oro. 
nerìccio, agg. Che tende al colore nero. 
nerìne Genere di piante erbacee bulbose appartenenti alla famiglia delle Amarillacee. Hanno fiori posti su di uno scapo esile e lunghe foglie lineari. 
Nerinèidi Famiglia di Molluschi Gasteropodi fossili dalla conchiglia sottile e allungata che vissero dal Giurassico al Cretaceo. 
nerìtico, agg. Di regione del mare nella quale abbondano i molluschi. 
Neritìnidi, o Nerìtidi Famiglia di Molluschi Gasteropodi Prosobranchi, appartenenti all'ordine degli Archeogasteropodi, che presentano una conchiglia massiccia e globosa e la testa provvista di tentacoli posti alla base degli occhi. ~ neritidi. 
Nernst, Walter Hermann (Briesen, oggi Wabrzezno 1864-Bad Muskau 1941) Chimico e fisico tedesco. Formulò il terzo principio della termodinamica, e per questo fu insignito del premio Nobel nel 1920. 
néro, agg. e sm. agg. 1 Di superficie che assorbe completamente i raggi luminosi. 2 Privo di colore. ~ tetro. <> chiaro. 3 Malvagio, triste, doloroso. 
sm. 1 Il colore nero. ~ cupo. <> luminoso. 2 Uomo di pelle nera. 3 Giocatore di dama o scacchi che manovra i pezzi neri. 
Néro (fiume) Fiume (800 km) dell'Asia sudorientale. Nasce in Cina nell'altopiano di Yunnan e confluisce nel Fiume Rosso. 
Néro (mare) Mare interno costituito dal Mediterraneo col quale comunica attraverso lo stretto del Bosforo. Ha una superficie di 412.000 km2 e una profondità massima di 2.251 m. Forma a sua volta il mar d'Azov, delimitato dalla penisola di Crimea. I principali fiumi che riversano le loro acque nel mar Nero sono il Danubio, il Dnestr, il Bug, il Dnepr, il Rioni, il Kuban, mentre il Don sfocia nel mar d'Azov. Principali porti sono Costanza, Odessa, Sebastopoli e Trebisonda. Anticamente era denominato Ponto Eusino. 
Néro (monte) Monte (2.245 m) delle Alpi Giulie, sul versante sinistro della valle dell'Isonzo. 
<< indice >>