Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Primi esperimenti con la Carta d'Identità Elettronica (CIE)

  

Novità del sito: Accadimenti italiani sui quotidiani dell'epoca

 

protammìna, sf. Proteina semplice che fa parte del gruppo delle proteine globulari. 
pròtasi, sf. invar. 1 Introduzione di un poema. la protasi dell'Iliade. 2 Proposizione che esprime una condizione. 3 Ognuna delle premesse di un sillogismo. 
Proteàcee Famiglia di piante arboree e arbustacee diffuse nell'emisfero australe. Appartiene all'ordine delle Proteali. 
protèggere, v. tr. 1 Dare appoggio, aiuto. ~ difendere, tutelare. 2 Riparare. con l'ombrello cercava di proteggersi da quella bufera di neve. 3 Difendere, sostenere lo sviluppo. proteggere la scienza da attacchi politici
protèico, agg. 1 Che contiene proteine. 2 Di proteine. 
Protèidi Famiglia di Anfibi urodeli senza polmoni, ma con grandi ciuffi branchiali; da adulti presentano le stesse caratteristiche embrionali. 
proteifórme, agg. 1 Che assume aspetti vari. 2 Capace di occuparsi di varie cose. 
proteìna, sf. Le proteine sono sostanze organiche costituite da amminoacidi, che formano lunghe catene legate dai legami peptidici. A indice della complessità e lunghezza è il peso molecolare di questi composti che raggiunge anche il valore di 7.000.000. Sono una componente fondamentale della materia organica e rivestono un ruolo basilare per il funzionamento cellulare e soprattutto per la trasmissione delle informazioni genetiche. L'unità base delle proteine sono gli amminoacidi di cui sono note venti tipologie, e il loro enorme numero genera, con tutte le combinazioni possibili, un'enorme varietà di proteine. La sequenza di amminoacidi in una proteina può essere avvolta a elica, essere globulare o combinarsi con più catene assieme: tale costituzione dipende strettamente dalla funzione svolta, distinguendo le proteine in fibrose, globulari ecc. Chimicamente si distinguono le proteine semplici, composte solo da amminoacidi, e quelle coniugate, composte anche da altre sostanze come lipidi (lipoproteine), zuccheri (glicoproteine) o acidi nucleici (nucleoproteine). Le proteine contengono sempre carbonio, idrogeno, azoto e ossigeno; possono anche contenere ferro, fosforo, rame, zinco e zolfo. Gli animali costruiscono le proteine necessarie all'organismo trasformando in amminoacidi le proteine assunte con l'alimentazione, per poi ricombinarli nelle proteine necessarie seguendo le informazioni fornite dal proprio DNA, nella sintesi proteica. Alcuni amminoacidi vengono sintetizzati direttamente dall'organismo (tranne quelli cosiddetti essenziali). I vegetali ricavano le proteine utilizzando sostanze inorganiche. 
Sintesi proteica 
Insieme di reazioni chimiche con cui vengono prodotte le proteine per il mantenimento vitale dell'organismo, secondo le informazioni genetiche disponibili. 
protèinico, agg. Proteico. 
pròtele, sm. Mammifero (noto anche come protele crestato, Proteles cristatus) della famiglia dei Protelidi e dell'ordine dei Carnivori. Simile alla iena, misura sino a 80 cm di lunghezza e presenta una criniera sul dorso. Vive nelle praterie e nelle savane dell'Africa orientale e meridionale. 
protèndere, v. tr. Tendere in avanti, distendere. ~ allungare, proiettare. <> ritirare, retrarre. 
Pròteo Personaggio mitologico, dio greco marino, era dotato della facoltà di mutare forma a piacere e possedeva il dono della divinazione. 
pròteo, sm. Animale anfibio (Proteus anguineus) della famiglia dei Proteidi e dell'ordine degli Urodeli, con corpo di forma allungata, che raggiunge 25 cm ca. di lunghezza, è incolore e ha occhi ciechi. Il proteo vive nelle acque delle grotte carsiche, non subisce metamorfosi, respira mediante branchie e si nutre di piccoli molluschi e vermi. 
proteolìsi, sf. Idrolisi delle proteine in seguito all'azione di enzimi o acidi. 
proterandrìa, sf. Caratteristica dell'ermafroditismo in cui l'individuo presenta prima caratteri maschili e poi femminili. 
proteroginìa, sf. Caratteristica dell'ermafroditismo in cui l'individuo presenta prima caratteri femminili e poi maschili. 
proteròglifo, agg. e sm. Relativo a un serpente che ha i denti anteriori della mascella superiore retrocurvi e tali da consentire la fuoriuscita del veleno. 
Proterotèri Mammiferi litopterni con arti tridattili estintisi milioni di anni fa. 
protèrvia, sf. 1 Arroganza sfacciata. 2 Ostinazione, superbia. 
protèrvo, agg. Ostinato, dominato dalla protervia. ~ arrogante, superbo. 
<< indice >>