Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Primi esperimenti con la Carta d'Identità Elettronica (CIE)

  

Novità del sito: Primi esperimenti con la Carta d'Identità Elettronica (CIE)

 

arbustàceo, agg. Si dice di pianta classificata come arbusto; costituito da arbusti. 
arbustìvo, agg. Di piante che ha natura e dimensioni di arbusto. 
arbùsto, sm. Pianta legnosa, bassa, ramificata fin dalla base. ~ cespuglio. 
arbutus, sm. Genere di alberi o arbusti della famiglia delle Ericacee, comprendente una dozzina di specie, delle quali la più nota è il corbezzolo. 
ARC Sigla di AIDS Related Complex (complesso di sintomi correlati all'AIDS). 
àrca, sf. 1 Sarcofago monumentale. ~ tomba. 2 Cassa, scrigno. ~ forziere. arca dell'alleanza, contenitore delle Tavole della Legge ricevute da Mosè. 3 Genere di Molluschi Lamellibranchi marini della famiglia degli Arcidi che possono raggiungere notevoli dimensioni. 
àrcade, agg., sm. e sf. agg. Dell'antica Arcadia, regione della Grecia. 
sm. e sf. 1 Abitante dell'antica Arcadia. 2 Membro dell'Accademia romana dell'Arcadia. 3 Letterato formalista e lezioso. 
Arcàde (comune) Comune in provincia di Treviso (3.119 ab., CAP 31030, TEL. 0422). 
Àrcade (mitologia) Nella mitologia, figlio di Zeus e Callisto. Fu mutato nella stella Arturo. 
Arcadelt, Jacques (ca. 1504-Parigi 1568) Compositore fiammingo o francese. Autore di madrigali. 
arcàdia, sf. Luogo dove si svolge una vita amena, idillica. 
Arcàdia (geografia) Regione greca, nel Peloponneso centrale, affacciata al golfo di Nauplia. Dominata da Sparta nel VI sec. a. C. aderì alla lega arcadica comandata da Tebe. Quindi fu sottomessa dai macedoni che la inclusero nella lega achea (276 a. C.). Conquistata dai romani nel II sec. a. C. divenne importante feudo dell'impero d'oriente. I turchi la conquistarono nel 1458. Rinomata e cantata dai poeti greci e omerici per essere regione bucolica per eccellenza. 
Arcàdia (letteratura) Accademia letteraria nazionale, fondata a Roma dai poeti del circolo di Cristina di Svezia nel 1690. Mirava alla semplicità nella poesia, in contrapposizione al marinismo, ricco di orpelli e fronzoli inutili nel discorso poetico. Si ispirava alla poesia bucolica e assumendone termini e consuetudini assegnava a ogni socio uno pseudonimo pastorale: il Crescimbeni ne fu primo custode e il Gravina primo legislatore. Influenzò coi suoi temi il gusto poetico fino alla prima metà del Settecento. 
Arcadia 
Opera di poesia e prosa di Ph. Sidney (postuma 1590). 
Arcadia, L' Opera di poesia di I. Sannazaro (1504). 
arcàdico, agg. 1 Dell'Arcadia. 2 Idillico, agreste. ~ pastorale. 3 Manierato. ~ lezioso. 
Arcàdio (377-408) Imperatore romano d'oriente dal 395 al 408, figlio di Teodosio I il Grande e fratello di Onorio; Durante il suo regno dovette contrastare numerose invasioni dei visigoti (Alarico) e degli unni. 
arcaicaménte, avv. In modo arcaico. 
arcaicità, sf. L'essere arcaico, carattere arcaico. 
arcàico, agg. 1 Di remota antichità. ~ primitivo. <> moderno. 2 Sorpassato. ~ antiquato. <> recente. 
arcaìsmo, sm. Elemento linguistico scomparso dall'uso. <> neologismo. 
<< indice >>