Home page
Podòcopi, o Podocopidèi Ordine di Crostacei ostracodi che vivono nelle acque sia dolci che marine. 
podofillìna, sf. Resina ad azione lassativa, estratta dai rizomi del podofilo. 
podologìa, sf. Parte della veterinaria che studia il piede degli animali domestici. 
podòlogo, sm. Chi cura professionalmente i problemi del piede. 
Podolsk Città (208.000 ab.) della Russia, nella provincia di Mosca, sul fiume Pahra. 
podòmetro, sm. 1 Strumento usato per misurare il piede del cavallo da ferrare. 2 Contapassi. 
Podostemonàcee Famiglia di piante Dicotiledoni acquatiche, appartenenti delle rosali, che vivono nelle regioni tropicali. 
Podrècca, Vittòrio (Cividale del Friuli 1883-Ginevra 1959) Marionettista e fondatore nel 1914 a Roma della compagnia I piccoli
Poe, Edgar Allan (Boston 1809-Baltimora 1849) Scrittore staunitense, rimasto orfano in giovane età, trascorse un'infanzia e una giovinezza tormentate. Con il racconto Manoscritto trovato in una bottiglia (1832) inizia la carriera artistica di Poe, che prosegue con il romanzo Le avventure di Gordon Pym (1838), con Racconti e arabeschi (1840), Lo scarabeo d'oro (1845), Gli assassinii della Via Morgue (1843) e soprattutto Il corvo e altre poesie (1845), con cui raggiunse il successo. La moglie morì nel 1847 e questo fatto accentuò la crisi esistenziale del poeta, che finirà i suoi giorni in ospedale. Scrisse anche alcune opere teoriche (La filosofia della composizione, 1846; Il principio poetico, 1850). Poe anticipiò nella sua opera, potentemente simbolica ed evocativa, alcune tematiche che poi si svilupparono nella moderna letteratura poliziesca e fantascientifica. 
Poelzig, Hans (Berlino 1869-1936) Architetto tedesco. Tra le opere la torre-deposito d'acqua a Posen (1911) e GroĦbĦes Schauspielhaus a Berlino (1919, distrutta). 
poèma, sm. (pl.-i) 1 Composizione poetica caratterizzata generalmente da una notevole lunghezza e da una trama narrativa; a seconda dei temi trattati, si distinguono poemi epici, cavallereschi, didascalici, storici, eroicomici. ~ cantico, canto. 2 Scritto prolisso. 
Poema de mio Cid Poema di anonimo (ca. 1140). 
Poema del tempo impietrito Opera di poesia di C. Milosz (1933). 
Poema di Elena Poema in quattordici canti, per complessivi 1.321 versi, del poeta anglosassone Cynewulf (seconda metà VIII sec.). Tema dell'opera è la libera e romanzesca ricostruzione del ritrovamento della croce di Gesù Cristo da parte di Elena, madre dell'imperatore Costantino. La narrazione presenta l'intervento di Satana, Giuda e dei Giudei, tutti coalizzati per impedire il ritrovamento. Alla fine anche Giuda si pente, riconosce che Cristo è morto per la salvezza degli uomini, si converte, viene battezzato e diventa vescovo di Gerusalemme, mentre un miracolo consente l'individuazione della vera croce. Satana esce scornato dalla vicenda. Gli esegeti dell'opera hanno riconosciuto nel canto XV del poema la confessione dell'esperienza di salvezza attraverso la croce vissuta personalmente dall'autore. 
Poema paradisiaco Opera di poesia di G. D'Annunzio (1893). 
Poema pedagogico Opera di pedagogia di A. S. Makarenko (1933). 
Poemi Opera di poesia di A. von Droste Hülshoff (1838). 
Poemi 
Opera di poesia di A. Palazzeschi (1909). 
Poemi antichi e moderni Opera di poesia di A. de Vigny (1826). 
Poemi conviviali Opera di poesia di G. Pascoli (1904). 
Poemi fatti apposta Opera di poesia di G. Diego (1932).