Home page
nòria, sf. Congegno che per mezzo di recipienti uniti tra loro in catena, permette il trasporto di liquidi da un luogo a un altro. 
Nòriche Sezione delle Alpi Orientali, estesa, in territorio austriaco, dal passo del Brennero al passo di Schober. Vetta più elevata il monte Grossglockner (3.797 m). 
Noriega, Antònio (Panam´ 1940-) Generale e politico panamense. Fu al comando supremo delle forze armate dal 1983 al 1989, quando venne rimosso da un intervento militare statunitense dopo un'accusa da parte dell'opinione pubblica e della stampa di essere coivolto nel traffico internazionale di droga. Dopo l'annullamento delle elezioni del 1989, diede atto a una violenta repressione, accentrando il pieno potere nelle sue mani. Costretto a dimettersi e a consegnarsi alle autorità statunitensi, fu processato per traffico di droga e condannato nel 1992. 
Norilsk Città (169.000 ab.) della Russia, nel Territorio di Krasnojarsk, della Siberia centrale. 
Norimbèrga Città (486.0000 ab.) tedesca nella Baviera, sul fiume Pegnitz. È tra i più importanti poli culturali in Germania, ricca di biblioteche e musei. Sede di industrie dei giocattoli e della relativa fiera internazionale, e di industrie ottiche, metalmeccaniche, tessili, chimiche, alimentari, conciarie, del legno e della carta. Fu importante centro commerciale già nel medioevo e nel 1219 diventò libera città imperiale. Durante la seconda guerra mondiale subì pesanti bombardamenti. I monumenti principali, in parte ricostruiti, sono la cinta muraria (XIV-XV sec.), il castello (XII-XV sec.), la fontana di Apollo (XVI sec.), le chiese di San Sebaldo (XIII sec.) e San Lorenzo (XV sec.) e la Frauenkirche (XIV-XVI sec.). 
Dieta di Norimberga 
(1355-1356) Fu convocata da Carlo IV di Boemia, che promulgò la bolla d'Oro, nella quale venivano definiti gli elettori imperiali. 
Leggi di Norimberga 
Leggi promulgate nel 1935 contro gli ebrei dal governo nazista di A. Hitler. Con esse, gli ebrei perdevano i diritti civili, la cittadinanza tedesca e i matrimoni tra ebrei e ariani venivano proibiti. 
Pace di Norimberga 
Sottoscritta nel 1532 tra i principi cattolici e quelli protestanti della lega di Smalcalda. 
Processo di Norimberga 
Nome del processo istruito da una corte internazionale, dopo la seconda guerra mondiale, contro i capi nazisti colpevoli di crimini contro l'umanità (persecuzioni politiche, religiose o razziali e genocidio di intere popolazioni), crimini contro la pace (preparazione di guerra d'aggressione), crimini di guerra (violenza contro la popolazione civile, omicidio di ostaggi, devastazioni e saccheggi). La corte militare era costituita da giudici delegati da Inghilterra, Francia e Stati Uniti d'America. Si concluse con dodici condanne a morte, sette condanne a pene detentive e tre assoluzioni. 
Nòris, Àssia (San Pietroburgo 1912-Sanremo 1998) Anastasia von Gerzfeld, attrice cinematografica di origine russa. Interpretò Il signor Max (1937) e Grandi magazzini (1939). 
norìte, sf. Roccia eruttiva intrusiva formata fondamentalmente da un pirosseno rombico e da plagioclasio basico. Appartiene alla famiglia dei Gabbri. 
norm(o)- Primo elemento di parole composte. 
nòrma, o nórma, sf. 1 Principio per cui si deve fare qualcosa secondo una determinata regola. ~ prassi. 
Nòrma (comune) Comune in provincia di Latina (3.600 ab., CAP 04010, TEL. 0773). 
Norma (musica) Tragedia lirica in due atti di V. Bellini, libretto di F. Romani (Milano, 1831). 
L'opera narra la tragedia di Norma, sacerdotessa druida al tempo dell'invasione romana in Gallia, e di Pollione, proconsole romano da cui Norma ha avuto due figli. Pollione ama però Adalgisa, un'altra sacerdotessa, con la quale vorrebbe fuggire a Roma. Intanto i druidi si accingono a sterminare i romani, ma Norma ritarda questo momento. Essendo venuta a conoscenza del nuovo amore di Pollione, la protagonista tenta di uccidere se stessa e i figli, ma Adalgisa la dissuade. Norma ordina la strage dei romani. Prepara intanto un rogo con il quale si darà la morte, seguita da Pollione. 
Norma Rae Film drammatico, americano (1979). Regia di Martin Ritt. Interpreti: Sally Field, Ron Leibman, Beau Bridges. Titolo originale: Norma Rae 
normàle, agg. e sf. agg. 1 Regolare, secondo norma. ~ conforme <> anomalo, anormale. l'attivitā normale non era stata turbata. 2 In geometria, perpendicolare. 3 Abitudinario, secondo consuetudine. ~ consueto. <> eccezionale. č un tipo normale, senza grandi pregi né difetti. 
sf. In geometria una retta perpendicolare. tracciare la normale al piano, passante per il punto P
normalità, sf. L'essere normale. ~ Regolarità. 
normalizzàre, v. tr. 1 Tornare allo stato normale, alla regola. ~ conformare. 
normalizzatóre, agg. e sm. Chi, o che, normalizza. 
normalizzazióne, sf. Il normalizzare. 
Normandìa Regione storica della Francia nordoccidentale compresa tra il canale della Manica, la penisola di Cotentin e il golfo di Saint-Malo. Dal punto di vista amministrativo è divisa in due regioni, la Haute-Normandie (1.6999.000 ab.) con capitale Rouen che comprende i dipartimenti di Eure e Seine Maritime e la Basse-Normandie (1.379.000 ab.) con capitale Caen, che comprende i dipartimenti di Calvados, Manche e Orne. Il territorio è prevalentemente collinare e le principali risorse economiche sono rappresentate dall'agricoltura, con coltivazioni di cereali e frutta, dall'allevamento bovino e dalla pesca. È sede di industrie meccaniche, tessili, cantieristiche, petrolifere e alimentari. Sulla costa è attivo il turismo balneare. I centri principali sono Le Havre, Cherbourg e Dieppe, oltre alle capitali. Dal 911 fu ducato normanno e nel 1066 Guglielmo il Conquistatore annetté l'Inghilterra alla Normandia. Alla fine della guerra dei cent'anni (1450) passò alla Francia, dopo la battaglia di Formigny. Durante la seconda guerra mondiale fu teatro dello sbarco di truppe anglo-americane il 7 giugno 1944. 
Normànne Arcipelago (136.000 ab.) dipendente direttamente dalla corona britannica, tra le penisole di Cotentin e della Bretagna, nel golfo di St. Malo. Isole principali: Jersey, Guernsey, Alderney e Sark. 
normànni Popolazioni germaniche di stanza nelle attuali Norvegia, Danimarca e Svezia che si spostarono in Europa a partire dal VII sec. Abili navigatori e inizialmente chiamati vichinghi, si spinsero verso occidente raggiungendo la Scozia, l'Islanda e la costa nordamericana. Verso oriente si spinsero fino al mar Caspio. I primi insediamenti stabili si ebbero in Irlanda dall'840 ca. fino al 1014, in Inghilterra, a opera dei gruppi danesi dall'850 al 1042 e in Francia, nell'attuale Normandia, dove Rollone ebbe il ducato omonimo con il trattato di Saint-Clair-sur-Epte. Nel 1066 Guglielmo il Conquistatore occupò anche buona parte dell'Inghilterra e fondò il regno anglo-normanno. Con la decadenza dell'impero bizantino, i normanni conquistarono dei domini in Italia meridionale. Nel 1059 Roberto il Guiscardo ebbe il ducato di1 Relativo a popolo che cambia sto di Melfi, mentre il nipote Ruggero II costituì il regno di Sicilia e di Puglia (1130). Il regno normanno ebbe termine nel 1194, con il matrimonio di Costanza d'Altavilla con l'imperatore Enrico VI, che assunse anche il titolo di re di Sicilia.