Home page
pseudepìgrafo, agg. Riferito a un'opera attribuita erroneamente a un autore diverso da quello vero. 
pseudoartròsi, sf. Articolazione che si forma tra due frammenti di un osso fratturato e non consolidato. 
pseudobrànchia, sf. Struttura simile, dal punto di vista morfologico, alle branchie avente funzioni di organo regolatore della pressione del sangue. Si trova in alcuni Pesci Selaci o Teleostei. 
pseudocèle, o pseudocelòma, sm. Cavità interna che si forma in alcuni invertebrati per deiscenza nel mesenchima. 
pseudocelomàto, agg. e sm. agg. Di animale, provvisto di pseudocele. 
sm. Al plurale, raggruppamento di animali muniti di pseudocele. 
pseudocòdice, sm. In informatica designa un linguaggio non codificato che viene utilizzato in modo informale per descrivere le istruzioni di un programma. 
pseudoconcètto, sm. Secondo la filosofia di B. Croce, un concetto che non ha i caratteri di concretezza e di universalità che sono propri dei concetti puri. 
pseudocùpola, sf. Cupola formata con anelli sovrapposti alla cui sommità presenta uno spazio circolare, generalmente chiuso da un blocco di pietra. 
pseudodemènza, sf. Denominazione generica di disturbi demenziali e schizofrenici che si manifestano in seguito a un trauma cranico. 
pseudoermafroditìsmo, sm. In biologia, stato sessuale dei Mammiferi consistente nel presentare diversi gradi di sviluppo genitale incompleto o difettoso con vari caratteri sessuali secondari. 
Pseudofillidèi Ordine di Platelminti, appartenenti all'ordine dei Cestodi, che allo stato larvale parassitano vertebrati, oligocheti e crostacei mentre allo stato adulto sono parassiti dell'intestino dei vertebrati. 
pseudogène, sm. Regione del DNA eucariotico, omologa dal punto di vista strutturale ai geni funzionali, ma che non riesce a esprimersi a causa di anomalie. 
pseudogrùppo, sm. In egittologia, gruppo statuario costituito da due o tre figure nello stesso atteggiamento che raffigurano, probabilmente, età diverse di uno stesso defunto. 
Pseudolus Commedia di T. M. Plauto (191 a. C.). 
pseudomàcchia, sf. Formazione vegetale composta da arbusti a foglie caduche o sempreverdi. È tipica delle regioni a clima mediterraneo. 
pseudomonas, sm. invar. In microbiologia, denominazione di un vasto genere di Batteri appartenente all'ordine delle Pseudomonadales
pseudomorfòsi, o pseudomorfìsmo, sf. o sm. 1 Processo di fossilizzazione in cui si ha la sostituzione delle sostanze che costituiscono un guscio o un osso con sostanze minerali. 2 Fenomeno consistente nel cambiamento della composizione chimica di un minerale cristallizzato senza che esso cambi la forma cristallina esterna. 
pseudònimo, agg. e sm. agg. Di testo letterario noto sotto un nome diverso da quello dell'autore. 
sm. Nome fittizio con il quale un autore firma un'opera. 
pseudoperiòdico, agg. (pl. m.-ci) In fisica e in matematica, di funzione di una variabile indipendente che si può esprimere come prodotto di due funzioni, una periodica e una non periodica, della stessa variabile (di solito il tempo). 
pseudoperìptero, agg. Di tempio, i cui muri esterni hanno semicolonne addossate.