Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Primi esperimenti con la Carta d'Identità Elettronica (CIE)

  

Novità del sito: Primi esperimenti con la Carta d'Identità Elettronica (CIE)

 

Novàte Mezzòla Comune in provincia di Sondrio (1.677 ab., CAP 23025, TEL. 0343). 
Novàte Milanése Comune in provincia di Milano (20.357 ab., CAP 20026, TEL. 02). Centro industriale (prodotti tessili, chimici, metallurgici e meccanici). Gli abitanti sono detti Novatesi
novatóre, agg. e sm. (f.-trìce) Che, o chi, introduce innovazioni. 
novazióne, sf. 1 Innovazione. 2 In diritto, estinzione di un'obbligazione mediante sostituzione con una nuova. 
nòve, agg. e sm. agg. num. card. indec. Quantità composta da otto unità più una. 
sm. invar. Il numero nove e il segno che lo rappresenta. 
Nòve Comune in provincia di Vicenza (4.698 ab., CAP 36055, TEL. 0424). 
Nove Gradi, canàle Braccio di mare dell'oceano Indiano, tra l'arcipelago delle Laccadive e l'isola di Minicoy. 
Nove racconti Racconti di J. D. Salinger (1953). 
novecentésco, agg. (pl. m.-chi) Relativo al novecento, al ventesimo secolo. 
novecentèsimo, agg. e sm. agg. num. ord. Che corrisponde al numero novecento. 
sm. La novecentesima parte di qualcosa. 
novecentìsta, agg., sm. e sf. agg. Relativo al novecentismo, novecentistico. 
sm. e sf. 1 Autore vissuto nel Novecento. 2 Seguace del novecentismo. 
novecènto, agg. e sm. agg. num. card. invar. Indica una quantità composta di nove centinaia. 
sm. 1 Il numero novecento e il segno che lo rappresenta. 2 Il XX secolo. 
Novecènto Movimento artistico sviluppatosi a Milano nel marzo 1923 nel contesto di una mostra alla Galleria Pesaro e caratterizzato dalla tendenza al ritorno alle tradizioni pittoriche italiane e alle opere classiche, in contrapposizione all'impressionismo. I principali esponenti furono A. Bucci, A. Funi, V. Oppi, M. Sironi e P. Marussig ai quali si unirono in un secondo tempo C. Carrà, F. Casorati e altri. Su posizioni analoghe si formò anche un gruppo di architetti milanesi, anch'essi votati al ripristino delle forme classiche e al culto delle tradizioni. Il capostipite fu C. Muzio e al movimento aderirono anche G. De Finetti, G. Ponti, E. Lancia e M. Fiocchi. 
In letteratura fu il movimento iniziato da M. Bontempelli e teorizzato dalla sua rivista 900, pubblicata dal 1926 al 1929. Il movimento, al quale appartenne per un breve periodo anche C. Malaparte, fu caratterizzato dalla riscoperta dei valori dell'immaginazione e del predominio dell'intelligenza sulla realtà (realismo magico). 
Novecento 
Rivista letteraria italiana istituita da Curzio Malaparte e Massimo Bontempelli nel 1926 che venne pubblicata fino al 1929. Al suo interno trovarono spazio le correnti letterarie dell'epoca, dal simbolismo all'espressionismo, dal dadaismo al surrealismo. 
Novecento (atto I e II) Film drammatico, italiano (1976). Regia di Bernardo Bertolucci. Interpreti: Robert De Niro, Gérard Depardieu, Dominique Sanda, Burt Lancaster, Alida Valli. 
Novedràte Comune in provincia di Como (2.566 ab., CAP 22060, TEL. 031). 
novèlla, sf. Racconto, generalmente in prosa, di un fatto immaginario o realmente accaduto. La novellistica orientale è antichissima e le più famose raccolte sono il Pa˝tacantra indiano e le favole milesie greche (II sec. a. C.), andate smarrite. In ambito latino, alcuni caratteri della novella sono riscontrabili nel Satyricon di Petronio e nelle Metamorfosi di Apuleio. Il massimo splendore della novellistica occidentale fu raggiunto però nel XIV sec., con il Decamerone di Boccaccio e con I racconti di Canterbury di Chaucer, quando la novella raggiunse il livello di creazione artistica vera e propria, perdendo l'aspetto di repertorio divulgativo a scopo moraleggiante. Per trovare altri esempi di novelle originali e significative, bisogna attendere il XVII sec. con le novelle picaresche di M. Cervantes Novelle esemplari (1613). Con il romanticismo e la nascita del romanzo, la novella andò sempre più assimilandosi a una forma di romanzo breve, e interessò scrittori come G. de Maupassant, C. Dickens, N. Gogol, A. S. Puskin e G. Verga. Alla fine del XIX sec., la novella, o racconto, diventò mezzo espressivo per affrontare temi specifici e raggiunse spesso altissimi livelli con L. Pirandello, J. Joyce, F. Kafka, J. P. Sartre, E. Hemingway, I. Calvino e D. Buzzati. ~ allegoria, favola. 
Novella del grasso legnaiuolo, La Novella attribuita ad A. Manetti (XV sec.). 
Novella di Cacasenno figlio del semplice Bertoldino Novella di A. Banchieri (1620). 
Novella seconda Opera di narrativa di C. E. Gadda (1971). 
Novèlla, Agostìno (Genova 1905-Roma 1974) Politico italiano. Fu segretario provinciale della gioventù socialista. Aderì al PCI (1924) e partecipò alla lotta di liberazione (1943-1945). Eletto deputato, fu segretario generale della CGIL dal 1957 al 1970. 
<< indice >>