Home page
Nèrvi, Pièr Luìgi (Sondrio 1891-Roma 1979) Ingegnere. Basando la sua progettazione sulla tradizione ottocentesca, curò intensamente il rapporto tra forma e struttura. Tra il 1935 e il 1941 si dedicò alla sperimentazione di nuove tecniche di utilizzo del cemento armato e degli elementi prefabbricati. Dopo la guerra si occupò della progettazione di grandi impianti sportivi e di edifici per esposizioni. Tra le opere Stadio comunale di Firenze (1930-1932), Palazzetto dello Sport di Roma (1956-1957, in collaborazione con A. Vitellozzi) e Grattacielo Pirelli (1957-1960, in collaborazione con Giò Ponti e altri) a Milano. 
Nerviàno Comune in provincia di Milano (15.758 ab., CAP 20014, TEL. 0331). Centro industriale (calzaturifici, prodotti tessili, meccanici e chimici). Gli abitanti sono detti Nervianesi
nervìno, agg. 1 Relativo a nervo o a sistema nervoso. 2 Detto di farmaco che agisce sui nervi. 3 Gas che agisce sul sistema nervoso alterandone l'equilibrio. 
nèrvo, sm. 1 In anatomia è una formazione allungata formata da cellule nervose e da guaine connettivali. 2 Corda dell'arco. 3 Nerbo, staffile. 
nervosaménte, avv. Con nervosismo, impazienza. 
nervosìsmo, sm. Stato di tensione nervosa, di agitazione. 
nervosità, sf. 1 Eccitabilità di nervi. 2 Atto, parola da persona nervosa. 3 Vigorosità, incisività. 
nervóso, agg. e sm. agg. 1 Relativo ai nervi. 2 Che ha i nervi facilmente eccitabili. ~ agitato. <> calmo. 
sm. Stato di irritabilità e malumore. 3 Privo di grasso superfluo, vigoroso, asciutto. 4. Stringato, coinciso, efficace. 
nèsci, sm. reg. Fare finta di non sapere. 
nèspola, sf. 1 Frutto del nespolo. 2 Colpo, percossa. 
nèspolo, sm. Pianta arborea e arbustiva, decidua, appartenente alla famiglia delle Rosacee, diffusa sia in Asia che in Europa. Ha rami spinosi, foglie ovali e drupe gialle commestibili. 
Nespolo del Giappone 
Nome volgare dell'Eriobotrya japonica, un arbusto o piccolo albero sempreverde, appartenente alla famiglia delle Rosacee, dai fiori che formano grappoli bianchi, foglie ampie e frutti gialli dalla polpa agrodolce che maturano in ottobre. È originario di Cina e Giappone ed è coltivata nell'area del Mediterraneo e in California. 
Nèspolo Comune in provincia di Rieti (283 ab., CAP 02020, TEL. 0765). 
Ness (Loch) Lago della Scozia, in Gran Bretagna (36 Km) che riceve le acque dal fiume Ness. È diventato famoso per le presunte apparizioni di un mostro detto mostro di Loch Ness. 
Nesselrode, Karl Vasilevic (Lisbona 1780-San Pietroburgo 1862) Diplomatico e politico russo. Dal 1816 al 1856, quale ministro degli esteri, fu protagonista di una politica mirata all'espansione nei Balcani a danno dell'impero ottomano. 
nèsso, sm. Legame, connessione. ~ attinenza. 
Nèsso (comune) Comune in provincia di Como (1.357 ab., CAP 22020, TEL. 031). 
Nèsso (mitologia) Personaggio mitologico, centauro figlio di Issione e di Nefele. Molestò Deianira, moglie di Eracle e per questo venne da lui ucciso, ma prima di morire convinse la donna a raccogliere un po' del suo sangue avvelenato, che causò la morte dell'eroe. 
Nessun giorno senza una riga Memorie di J. K. Olesa (postuma 1965). 
Nessun uomo è un'isola Romanzo di Th. Merton (1953). 
nessùno, agg., pron. e sm. agg. e pron. indef. 1 Neppure uno. nessun uomo poteva compiere una simile impresa. 2 Qualcuno, nelle frasi interrogative. hai trovato nessuno che ti accompagnasse? 
sm. indec. Persona di nessun valore. non era nessuno, nonostante avesse quel nome altisonante