Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)


Logo Blia.it

Novità del sito: Quotidiani d'epoca consultabili online

  

Novità del sito: Generatore fogli di cartelle per tombola

pomicióne, sm. Chi pomicia. 
pomicoltóre, sm. Chi si occupa di pomicoltura. 
pomicoltùra, sf. Frutticoltura, specialmente dei pomi. 
Pomigliàno d'Àrco Comune in provincia di Napoli (43.089 ab., CAP 80038, TEL. 081). Centro industriale (cementifici, prodotti meccanici, alimentari e del legno, automobili e mezzi aeronautici). Gli abitanti sono detti Pomiglianesi
Pomìlio, Màrio (Orsogna, Chieti 1921-Napoli 1990) Romanziere. Tra le opere Il testimone (1956) e Il Natale del 1833 (1983). 
pómo, sm. 1 Mela. 2 Impugnatura tondeggiante. ~ pomello, sfera. maniglia a pomo. 3 Protuberanza tipica maschile della gola. pomo d'Adamo. 4 Oggetto di forma tondeggiante. ~ pomolo. 
Pomo Pero Romanzo di L. Meneghello (1974). 
pomodòro, sm. Pianta erbacea annuale della famiglia delle Solanacee e dell'ordine delle Tubiflore (e frutto di questa pianta). Il pomodoro (Solanum lycopersicum) è originario dell'America meridionale e arrivò in Europa nel corso del XVII sec.; la sua coltivazione è estremamente diffusa per i frutti commestibili. 
Pomodòro, Arnàldo (Morciano di Romagna 1926-) Scultore. Dopo un primo periodo di collaborazione con il fratello Giò e lo scultore G. Perfetti, si è poi dedicato allo studio delle forme. La sua arte si è manifestata prima in oggetti geometrici aperti alla luce esterna e poi in ardite forme geometriche costituite da intersecazioni di superfici modulate. Tra le opere Sfera n. 2 (1963, Roma, Galleria Nazionale d'Arte Moderna). 
Pomodòro, Giò (Orciano di Pesaro 1930-) Scultore. Agli inizi collaborò con il fratello Arnaldo e lo scultore G. Perfetti. Successivamente divenne autonomo e si dedicò alla scultura moderna italiana, approdando infine alla realizzazione di spazi pubblici e all'arte monumentale. Tra le opere Grande folla n. 1 (1964, Roma, Galleria Nazionale d'Arte Moderna). 
pomologìa, sf. Scienza che si occupa della coltivazione della frutta. 
Pomóna Personaggio mitologico. Dea arcaica del Lazio, moglie di Vertumno e protettrice dei giardini e dei frutti. 
pómpa, sf. 1 Macchina utilizzata per lo spostamento di liquidi, gas o solidi (in polvere o in granuli). ~ aspiratore, compressore. 2 Ostentazione. ~ fasto, grandiosità. <> modestia, povertà. 3 Distributore di carburante. 
Pompadour e le Pompadour, I Opera di narrativa di Saltykov-Scedrin (1873). 
Pompadour, Jeanne-Antoinette Poisson (Parigi 1721-Versailles 1764) Nel 1741 sposò il marchese Le Normant d'Etioles. Nel 1745 conobbe il re Luigi XV e ne divenne l'amante fino al 1751. Fu un'importante consigliera del re. La sua influenza continuò anche dopo la fine della sua relazione con il sovrano. Dotata di grande cultura, fu una convinta sostenitrice di letterati e artisti e, in particolare, degli enciclopedisti. Intrattenne una corrispondenza con Voltaire. 
pompàggio, sm. Il pompare. 
pompàre, v. tr. 1 Azionare una pompa. 2 Esagerare. ~ esaltare, gonfiare. <> denigrare, minimizzare. quel giornale pompava sempre i fatti di cronaca
pompàta, sf. Il pompare frettolosamente. 
pompeggiàre, v. tr. e intr. Sfoggiare. ~ ostentare. 
Pompèi Comune (26.000 ab., CAP 80045, TEL. 081) della provincia di Napoli, sorge sulle pendici del Vesuvio e fonda la sua economia, oltre che sull'industria, sull'attrazione turistica costituita dagli scavi archeologici, tra i più importanti del mondo. Pompei risale all'VIII sec. a. C.; di origine osca, passò poi sotto il controllo degli etruschi e dei greci, quindi dei sanniti. Nel 91 a. C. divenne colonia romana. Nel 79 fu distrutta da una disastrosa eruzione del Vesuvio, assieme ai centri di Stabia ed Ercolano. Gli scavi archeologici sono iniziati nel 1748, per disposizione di Carlo di Borbone, e hanno portato alla luce il centro abitato, con abitazioni, templi, palestre e terme. Questi resti sono di fondamentale importanza per la comprensione della pittura e dell'architettura romane. 
<< indice >>