Home page
Oblomov Romanzo di I. A. Goncarov (1859). Il protagonista del romanzo, Oblomov, possiede un'intelligenza acuta e una personalità degna, ma la sua inerzia gli fa sprecare inutilmente la sua vita. Se non fosse per l'amministrazione tenuta da un amico, manderebbe in rovina la sua proprietà. Rinuncia perfino a sposare la ragazza che ama, perché le nozze lo costringerebbero a un mutamento delle sue abitudini di vita. Oblomov è stato inizialmente interpretato come il simbolo della rovina dei possidenti russi, ma può anche essere considerato un tipo umano universale. Il termine oblomovismo viene spesso utilizzato per indicare l'apatia mentale. 
Oblomov 
Film commedia, russo (1979). Regia di Nikita Mikhalkov. Interpreti: Oleg Tabakov, Elena Solovej, Jurij Bogatyrev. Titolo originale: Neskolko dnei iz Jizni Oblomova 
oblomovìsmo, sm. Termine con cui venne indicato l'atteggiamento insieme pratico ed etico di alcune sfere della società russa nel periodo antecedente all'abolizione della servitù della gleba. Deriva dal nome del protagonista del romanzo Oblomov
oblùngo, agg. (pl. m.-ghi) Che ha forma più lunga che larga. ~ ellittico, ovale. 
obnubilaménto, sm. Annebbiamento, offuscamento. 
obnubilàre, v. tr. Annebbiare, offuscare. 
obnubilazióne, sf. Offuscamento, annebbiamento. ~ obnubilamento. 
obnunziazióne, sf. Nella Roma repubblicana, il diritto che avevano pretori e consoli di opporsi alla convocazione di comizi dopo fenomeni atmosferici ritenuti di cattivo auspicio. 
òboe, sm. Strumento musicale a fiato facente parte del gruppo dei legni. 
Oboe sommerso Opera di poesia di S. Quasimodo (1932). 
oboìsta, sm. e sf. (pl.-i) Suonatore di oboe. 
òbolo, sm. 1 Piccola offerta in denaro. ~ elemosina. 2 Moneta dell'antica Grecia. 
Òbolo di San Piètro Canone medievale che alcuni stati europei versavano allo Santa Sede in cambio della sua protezione. È detta anche denaro di San Pietro. 
Obote, Apollo Milton (Akokoro 1924-) Politico ugandese. Fu primo ministro dal 1962 al 1975, e dal 1980 al 1985 fu eletto presidente della repubblica. 
obovàto, agg. In botanica, di organo, in particolare di foglia, avente forma simile al profilo di un uovo con la punta rivolta verso il basso. 
Obrazcov, Sergej V. (Selo Medvedkovo 1901-Mosca 1992) Burattinaio russo. Nel 1931 fondò il Teatro statale centrale dei fantocci, tra i più prestigiosi d'Europa. 
Obraztzova, Elena (Leningrado 1940-) Cantante lirica russa. Famosa mezzosoprano, particolarmente efficace in ruoli operistici di grande temperamento, quali quelli del repertorio verdiano. Tra le interpretazioni memorabili, si cita la Carmen di G. Bizet. 
Obrecht, Jacob (Breda 1450-Ferrara 1505) Compositore fiammingo. Autore di 27 messe e circa 30 mottetti. 
Obregón, Alvaro (Siquisida 1880-San Ángel 1928) Militare e politico messicano. Nel 1911 fece parte della rivoluzione contro P. Díaz. Dal 1920 al 1924 fu presidente dello stato e venne rieletto nel 1927. Morì assassinato. 
Obregón, Alvaro (Siquisida 1880-San Ángel 1928) Militare e politico messicano. Nel 1911 fece parte della rivoluzione contro P. Díaz. Dal 1920 al 1924 fu presidente dello stato e venne rieletto nel 1927. Morì assassinato. 
O'Brien, William Smith (Drumoland 1803-Penrhyn Arms 1864) Politico irlandese. Sebbene protestante, appoggiò l'emancipazione dei cattolici e nel 1847 fondò la Confederazione irlandese per il conseguimento dell'indipendenza nazionale.