Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Primi esperimenti con la Carta d'Identità Elettronica (CIE)

  

Novità del sito: Accadimenti italiani sui quotidiani dell'epoca

 

norm(o)- Primo elemento di parole composte. 
nòrma, o nórma, sf. 1 Principio per cui si deve fare qualcosa secondo una determinata regola. ~ prassi. 
Nòrma (comune) Comune in provincia di Latina (3.600 ab., CAP 04010, TEL. 0773). 
Norma (musica) Tragedia lirica in due atti di V. Bellini, libretto di F. Romani (Milano, 1831). 
L'opera narra la tragedia di Norma, sacerdotessa druida al tempo dell'invasione romana in Gallia, e di Pollione, proconsole romano da cui Norma ha avuto due figli. Pollione ama però Adalgisa, un'altra sacerdotessa, con la quale vorrebbe fuggire a Roma. Intanto i druidi si accingono a sterminare i romani, ma Norma ritarda questo momento. Essendo venuta a conoscenza del nuovo amore di Pollione, la protagonista tenta di uccidere se stessa e i figli, ma Adalgisa la dissuade. Norma ordina la strage dei romani. Prepara intanto un rogo con il quale si darà la morte, seguita da Pollione. 
Norma Rae Film drammatico, americano (1979). Regia di Martin Ritt. Interpreti: Sally Field, Ron Leibman, Beau Bridges. Titolo originale: Norma Rae 
normàle, agg. e sf. agg. 1 Regolare, secondo norma. ~ conforme <> anomalo, anormale. l'attivitā normale non era stata turbata. 2 In geometria, perpendicolare. 3 Abitudinario, secondo consuetudine. ~ consueto. <> eccezionale. č un tipo normale, senza grandi pregi né difetti. 
sf. In geometria una retta perpendicolare. tracciare la normale al piano, passante per il punto P
normalità, sf. L'essere normale. ~ Regolarità. 
normalizzàre, v. tr. 1 Tornare allo stato normale, alla regola. ~ conformare. 
normalizzatóre, agg. e sm. Chi, o che, normalizza. 
normalizzazióne, sf. Il normalizzare. 
Normandìa Regione storica della Francia nordoccidentale compresa tra il canale della Manica, la penisola di Cotentin e il golfo di Saint-Malo. Dal punto di vista amministrativo è divisa in due regioni, la Haute-Normandie (1.6999.000 ab.) con capitale Rouen che comprende i dipartimenti di Eure e Seine Maritime e la Basse-Normandie (1.379.000 ab.) con capitale Caen, che comprende i dipartimenti di Calvados, Manche e Orne. Il territorio è prevalentemente collinare e le principali risorse economiche sono rappresentate dall'agricoltura, con coltivazioni di cereali e frutta, dall'allevamento bovino e dalla pesca. È sede di industrie meccaniche, tessili, cantieristiche, petrolifere e alimentari. Sulla costa è attivo il turismo balneare. I centri principali sono Le Havre, Cherbourg e Dieppe, oltre alle capitali. Dal 911 fu ducato normanno e nel 1066 Guglielmo il Conquistatore annetté l'Inghilterra alla Normandia. Alla fine della guerra dei cent'anni (1450) passò alla Francia, dopo la battaglia di Formigny. Durante la seconda guerra mondiale fu teatro dello sbarco di truppe anglo-americane il 7 giugno 1944. 
Normànne Arcipelago (136.000 ab.) dipendente direttamente dalla corona britannica, tra le penisole di Cotentin e della Bretagna, nel golfo di St. Malo. Isole principali: Jersey, Guernsey, Alderney e Sark. 
normànni Popolazioni germaniche di stanza nelle attuali Norvegia, Danimarca e Svezia che si spostarono in Europa a partire dal VII sec. Abili navigatori e inizialmente chiamati vichinghi, si spinsero verso occidente raggiungendo la Scozia, l'Islanda e la costa nordamericana. Verso oriente si spinsero fino al mar Caspio. I primi insediamenti stabili si ebbero in Irlanda dall'840 ca. fino al 1014, in Inghilterra, a opera dei gruppi danesi dall'850 al 1042 e in Francia, nell'attuale Normandia, dove Rollone ebbe il ducato omonimo con il trattato di Saint-Clair-sur-Epte. Nel 1066 Guglielmo il Conquistatore occupò anche buona parte dell'Inghilterra e fondò il regno anglo-normanno. Con la decadenza dell'impero bizantino, i normanni conquistarono dei domini in Italia meridionale. Nel 1059 Roberto il Guiscardo ebbe il ducato di1 Relativo a popolo che cambia sto di Melfi, mentre il nipote Ruggero II costituì il regno di Sicilia e di Puglia (1130). Il regno normanno ebbe termine nel 1194, con il matrimonio di Costanza d'Altavilla con l'imperatore Enrico VI, che assunse anche il titolo di re di Sicilia. 
normànno, agg. e sm. agg. (anche sm.) Relativo alla Normandia, ai Normanni. le scorrerie normanne arrivarono fino al sud dell'Italia. 
sm. 1 Appartenente al popolo che abitava la Normandia. 2 Tipo di carattere tipografico. 
normatìva, sf. Insieme di norme procedurali o disciplinari. ~ regolamentazione. 
normatìvo, agg. Che contiene norme da seguire. i principi normativi dell'ente specificavano chiaramente le azioni da compiersi in quelle situazioni
normògrafo, sm. Striscia di plastica o altro materiale con intagliate lettere e cifre usato per scrivere in modo uniforme. 
normostenùria, sf. Secrezione di urine aventi peso specifico normale. 
normotìpo, sm. Individuo con caratteristiche corporee regolari e ben proporzionate. 
Norne Personaggi mitologici germanici, le tre dee che filano il destino degli uomini: Urdr (il passato), Verdandi (il presente), Skuld (il futuro). Furono identificate con le Parche. Abitavano presso il frassino Yggdrasil, al centro del mondo. 
<< indice >>